Come funziona LHC? La serie completa

Nonostante il blocco da blogger affaticato, e anche grazie alle strigliate della moglie, negli ultimi giorni ho fatto uno sforzo per terminale la serie di articoletti su come funziona LHC. Spero veramente che le cose siano più chiare che qualche mese fa. Per chi si fosse perso la sequenza, ecco qui l'ordine di lettura:

  1. Da dove arrivano i protoni che circolano in LHC?
  2. Come si accelera una particella (carica)?
  3. E se non c’è abbastanza spazio per un acceleratore lineare?
  4. Dall’idrogeno a LHC: un complesso di acceleratori
  5. Un’autostrada per protoni. A due corsie.
  6. Treni di protoni raggruppati in pacchetti.
  7. Come si fermano i fasci di LHC?

Per chi ama le formulette, nel mezzo c'è stata anche una digressione di calcolo che magari può interessare (con la sua soluzione). Mi fate sapere se la serie vi è piaciuta, e se il livello era adeguato? L'idea sarebbe di proseguire - prima o poi - con una serie simile sul funzionamento dei rivelatori. Appena trovo il tempo, neh! 😛

A margine, un paio di considerazioni.

Some rights reserved. Qualcuno mi ha chiesto se può riciclare il materiale di questi post per delle attività didattiche. La risposta è: certo, ben volentieri, citando la fonte, ma senza tentare di guadagnarci dei soldi, e senza modificarne il contenuto. Tutto il materiale ospitato da questo blog è pubblicato con Licenza Creative Commons "Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate", che tradotto significa: potete prenderlo, copiarlo, pubblicarlo altrove senza nemmeno dirmi nulla, ma per favore ricordatevi di dire che l’ho scritto io e che viene da qui, non tentare di lucrarci sopra, e non modificatelo. Mi rendo conto reiterare la cosa possa sembrare un pippone pazzesco, ma la scelta di una licenza Creative Commons ha parecchi scopi (persino politici!) sui quali mi va di insistere. Da un lato questi articoli mi costano un certo impegno: non chiedo nulla in cambio ma nemmeno mi va di vederli attribuiti ad altri (ed è già successo!). Da un altro lato, con la paternità mi assumo anche la responsabilità (anche scientifica) del contenuto, che è la ragione primaria per cui chiedo di non alterare testi e immagini: su quello che scrivo e disegno rispondo di persona, sulle modifiche non potrei proprio (a proposito delle immagini: se non c'è scritto niente, allora la foto o il diagramma è farina del mio sacco. Altrimenti trovate sempre una referenza, ovviamente da riportare in caso di ripubblicazione). Infine, mi preme fare un po' di pubblicità a un sistema intelligente pensato per difendere la paternità di un'opera di ingegno, senza per questo rimanere intrappolati nelle pastoie di un copyright tradizionale che soffoca la creatività e la diffusione delle idee. Voilà, l'ho detto dritto e chiaro.

A proposito. Ispirandomi all'esempio di Cory Doctorow con i suoi libri, sono tentato di proporre: se qualcuno ha tempo e voglia di mettere insieme un PDF degli articoletti li sopra, sarò lieto di ridistribuirlo da queste pagine, con l'opportuna citazione al volenteroso impaginatore. Chissà se funziona?

Funziona! Funziona! [22/10/2010]. Grazie a Claudio che ha impaginato le pagine usando LaTeX, e anche a tutti gli altri che hanno mandato la loro versione. Potete scaricare il PDF degli articoletti usando il link qui sotto: buona (ri)lettura!

Come funziona LHC? (5093)

Photon credit: CERN, TilarX.

Questo inserimento è stato pubblicato in Militanza, Fisica, Geeking & Hacking e il tag , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

22 Commenti

  1. Andrea Colangelo
    Pubblicato il 20 ottobre 2010 alle 11:42 | Permalink

    A proposito della tua idea di raccogliere tutti gli articoletti: è da un pò di tempo che ho voglia/bisogno di imparare un pò Latex (in vista della tesi di laurea, soprattutto), e questa potrebbe essere un'occasione per me di smanacciarci un pochino. Se per te va bene, mi ritaglio un pò di tempo libero e comincio a lavorarci. 🙂

  2. Pubblicato il 20 ottobre 2010 alle 13:47 | Permalink

    Forza Andrea!
    Avrai la mia eterna riconoscenza, almeno per un po', ti allenerai per la tesi, LaTeX (come diavolo si scrive senza lui) può sempre tornare utile, il lavoro di Marco merita 😀

  3. Pubblicato il 20 ottobre 2010 alle 14:18 | Permalink

    Il file LHC.pdf.zip con le 8 pagine di articoli + commenti tratti dal tuo sito, lo puoi scaricare da
    http://www.davethewave.it/docs/LHC.pdf.zip
    appena lo hai scaricato, mandami un'email, così lo tolgo da lì e tu ne fai l'uso che preferisci.
    (tutto per farmi perdonare la battuta su Bondi di qualche tempo fa... =D )

  4. Pubblicato il 20 ottobre 2010 alle 14:19 | Permalink

    Comunque sono molto interessato a come funzionano i rivelatori. dacci dentro! =)
    buona giornata
    DaVe

  5. GIGI
    Pubblicato il 20 ottobre 2010 alle 14:23 | Permalink

    Mi fate sapere se la serie vi è piaciuta, e se il livello era adeguato?
    Ottimo lavoro, come sempre.
    Non stancarti di fare quello che sai fare!

  6. Cosimo
    Pubblicato il 20 ottobre 2010 alle 14:44 | Permalink

    Dai non mollare con il blog!! siamo in tanti che seguiamo interessati!!

  7. Pubblicato il 20 ottobre 2010 alle 16:36 | Permalink

    @DaveTheWave: grazie. In realtà pensavo a qualcosa di un dito più che un printout delle pagine :-), più o meno sulla linea di quello che propone Andrea Colangelo.

    @Andrea: mi sembra un'ottima idea! Fammi sapere, fammi sapere...

  8. Claudio
    Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 01:54 | Permalink

    Ho trasportato in Latex tutti gli articoli, comprese le foto, i testi in corsivetto e in grassetto e i link 😀
    Nell'archivio ci sono i sorgenti di Latex, le immagini e il pdf finale: a causa delle immagini è un po' grandino, 18 MB...
    L'ho messo su Dropbox.
    Ne ho approffittato per rileggere tutti i post, tanto fra poco devo dare l'esame di macchine acceleratrici, quindi sono capitati proprio al momento giusto 😀

  9. Marco Cirelli
    Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 07:57 | Permalink

    Grazie per la precisazione sulla Creative Commons Licence!

    Pero' mi pare che qui si stia un po' esagerando col fondamentalismo: nello zelo di citare la fonte delle foto di questo post, ora si deve dare credito financo ai fotoni che le hanno generate? 😉

    Si fa per scherzare. Cancella pure il commento pseudoarguto una volta corretto il typo.

  10. Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 13:02 | Permalink

    La serie è bella, interessante ed utile. Sentiti ringraziamenti alla moglie spronatrice 😉

  11. umbe
    Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 14:03 | Permalink

    prova a scaricare da qui: se hai bisogno di modifiche fammi sapere.

  12. Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 14:49 | Permalink

    Umberto e Claudio, grazie mille!

    (Ho rimosso i link dai commenti perché appena si finalizza una versiona la metto su epr bene con un contatore, per vedere quante ne vanno via).

    Claudio, la versione fatta con Latex mi garba assai, ti scrivo in privato per un paio di dettagli.

    Umberto, grazie per lo sforzo! Ti offendi se mi tengo la versione di Claudio? Sarà che amo Latex, ma mi piace di più... 😛

  13. umbe
    Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 15:01 | Permalink

    Ah..l'amore..!!

  14. Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 16:10 | Permalink

    C'e' bisogno di chiederlo? la serie ci e' piaciuta tantissimo 🙂 non vedo l'ora di leggerne ancora 🙂

  15. angela
    Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 18:17 | Permalink

    la serie è pregevolissima
    grazie

  16. franco zoccheddu
    Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 22:41 | Permalink

    Franco, da Oristano. Scrivo un romanzo sulle persone che fanno la fisica, sulla loro onestà e disonestà, sul potere della conoscenza e dell'ignoranza. Sul fatto che si invecchia ma la fisica rimane, sui segreti che in un attimo non lo sarebbero più se un computer viaggiasse nel tempo. Su Pisa negli anni ottanta, con Bellettini che mi insegnava fisica uno e intanto cavalcava intorno a fermilab e scopriva top quark, su un certo russo che ad akademgorodok odiava gli stringhisti. Su una strana nipote bellissima e bionda di Rutherford, che ama il freesbee e il tensore di ricci. Sai se qualcuno potrebbe leggere una roba simile? Grazie per la pazienza, nessuno mi ha insegnato lhc come il tuo blog!

  17. Pubblicato il 21 ottobre 2010 alle 23:19 | Permalink

    Qualcuno nel senso di un editor di una casa editrice? Mmm, non credo di poterti aiutare. Qualcuno come me? Forse, ma non so bene quando. Qualche fisico curioso sulla rete? Probabilmente. Perché non lo metti a disposizione su Scribd?

  18. Nick
    Pubblicato il 24 ottobre 2010 alle 13:24 | Permalink

    Wow non vedo l' ora di rileggerli tutti!! Complimenti per l' idea!!

  19. Claudio
    Pubblicato il 5 novembre 2010 alle 17:14 | Permalink

    Ciao Marco, siamo entrati a pieno titolo nella fisica degli ioni pesanti con LHC (i primi due fasci stanno circolando ed il ramp finito). Hai qualche informazioni su come vengono immessi gli ioni nell'acceleratore? Grazie!

  20. la nonna
    Pubblicato il 5 novembre 2010 alle 20:54 | Permalink

    Caro Marco, sono quella vecchia signora che ti ha scritto qualche mese fa per chiederti un elenco di libri di fisica, elenco che mi hai gentilmente mandato, libri che ho diligentemente letto non capendo purtroppo tutto quello che avrei voluto, ma travolta dall'entusiasmo sono andata a visitare il C.E.R.N. a Ginevra e mi sono divertita moltissimo.
    Ieri ho visto due titoli di libri di Feynman:" Q.E.D: la strana teoria della luce e della materia" e " Sei pezzi facili": Cosa dici, sono abbordabili per una completa sprovveduta sorretta solo dalla curiosità? Saluti a Oliver
    una nonna ( come età potrei essere la tua)

  21. GIGI
    Pubblicato il 8 novembre 2010 alle 16:21 | Permalink

    Non so nella confederazione o nella douce France, ma in Italia TG e quotidiani titolano sul piombo supercaldo che state cominciando a produrre. Ci ragguagli, appena puoi? Merci beaucoup.

  22. Claudio
    Pubblicato il 9 novembre 2010 alle 14:41 | Permalink

    http://www.youtube.com/watch?v=cUTYUcx0yVs

    ecco un assaggio di cio che si sta vedendo in ALICE control room.

2 Trackback

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii