Per la cronaca

Alla fine a Riva del Garda non ci sono andato, più o meno come previsto, ché uno deve trovare un equilibrio scansando crolli psicofisici, potenziali ingiunzioni di divorzio, e calorimetri che chiamano a gran voce la babysitter.

Mi spiace un po', perché il programma dello Science Camp era proprio interessante, e mi sarebbe piaciuto partecipare al dibattito. Ho persino fatto un tentativo, seguendo lo streaming messo a disposizione dalla BlogFest, ma purtroppo cascava ogni 3 minuti, riprendendo sistematicamente con 30 secondi imposti di pubblicità, per di più localizzata in francese: è finita che mi sono stufato presto. Magari qualcuno dei relatori farà un sommario, speriamo. E magari il prossimo ScienceCamp lo si organizza in un posto che non sia sistematicamente scomodo per tutti, in un posto con i muri (pare venisse giù il diluvio, laggiù come dappertutto, solo che i poveri a Riva erano sotto un gazebo da festa estiva), e forse pure senza il contorno di tutto il resto.

A proposito del resto, ieri in serata hanno annunciato i vincitori dei MIA 2012, alla quale qualcuno aveva proditoriamente candidato Borborigmi. State tranquilli, nonostante i vostri voti, di cui vi ringrazio di cuore, non ho vinto nulla. Nella categoria "Miglior blog tecnico-scientifico" ha vinto Focus, in quella di "Sito rivelazione dell'anno" un certo ClioMakeUp, se capisco bene un blog dedicato al trucco. Fate un po' voi.

Ah, è stato eletto sito dell'anno Giallo Zafferano. Vado a vedere a che punto è il boeuf bourguignon.

Aggiornamento [8/10/2012]: il video intero del Science Camp è stato messo online, eccolo qui:

Questo inserimento è stato pubblicato in Scienza e dintorni, Mezzi e messaggi e il tag , , , , , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

13 Commenti

  1. Pubblicato il 30 settembre 2012 alle 19:26 | Permalink

    Dai i MIA sono così.
    W i Borborigmi!!!11

  2. Pubblicato il 1 ottobre 2012 alle 08:53 | Permalink

    Capisco la speranza di vincere qualcosa per aver conferma del buon operato però in spiaggia sono pochi i matti che vedi con libri scientifici o giochi di fisica della particelle .. 😉 ... di solito ci si trova Gazzette, Settimane Enigmistiche, Focus, Riviste di Cucina e giornaletti scandalistici vari.

    Ma noi, non molleremo!!

    W Borborigmi!

  3. Pubblicato il 1 ottobre 2012 alle 08:57 | Permalink

    Beh, io personalmente non mi aspettavo proprio di vincere nulla, figuratevi. Ma ecco, magari avrei sperato che vincesse qualcuno di migliore, o anche solo di meno scontato. Per dire, scegliere Repubblica.it come miglior sito di news mi sembra un dito banalotto. E così per gli altri. Poi ci sarebbe da dire sulle categorie Twitter, ma meriterebbe una (psico)analisi a sé.

  4. Pubblicato il 1 ottobre 2012 alle 10:16 | Permalink

    se la maggior parte dei votanti ha votato a caso come me nelle categorie dove non mi interessava votare, capisco il risultato.
    nemmeno i Nobel a volte vanno ai più meritevoli... 🙂

  5. Patrizia
    Pubblicato il 1 ottobre 2012 alle 13:53 | Permalink

    Un "certo" Cliomakeup è il prodotto di una web talent italiana da 90 MILIONI di visualizzazioni e 765.000 fan su Facebook...fai un po' tu...

  6. Pubblicato il 1 ottobre 2012 alle 14:08 | Permalink

    @Patrizia: e infatti, chapeau, niente da dire, anzi. Sono io l'ignorante di blogosfera italiana (e certamente anche di make-up e progetti affini 🙂 ).

  7. Patrizia1
    Pubblicato il 1 ottobre 2012 alle 14:23 | Permalink

    Chapeau!Personalmente ammiro gli studiosi,ma non capisco il sarcasmo.Non sempre si risulta vincitori.Accade che la simpatia,la solarità ,la tenacia di una giovane e perché no la competenza attirino piu' di un trattato.Così' e' la vita.Viva i ricercatori,ma viva anche chi riesce a catalizzare su quelle cose che tu credi futili.Dobbiamo essere tutti piu' umili.E Clio possiede l'umiltà che tutti le riconoscono.Non si dice da qualche parte che gli ultimi saranno i primi?

  8. Pubblicato il 1 ottobre 2012 alle 14:34 | Permalink

    @Patrizia: nessun sarcasmo, ci mancherebbe, e tantomeno invidia. Non conoscevo l'85% dei candidati ai premi, e se qualcuno non mi candidava a mia totale insaputa non sarei nemmeno andato a curiosare: il web è un posto strano, vasto e interconnesso ma spesso molto settoriale. Che poi questo sito sia un "trattato" (termine che immagino sottintenda "noioso"), da mettere in opposizione a "simpatia, solarità, tenacia e competenza" trovata altrove, è un'opinione interessante, ma probabilmente anche discutibile.

  9. My_May
    Pubblicato il 1 ottobre 2012 alle 14:38 | Permalink

    A questo non avevo pensato: apparire va notevolmente più di moda che capire.
    Al massimo basta solo capire come apparire ... Chapeau! 😛

  10. Algoritmo
    Pubblicato il 1 ottobre 2012 alle 15:27 | Permalink

    Poi chi ha talento prima o poi si fa conoscere.Talento,passione eumilta'.Sono d'accordo.

  11. GIGI
    Pubblicato il 2 ottobre 2012 alle 14:22 | Permalink

    Amici miei, è già andata bene che abbia vinto Focus e non un sito di "pseudoscienza".
    Poi cos'altro se non il trucco e la cucina? Ah sì, il calcio. Com'è, era escluso dalla competizione?
    Per quel che riguarda la pioggia di Riva, Marco, hai fatto bene a rinunciare, a mio avviso. Nonostante la tua straordinaria (in senso letterale: non da tutti) capacità di lavoro è bene che anche tu faccia delle scelte. Te lo dico con l'età di un padre. 🙂

  12. Xisy
    Pubblicato il 2 ottobre 2012 alle 15:47 | Permalink

    ehi: "streming" !! (-:

  13. Pubblicato il 2 ottobre 2012 alle 16:40 | Permalink

    Eh, era uno streaming che stremava 🙂 (corretto!)

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii