Indiscrezioni, sussurri e bufale

Nell'attesa del seminario di mercoledì, lunedì mattina sarò ospite di Radio 3 Scienza per parlare di con Elisabetta Tola di indiscrezioni, sussurri e bufale intorno alle attività del CERN di Ginevra.

Non fatevi illusioni: niente Higgs, e niente fisica, se non molto alla lontana. Chiacchiereremo invece di come sia evoluta la comunicazione delle grandi novità della ricerca scientifica, di chi guadagna qualcosa da questi pettegolezzi, e se valgono veramente la pena (suggerimento: secondo me, assolutamente no. Ma le cose sono ovviamente più complicate di così).

Se non mi casca niente in testa durante il fine settimana, magari ci sentiamo lunedì mattina alla radio, intorno alle 11.

Aggiornamento [2/7/2012]: nel caso vi foste persi la puntata, potete riascoltarla scaricando il file mp3 (finché resta in linea, che con la RAI non si sa mai). Che ne dite? Non sono stato troppo pedante?

Questo inserimento è stato pubblicato in Scienza e dintorni e il tag , , , , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

6 Commenti

  1. Pubblicato il 30 giugno 2012 alle 00:10 | Permalink

    Elisabetta: sei fortunato, è bravissima e ha una voce che staresti a sentirla anche se leggesse il segnale orario.

    I sussurri mi sembrano normali, invece le indiscrezioni hanno qualcosa di disonesto, un po' come barare dopo aver accettato le regole del gioco.
    Le bufale meriterebbero un puntata a sé- Buon divertimento, s.

  2. Vince
    Pubblicato il 2 luglio 2012 alle 11:23 | Permalink

    Grazie della segnalazione, è un piacere ascoltarti di persona 🙂

  3. GIGI
    Pubblicato il 2 luglio 2012 alle 13:43 | Permalink

    Ottimo intervento.
    Mi è sfuggito chi sia che ha preso Borborigmi per sinonimo di rumors.
    Nessuno impedirà mai a qualcuno (anzi a molti) di parlare a vanvera senza prima documentarsi.
    La divulgazione scientifica dovrebbe insegnare anche questo...

  4. My_May
    Pubblicato il 2 luglio 2012 alle 15:55 | Permalink

    Oh oh, ho scaricato il file e ho sentito l'intervista di Marco. Voce "tenorile". Bella e chiara anche la voce dell'intervistatrice.
    Sull'ultima domanda, forse la giornalista si riferiva ad una mia battuta recente sui rumors e l'accostamento con il significato di Borgognini. Era chiaramente solo una battuta e lo testimoniano gli emoticon tipo :D.
    C'è da dire che chi non è un fisico come me, ma solo un appasionato, da un certo punto di vista i "rumors" piacciono. Dall'altra parte sono d'accordo completamente con Marco visto che (almeno io, non fisico, non matematico e nemmeno scienziato) non darò mai nulla per scontato anche quando l'argomento trattato è da tutta la comunità scientificamente un dato ormai provato. Il mio è un atteggiamento in difesa dell'ignoto.
    E' chiaro che se uno incomincia a parlarmi di una distribuzione di probabilità di Poisson... anch'io vado in crisi 😛

  5. marco muroni
    Pubblicato il 3 luglio 2012 alle 09:10 | Permalink

    su "le scienze" online, stamane, ho letto dell' "annuncio" di Tevatron della quasi certezza dell'esistenza del bosone di Higgs (e &) tra 115 e 130 Gigaelettronvolt.

    Giusto per dire che ci sono arrivati prima...però in aggiunta (e ci mancherebbe) hanno detto che solo LHC potrà dare conferma e certezza...

    mah...

  6. Manu
    Pubblicato il 3 luglio 2012 alle 15:38 | Permalink

    Forse anche io sono pedante nell'animo 😉 ....ma sono pienamente d'accordo con tutto quel che hai detto!!!!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii