Dépasser les frontières

Oggi è il primo settembre, ma la lettera lì sopra in realtà è arrivata a inizio luglio. È un buon momento, credo, per mostrarvela.

In sostanza, per chi non legge il francese, la lettera dice ufficialmente quello che sapevo già da inizio maggio: ho vinto il concorso nazionale del CNRS francese per una posizione di Chargé de Recherce de Premiere Classe (in gergo CR1) nella sezione 03/03, quella di fisica delle particelle. Ho. Vinto. Un. Concorso. Per un posto permanente. Anzi, a voler proprio fare gli sboroni, sono persino arrivato primo. Dov'è lo champagne?

Ed ecco che cosa succede adesso. Dal 1 Ottobre 2011 sarò assegnato al laboratorio di Annecy, a circa mezz'ora dal CERN. Il mio contratto CERN, in scadenza ormai da mesi, è stato prolungato fino a fine settembre per coprire il periodo intermedio, perché apparentemente nessuno, né i miei colleghi del CERN né quelli francesi, sembrava contento che mi prendessi un mese di vacanza nella transizione. Accidenti. L'IN2P3, l'istituto per cui lavorerò all'interno del CNRS, corrisponde circa all'INFN italiano, e una posizione CR1 più o meno a quella di Primo Ricercatore (a parte il fatto che a mia conoscenza l'INFN non ha mai fatto l'INFN non bandisce da tempo immemorabile concorsi pubblici per posizioni da Primo Ricercatore, ma questa è un'altra storia). Si tratta di una posizione pagata decisamente meno di uno stipendio CERN, ma appunto permanente, e con una serie di altri vantaggi legati al diventare un funzionario dello stato francese.

La scelta del laboratorio di Annecy è legata a diversi fattori: per esempio, per adesso ci permette di non spostarci dalle regione, visto che Annecy è raggiungibile in poco più di mezz'ora di auto, e che il mio nuovo capogruppo è contento che io sia nel mio nuovo ufficio un giorno sì e uno no. Irene può dunque conservare il suo lavoro a Ginevra fino a quando ne avrà voglia, e Giulia può continuare a frequentare la scuola dove andrà ancora un anno: nel futuro, vedremo. E spenderò invece l'altro giorno sempre al CERN, la cui vicinanza è ovviamente la seconda faccia della scelta: mi permette di continuare il lavoro che faccio in ATLAS, mantenendo una presenza sul posto importante. Naturalmente conosco bene i membri del gruppo ATLAS di Annecy, con cui collaboro da anni, cosa che rappresenta la terza faccia della scelta, e che porta però anche una serie di novità. La ragione per cui una presenza a Annecy sarà infatti necessaria è che, per la prima volta in parecchi anni, avrò degli studenti di dottorato di cui sarò direttamente responsabile. Ah, per questo dovrò anche prevedere di ottenere l'habilitation à diriger des recherches, cosa che comporterà anche la stesura di un'ennesima tesi: tra i dati che continuano a arrivare da analizzare, la transizione alla nuova modalità di lavoro, una nuova responsabilità in ATLAS che ho appena accettato e una che si esaurirà, e un progetto quasi-segreto di cui vi parlerò quando sarà un po' più concreto, sarà un 2012 veramente pieno!

Nel corso della primavera 2011 sono andato in giro per il mondo con il mio curriculum in tasca, saltando da Ottawa a Nijmegen a Parigi, e non vi nascondo che è stato un periodo piuttosto difficile. Non l'ho raccontato su queste pagine, perché certi aspetti della vita sono troppo delicati e faticosi per essere messi in piazza con facilità. Sappiate solo che ho passato mesi oscillando tra l'horror vacuii di non avere un lavoro nell'autunno 2011, e la fatica di immaginare un trasferimento di tutta la famiglia dall'altra parte dell'oceano. Il tutto continuando nel frattempo a lavorare, e a presentarmi in giro per il mondo col sorriso sulla labbra a offrire i miei servigi. Alla fine le cose si sono concluse con un'ottima soluzione, ma tutto sembra sempre facile con il senno di poi: provate a chiedere a Irene quanto sono stato simpatico tra gennaio e maggio! Giusto per darvi un'idea, sappiate che nel concorso che ho vinto erano banditi due soli posti per tutta la Francia per tutti gli ambiti della fisica delle particelle, con 93 ammessi a partecipare!

Un effetto collaterale del fatto che continuerò a occuparmi per mestiere di fisica delle particelle lavorando per ATLAS al CERN, è che non ho nessuna ragione per smettere di tediarvi con in miei racconti su queste pagine: spero che la cosa non vi dispiaccia troppo. Dépasser les frontières, superare le frontiere, è l'attuale motto del CNRS. Per tutta una serie di ragioni potrebbe essere anche il mio, nella pratica lavorativa, quotidiana, e di vita.

P.S. Sulla politica di assunzioni del CNRS, sull'apertura che negli anni i francesi stanno dimostrando, e sull'esodo di ricercatori italiani in Francia si potrebbe dire molto. Vi invito a leggere la lettera che Marco Cirelli e alcuni colleghi hanno scritto all'allora Ministro dell'Università e Ricerca Scientifica nel 2007: c'è da imparare, e, a distanza di qualche anno, da continuare a fasciarsi la testa.

Questo inserimento è stato pubblicato in Vita di frontiera, Fisica e il tag , , , , , , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

81 Commenti

  1. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 10:15 | Permalink

    Congratulazioni vivissime! Bravo davvero!

  2. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 10:15 | Permalink

    congratulazioni! ottima notizia!!
    in bocca al lupo per la nuova avventura, e ti prego, continua a tediarci con i tuoi racconti e magari anche con qualche storiella sui tuoi studenti di dottorato stile PhD

  3. blokkkkko
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 10:24 | Permalink

    Toccante. Ti (vi) auguro ogni bene.
    roberto

  4. juhan
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 10:28 | Permalink

    Congratulazioni munsü' 'l prufessur (il mio francese avrebbe bisogno di qualche affinamento)

  5. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 10:45 | Permalink

    Grazie Robi! Non finendo in Canada, magari riusciremo a continuare a vederci quelle due o tre volte all'anno che riusciamo adesso (sempre meglio di una ogni due anni, no?)

  6. Stefano
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 10:56 | Permalink

    Congratulazioni Marco! In bocca al lupo! 🙂

    Sempre felice di leggere qualche nuovo articolo da queste parti!

  7. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:09 | Permalink

    Che dire, super complimenti! Davvero bravo, queste belle notizie sono sempre molto belle da leggere.

    (P.S.: tra l'altro, ho la possibilità di venire un mese al CERN per un tirocinio, e l'idea di poterti ritrovare lì per offrirti un gianduiotto mi esalta non da poco 😉 )

  8. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:13 | Permalink

    Congratulazioni. Il coraggio che hai avuto nell'andare a cercare un lavoro in tutto il mondo ti ha ricomensato con un posto vicino. Spero di poter fare lo stesso alla scadenza del mio contratto. In bocca al lupo per tutto.

  9. adriana
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:20 | Permalink

    Auguri per primo! e buona continuazione Lavorativa.

    (seguo il tuo blog da + d 3 anni (penso), sei un mio vicino anobii e da poco a twtt. non che ti conosca al di là delle piazza virtuale, ma sei una delle persone che mi fa sempre pensare come noi umani riusciamo a crearci una family... anche senza la conoscenza detta "vera".)

  10. Daniele
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:24 | Permalink

    Chapeau!!

  11. Davide
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:24 | Permalink

    Grande notizia!

    In bocca al lupo per il lavoro e sarà un piacere continuare a leggerti!

  12. umbe
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:38 | Permalink

    Davvero BRAVO !
    Congratulazioni.
    Umbe

  13. Sergio
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:39 | Permalink

    Congratulazioni Marco.
    In bocca al lupo!

  14. Nicola
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:42 | Permalink

    grandissimo marco 🙂 mi fa un grande piacere sapere che una persona cosi' valida sia stata infine apprezzata e selezionata, tanto piu' che risolvi in un colpo solo ogni problema di trasloco e famiglia 🙂

    complimenti!

  15. Tommybond
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:43 | Permalink

    Tantissimi auguri Marco! Adesso preparati ad "accogliere" i capelli bianchi che non tarderanno ad arrivare! 🙂

  16. Massimo
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:44 | Permalink

    Complimenti Marco!!!!!
    Un traguardo davvero meritato, noi continuiamo a fare il tifo per te e, come ha scritto Roberto, davvero toccante come l'hai raccontato...

  17. Prince
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 11:46 | Permalink

    Congratulazioni davvero! 😀

  18. Paolo Valente
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 12:00 | Permalink

    Caro Marco,
    sono molto contento: congratulazioni! Davvero, bravo. Penso che prima o poi bisognerà - come Paese, soprattutto, ma non solo - chiedersi a cosa ci porterà questo drenaggio di intelligenze. Preferisco la dicitura inglese originale, brain drain, all'orribile traduzione "fuga dei cervelli". I cervelli "in fuga", anzi, da tempo in libera uscita, dal buon senso, sono altri.
    Si tratta invece di un proprio e proprio drain delle nostre migliori risorse intellettuali.

    Bene, ora mi permetterai un piccola precisazione: nel passato l'INFN faceva concorsi pubblici, aperti a tutti, anche per Primo Ricercatore e Dirigente di Ricerca. Da qualche anno sono invece state bandite solo selezioni interne, sfruttando delle norme del Contratto di lavoro, per evitare di "consumare" i "gettoni" di turn-over (1 pensionato valeva un posto, ora ce ne vogliono 5 per un posto) a favore dell'assunzione di "giovani" ricercercatori al livello di ingresso.

  19. Massimiliano
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 12:50 | Permalink

    Complimenti davvero!

  20. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 13:06 | Permalink

    @FraEnrico: un gianduiotto è sempre ben accetto! Fatti vivo quando passi da queste parti

  21. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 13:08 | Permalink

    @PaoloValente: grazie per la precisazione, ho cercato di essere vago nel testo perché sospettavo che la cosa non fosse così da sempre. Certo lo è da quando io sono sul mercato del lavoro, e considerando che mi sono dottorato all'inizio del 2003, comincia a fare un po' di tempo. Aggiorno il testo!

  22. Bed
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 13:11 | Permalink

    Con-gra-tu-la-zio-ni!

  23. lallo
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 13:57 | Permalink

    Congratulazioni!!

  24. dario
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 15:18 | Permalink

    che dire.........sei "un pozzo di scienza", ma lo avevamo capito
    complimenti e auguri.

  25. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 16:53 | Permalink

    Davvero un ottimo risultato 🙂

  26. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 17:29 | Permalink

    Posso farti le mie congratulazioni ufficiali ?
    Dispiace un po' che qui, al di qua della cortina, ci siano poche storie a lieto fine, ma ok, va bene così 🙂

  27. Fabiano
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 18:27 | Permalink

    Grande Marco!! Ottima notizia, sono contento per te e la tua famiglia! 🙂

  28. Michele Giuntoli
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 18:33 | Permalink

    Congratulazioni vivissime!
    Adesso hai tutto il tempo per scrivere una nuova serie di articoli divulgativi 🙂
    Li aspettiamo con impazienza!

  29. My_May
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 18:57 | Permalink

    Sono contento...un in bocca a lupo a tutta la famiglia.

  30. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 20:35 | Permalink

    WoW! Complimenti!

    Spero che ti rimanga qualche ritaglio di tempo per insegnarci ancora qualcosa. 😉

  31. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 22:42 | Permalink

    I teorici che conosco son andati tutti a finire in Spagna invece.

    Che i teorici preferiscano la sangria?

    Complimentissimi comunque 😀

  32. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 23:08 | Permalink

    Congratulazioni Marco, è sempre bello leggere dei successi altrui 😉
    Spero che ti rimanga un poco di tempo anche per noi che ti seguiamo su queste pagine!
    In bocca al lupo per questa nuova avventura...

    Erik

  33. Daniele
    Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 23:14 | Permalink

    Che bello, anche se non ci conosciamo son proprio contento!!!
    Adesso che stai per diventare una persona importante e con tante responsabilità... magari... ehm... non sarebbe... forse... il caso... di utilizzare una foto un po' meglio di questa qua sotto??? Scherzo(?), un abbraccio, daniele

  34. Pubblicato il 1 settembre 2011 alle 23:54 | Permalink

    @Daniele: eh, la fai facile. Nel mio giro sono io che faccio le foto, ergo foto mie ne ho proprio poche. Quella qui sotto l'ha fatta il figlio decenne di un mio amico che era curioso di provare la mia macchina 🙂

  35. francesco
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 00:06 | Permalink

    Caro Marco tantissimi complimenti per l'essere arrivato "uno"......tu forse non lo ricordi ma molti anni fa Dino Zandegù un noto velocista veneto dopo essere arrivato per primo al traguardo, intervistato dalla rai, davanti alle telecamere si rivolse alla mamma dicendo " Ciao mama so rivà uno" suscitando l'ilarità di mezza Italia. Scusa la divagazione fuori tema. Complimenti ancora anche per la bravura di essere riuscito a far quadrare il cerchio famiglia-lavoro. Capisco molto bene le preoccupazioni che hai avuto quando dovevi trovarti " un lavoro" io le ho vissute e non certo per un lavoro come il tuo ma le preoccupazioni erano le stesse. Auguri a te e famiglia

  36. Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 00:17 | Permalink

    Congratulazioni per il tuo nuovo impiego. Speriamo che un giorno anche il nostro "amato" Bel Paese possa adeguarsi a standard sostenibili per i ricercatori!

  37. Lorenzo
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 09:00 | Permalink

    Congratulazioni vivissime! Bravo!

  38. blokkkkko
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 09:39 | Permalink

    Io non ho mai detto nulla ma al Canada un po' ci speravo, ci avrebbe sicuramente obbligato ad un bel viaggetto per venirvi a trovare (tra l'altro giusto un momento fa ho appreso che "Money For Nothing" non poteva essere suonata alla radio canadese perché vietata).

  39. Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 09:43 | Permalink

    @blokkkkko: vorrà dire che ci andremo in vacanza insieme, non appena tutta la prole sarà in grado di pagaiare (perché ovviamente l'interesse sono i boschi e i laghi, no?).

  40. blokkkkko
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 10:03 | Permalink

    Sì, un trekking in Canada era una delle possibilità prima di pensare a Luca!

  41. Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 10:25 | Permalink

    Secondo me, con i dovuti aggiustamenti, si può fare anche con prole, ma tra qualche anno, diciamo circa 10 per Luca e Giulia, un po' meno per le gemelle, e chissà se noi avremo altro da portare. Chiaramente non tutto a piedi come avremmo fatto "prima", diciamo una combinazione di camper, bici e canoa? Quest'anno un mio caro amico ha girato i parchi negli States con due gagni di 10 e 8, con un paio di igloo. Si può fare.

  42. Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 10:57 | Permalink

    Congratulazioni! Penso che lo meritassi davvero e che sia un passo importante di una bella carriera. Resta l'amarezza di continuare a vedere ' la meglio gioventù' apprezzata all'estero e trasparente in Italia.
    Quando ne saprai un po' di più, perchè non ci scrivi un bel post sulla politica di reclutamento al CNRS? Tanto per capire meglio la differenza...

  43. Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 10:59 | Permalink

    @Lucia: potrei farlo, magari un po' più avanti. Ma la pagina di Marco Cirelli che ho linkato contiene veramente già tutto.

  44. Ele
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 11:57 | Permalink

    Congratulazioni!

  45. Claudio Bizzotto
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 13:58 | Permalink

    Congratulazioni!

  46. Marina Napoleoni
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 14:42 | Permalink

    Congratulazioni vivissime! Spero che avrai sempre il tempo di coltivare ed aggiornare il tuo bellissimo sito. A me non pare vero che uno scienziato come te si dedichi anche alla divulgazione scientifica di una materia così problematica.... Non abbandonare quelli come me che amano la fisica ma non capiscono nulla di formule matematiche!!!! Saluti

  47. andrea
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 14:47 | Permalink

    Complimenti vivissimi e congratulazioni!
    Seguo il tuo blog e ti faccio i complimenti per quello che fai. E' veramente un sollievo quando la posizione lavorativa si stabilizza, specialmente se si hanno dei figli.

  48. Giovanni
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 17:19 | Permalink

    Volevo scrivere tante cose, di come in Italia non funzionano le cose, di come persone valide non riescono a raggiungere o almeno ad avvicinarsi ai propri sogni (vedi Peppe), di quello che lasceremo ai nostri figli etc.. ma poi mi son detto che alla fine scrivo o penso sempre le stesse cose ed è del tutto inutile.
    Quindi ti faccio lemie congratulazioni e spero che continuerai a scrivere, in questo modo tramite i tuoi scritti si materializza quello che avrei desiderato fare (anche se in altro ambito) e forse non ho avuto l'ardire di conquistare.
    Posso dire che per adesso mi accontento di questo decennale precariato nella speranza, remota visto l'andazzo, che la situazione volga (l'anno prossimo) alla stabilità. Intanto coltiverò sempre questa passione. Giù con metodi matematici....

  49. Daniele
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 18:24 | Permalink

    Vabbè c'ho provato! 🙂 A proposito, complimenti per le foto fatte in Russia, non ci crederai ma, tra le altre, trovo la foto di Olga strepitosa!

  50. Pier
    Pubblicato il 2 settembre 2011 alle 18:28 | Permalink

    Complimenti Marco! E poi Annecy e' una cittadina bellissima.

  51. luigi
    Pubblicato il 3 settembre 2011 alle 00:18 | Permalink

    bravo! bravo ! bravo !
    sono contento per te e per la tua famiglia .
    non vedo l'ora di ricominciare a "tediarmi" con le tue nuove lezioni .
    buon lavoro !

  52. Claudio
    Pubblicato il 3 settembre 2011 alle 02:00 | Permalink

    Complimenti Marco!
    Sono contento per te 😀

    PS: in questi giorni sono al CERN per la tesi, magari se ho tempo potrei venire a salutarti di persona: lavori nel building 40?

  53. emilio
    Pubblicato il 3 settembre 2011 alle 14:46 | Permalink

    waooo sono felice....auguri

  54. Pubblicato il 3 settembre 2011 alle 15:53 | Permalink

    @Claudio: il tempo è sempre tiranno, ma una pausa per un caffé non costa mai troppo. Sto al 40, nella torre D (quella blu) al primo piano. Fatti vivo.

  55. Claudio
    Pubblicato il 3 settembre 2011 alle 16:08 | Permalink

    Ok, allora magari passo lunedì nel pomeriggio 🙂

  56. Pubblicato il 4 settembre 2011 alle 10:55 | Permalink

    Ciao Marco, complimentissimi! Siamo sicur* che te lo meriti. Leggendo questo tuo post ci siamo letteralmente commoss*!! Non ci conosciamo di persona, ma ti seguiamo da almeno un paio di anni. Io (Dario) leggo tutti i tuoi post, poi riassumo a Federica, qui a fianco intenta a smanettare su un'altra tastiera 🙂
    Con il tempo sei diventato un amico, una persona da incontrare con piacere, anche se virtualmente. E sapere che hai risolto un problema così importante ci ha reso davvero felici! Buon tutto!!
    Dario e Federica

  57. luca
    Pubblicato il 4 settembre 2011 alle 16:23 | Permalink

    wow!!!!!!...complimenti...però...mi raccomando non trascurare borborigmi !

  58. Marco
    Pubblicato il 5 settembre 2011 alle 01:39 | Permalink

    Complimentissimi Marco.
    Almeno ogni tanto qualche buona notizia c'e' ed e' incoraggiante vedere che qualcuno che e' molto in gamba riesce ad ottenere cio' che merita!
    Grazie anche per cio' che condividi con noi sul tuo blog!

  59. Sax
    Pubblicato il 5 settembre 2011 alle 01:53 | Permalink

    Cari complimenti,
    un' imbocca al lupo nn ti si addice, dalle mie parti si usa dire "in.ulo alla balena" ...nel tuo caso, se così si può dire, in.ulo al bosone! 😉
    Hai scritto che stai lavorando ad un progetto "segreto".. nn ci lasciare troppo a bocca asciutta.. aspettiamo impazienti i tuoi post!

  60. Andrea bressi
    Pubblicato il 5 settembre 2011 alle 09:21 | Permalink

    Congratz!

    a tal proposito ti segnalo questo, a meno che non l'abbia già visto in giro!

    http://www.ilpost.it/amedeobalbi/2011/09/04/pensieri-cupi-di-inizio-semestre/

    buone cose!
    A.

  61. Pubblicato il 5 settembre 2011 alle 09:42 | Permalink

    @AndreaBressi: visto e ricircolato, nella consueta tristezza della lucidità 🙁

  62. Pubblicato il 5 settembre 2011 alle 09:46 | Permalink

    @Sax: il progetto resta segreto perché per adesso è veramente in uno stato peggio che embrionale. Appena/Se inizierà a prendere forma e concretezza ve ne parlo.

  63. Enrico
    Pubblicato il 5 settembre 2011 alle 12:05 | Permalink

    Una gran bella notizia!!!

    congratulazioni anche da parte mia!!!

    Enrico

    P.S. non mollare Borborigmi eh!.. 😉

  64. GIGI
    Pubblicato il 5 settembre 2011 alle 14:16 | Permalink

    Congratulazioni e complimenti, Marco.
    In fondo al cuore ero certo che avresti trovato un "posto permanente" ( sono un pessimista malato di inguaribile ottimismo e voglio continuare a credere che il merito venga premiato).
    Ora sei nell' IN2P3, "les deux infinis": quale posizione migliore per indagare l'universo?

  65. Pubblicato il 5 settembre 2011 alle 14:35 | Permalink

    Mi stavo scordando di farti i complimenti!

  66. Claudio
    Pubblicato il 6 settembre 2011 alle 13:45 | Permalink

    Evvai!!! Congratulazioni Marco!

  67. Emanuele
    Pubblicato il 7 settembre 2011 alle 10:40 | Permalink

    Non. Sai. Quanto. Sono. Felice. Per. Te.
    Che bello che ogni tanto le cose finiscano bene...

  68. Daniele
    Pubblicato il 9 settembre 2011 alle 14:26 | Permalink

    Anche se non ci conosciamo mi viene spontaneo farti i miei complimenti. Dopo il dottorato sono anche io alla ricerca di un futuro che concili la Fisica con il resto della mia vita e capisco le tue pene. In bocca al lupo.

  69. lallo
    Pubblicato il 13 settembre 2011 alle 10:23 | Permalink

    So che è quasi certamente una segnalazione inutile (in quanto risaputa) ma l'Ardeche e il Tarn meritano in canoa.

  70. elena dusi
    Pubblicato il 14 settembre 2011 alle 22:16 | Permalink

    Provo molta gioia per te. Che bravo sei

  71. Davide
    Pubblicato il 17 settembre 2011 alle 23:15 | Permalink

    Ciao Marco volevo chiederti due cose:
    una è che oggi ascoltavo la lezione di religione e mi sembrava che le cose che ci venivano dette fossero soltanto palle. Cioè quasi tutti i racconti vanno contro le leggi della fisica anche più comuni e quindi dovrebbe essere facile ammettere in modo scientifico la non esistenza di dio. L'unico posto o periodo dove non si può escludere l'esistenza di un creatore è prima del big bang (come scrive Hawking) ma questo perchè non sappiamo ancora descrivere cosa c'era prima perchè non ha interazioni con il presente. Immagino che un fisico possa smontare la teologia in 5 minuti. Tu che ne pensi? immagino tu abbia una risposta illuminante a riguardo 🙂
    la seconda cosa è che mi serviva il consiglio su un libro ("il principio antropico" di Barrow) se lo conosci mi sai dire se posso capirci qualcosa o prima dovrei leggere qualcosa di meno impegnativo? Grazie in anticipo

  72. X
    Pubblicato il 18 settembre 2011 alle 14:29 | Permalink

    Ottimo! Leggo solo adesso, quindi con ritardo ti faccio le mie congratulazioni per l'incarico! E a volerla dire tutta, Annecy è anche una bella cittadina e i panorami lungo la strada da Ginevra incantevoli. Stereo a manetta e via... 🙂

  73. Anna
    Pubblicato il 19 settembre 2011 alle 00:09 | Permalink

    Sono capitata qui dopo tanto tempo e sono contenta di leggere una buona notizia.
    Avrei preferito leggere di un concorso vinto in Italia, ma i tempi non sono (ancora) maturi.
    Lo so, sono un'inguaribile ottimista, ma non è una colpa.
    Marco Cirelli era nel mio Liceo, qualche anno avanti rispetto a me. Ci siamo ritrovati a Fisica, cosi' come con suo fratello, perché abbiamo una carissima amica in comune.
    Il mondo è piccolo e la Fisica unisce, no?
    Un monte di auguri e buon lavoro!
    Anna

  74. Pubblicato il 22 settembre 2011 alle 17:35 | Permalink

    @X: in effetti la strada è proprio bella. Se non piove. O nevica. 🙂

  75. Pubblicato il 22 settembre 2011 alle 17:39 | Permalink

    @Anna: ciao, ben ritrovata!

    Un concorso in Italia? Quando non mi obbligheranno a tradurre in italiano il CV in inglese, non mi costringeranno a spolverare i libri di Fisica 2 per passare lo scritto, si decideranno a bandire posti vagamente adatti alla mia età e esperienza, e ripristineranno qualcosa di simile a una ricostituzione di carriera, allora lo prenderò in considerazione. Per adesso sono miraggi, nel futuro chissà.

    Buffo che tu conosca Marco, io l'ho incrociato qui al CERN (ed per i vari incroci ella vita, era con me a Mosca quest'estate.

    Auguri e buon lavoro a te!

  76. angela
    Pubblicato il 22 settembre 2011 alle 21:36 | Permalink

    che bella notizia leggo
    giusto in tempo per le meritate congratulazioni
    (et tant pis pour l'Italie)

  77. evaldo
    Pubblicato il 23 settembre 2011 alle 10:21 | Permalink

    superata la velocità della luce dai neutrini sparati dal cern e rilevati al gran sasso ???
    Cngs (Cern Neutrino to Gran Sasso)

    E=mc2......addio, se la notizia fosse confermata.....

    Marco un commento...

  78. Pubblicato il 23 settembre 2011 alle 10:35 | Permalink
  79. dario
    Pubblicato il 9 ottobre 2011 alle 11:46 | Permalink
  80. Claudio
    Pubblicato il 27 agosto 2012 alle 18:25 | Permalink

    Ciao Marco,

    scusami ma per vari motivi ho letto solo oggi. Continui ad essere un orgoglio per tutti noi. Sono veramente fiero dei tuoi risultati. Ho anche avuto modo di parlare con Marco Cirelli recentemente (mi ha fatto da mentore per diventare guida ufficiale CERN) e trovo sia una persona splendida. Trovo stimolante sapere che da qualche parte i giovani Italiani sono considerati come meritano. Bravo davvero!

  81. Carlo Guida
    Pubblicato il 31 agosto 2012 alle 11:26 | Permalink

    Complimenti vivissimi,
    le bella notizie sono così rare; un riconoscimento importante: un incarico permanente per un impegno permanente.
    Buon divertimento

5 Trackback

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii