L'ultima estate. Il racconto completo.

Ho raccolto qui sotto i link a tutte le puntate de L'ultima estate, per chi volesse rileggere tutto dal principio e senza sosta. L'ultima estate è (stato) un esperimento di "scrittura post-adolescenziale postuma", ispirato al podcast Mortified. In sostanza, ho ripubblicato un testo scritto tra l'estate del 1994, l'autunno del 1997 e la primavera del 1999, aggiungendo qualche commento scritto oggi, a più o meno 20 anni di distanza, mentre rileggevo e cambiavo i nomi dei protagonisti.

We are freaks and we are fragile, but we all survived.

  1. Partenza (antefatti e motivazioni, e una vacanza in auto che inizia in treno)
  2. Liguria, venerdì 5 agosto 1994 (spensierati a San Fruttuoso)
  3. Liguria, sabato 6 agosto 1994 (Sarzana è un postaccio, e io non so comportarmi in pubblico)
  4. Liguria, domenica 7 agosto 1994 (poco da fare, poco tempo, pochi soldi, poco tutto)
  5. Emilia, lunedì 8 agosto 1994 (una sbronza colossale al Festival di Liberazione)
  6. Emilia, martedì 9 agosto 1994 (scazzati a Bologna)
  7. Emilia, mercoledì 10 agosto 1994 (dove si parla di fanciulle in topless e di Gatchaman)
  8. Emilia, giovedì 11 agosto 1994 (automobili e equipaggi, e un compagno di viaggio maniaco)
  9. Emilia, venerdì 12 agosto 1994 (aspirina, tavernello e altre tristezze)
  10. Romagna, sabato 13 agosto 1994 (la rivoluzione non è un pranzo di gala)
  11. Romagna, domenica 14 agosto 1994 (tagliatelle, amici che partono, artisti di strada e palline da tennis)
  12. Romagna, lunedì 15 agosto 1994 (di auto rotte e paranoie varie a Galeata)
  13. Romagna, martedì 16 agosto 1994 (di solitudine e tristezza, silenzio e codardia e palline da giocoliere)
  14. Romagna, mercoledì 17 agosto 1994 (finalmente si parla di sesso. O di quanto poco sesso si facesse all'epoca)
  15. Umbria, giovedì 18 agosto 1994 (di come il gruppo si sgretola, finalmente ci separiamo, e io vado in bianco come sempre)
  16. Umbria, venerdì 19 agosto 1994 (alcuni annegano le tristezze nel'alcool, io guido e veglio sobriamente)
  17. Toscana, sabato 20 agosto 1994 (i giochi erano fatti, le rabbie fuoriuscite e tutte le parole da dire dette)
  18. Ritorno: Torino, domenica 21 agosto 1994 (il viaggio è finito, l'amarezza resta)

Buona lettura, e buone vacanze!

P.S. Se qualcuno tra i miei amici pensa di essersi identificato tra i personaggi del racconto, beh... si, sei proprio tu! Se qualcuno invece pensa di aver identificato tutti i personaggi (ma proprio tutti) mi scriva in privato, che gli assegno un premio!

Questo inserimento è stato pubblicato in Vita di frontiera e il tag . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii