Fare un po' di quelle cose che si prendono solo i ritagli

Oliver sulla traccia verso Bec RatiCade la neve, arriva Natale, il CERN chiude per il consueto shutdown invernale (Ehi! Qui per essere sicuri che la gente si levi di torno spengono persino il riscaldamento negli uffici!), e questo blog si prende una (meritata?) pausa. O meglio, il blog resta sveglio ed attivo, è il suo autore che se ne va in vacanza: senza computer, senza connessione alla rete, lontano da acceleratore, rivelatore, articoli da finire, codice c++ da scrivere, lavagne di calcoli da correggere e simulazioni e plot da finire, fino ai primi di Gennaio. A tentare di fare un po' di quelle cose che purtroppo si prendono solo i ritagli della vita.

Lista incompleta delle cose da (tentare di) realizzare nelle prossime due settimane: importare quantità illegali di cioccolato svizzero e salmone affumicato in Italia, abilmente nascosti tra i pannolini di Giulia (al CERN c'è un traffico sotterraneo di salmone affumicato importato direttamente dal bibliotecario scandinavo, buono da non credere - il salmone, ma anche il bibliotecario); incontrare tutti i parenti fino alle terza generazione e gli amici torinesi senza impazzire, e senza bere più di 6 caffè al giorno; fare il pane norvegese per le tartine con il salmone di cui sopra (e l'uovo strapazzato, il burro e l'aneto); svaligiare le librerie torinesi cercando di soddisfare almeno una parte della mia (incompleta) lista dei desideri; esercitarmi nell'uso del flash lontano dalla macchina fotografica, come uno strobista che si rispetti; regalarmi uno stativo da due lire, e magari un ombrellino argentato; passare un Natale semplice, con i nonni (di Giulia) e i fratelli e le sorelle (di Irene e miei); e Oliver, ovviamente; infilarmi le racchette da neve ai piedi e Giulia sulle spalle, e immergermi in posti dove l'unico rumore sia il gocciolare del ghiaccio che scioglie sulle rocce; sciare a turni con Irene, un giornaliero di La Thuile in due, e qualche amico con cui andare mentre l'altro genitore di turno testa la massima velocità raggiungibile da un bob con una bimba di un anno sopra; leggere; suonare la chitarra fino a farmi tornare i bei calli di un tempo; leggere; leggere ancora, che non basta mai; approfittarne per tacere un po', dentro e fuori; stare ad ascoltare, che il periodo è propizio per voci che arrivano da lontano.

Passate un buon Natale. Fate spazio, se vi riesce. A presto.

P.S. Ovviamente, se proprio ci tenete, queste pagine rimangono aperte ai commenti: vedete di comportarvi bene e non lasciare in giro schifezze, che al mio rientro non avrò troppa voglia di fare le grandi pulizie. Ah, nel caso non l'aveste notato, i commenti di questo blog non sono moderati (c'è ben poco di moderato in questo blog, in tutti sensi), tranne - automaticamente - nel caso in cui contengano un link (è una banale misura anti-spam), o saltuariamente per altre imperscutabili ragioni interne a WordPress che non mi azzardo ad indagare (il vostro email? Il vostro stile di scrittura? Chissà): in ogni caso, è piuttosto verosimile che nelle prossime due settimane non mi connetta a verificare, rispondere e moderare, dunque - se non vedete apparire il vostro commento - rilassatevi. Non è grave.

Questo inserimento è stato pubblicato in Vita di frontiera e il tag , , , , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

15 Commenti

  1. Pubblicato il 19 dicembre 2008 alle 17:07 | Permalink

    Auguri e buone vacanze allora^^
    P.s. Attenti a Giulia xD

  2. Connie
    Pubblicato il 19 dicembre 2008 alle 17:27 | Permalink

    Auguri di buone feste.
    ..magari avrò il piacere di incontrarvi al parco con Oliver...
    Io inizio a lanciare qualche sasso eh.. 😛

  3. Pubblicato il 19 dicembre 2008 alle 17:33 | Permalink

    Auguri di Buon Natale e un Felice 2009!
    Io lavoro ancora tre giorni poi mi dedicherò alla costruzione di improbabili architetture di Kapla (non metto il link se no mi antispammano) con il mio bimbo duenne-e-mezzo.

  4. Max
    Pubblicato il 19 dicembre 2008 alle 17:49 | Permalink

    ..... e io mi aspetto un natale al lavoro, maremma buhaiola....
    Quest' anno in quanto a ferie gira malaccio.

    Auguri a tutti !

    Max

  5. Stefano
    Pubblicato il 19 dicembre 2008 alle 17:50 | Permalink

    Auguri a tutti!! Buone feste!

  6. adriana
    Pubblicato il 19 dicembre 2008 alle 18:18 | Permalink

    che bella la neve finta!!!
    belle e tranquille vacanze 🙂

  7. Pubblicato il 19 dicembre 2008 alle 20:38 | Permalink

    o_O Max, ma di dove sei? Io abito a Grosseto o_O e solo lì si dice maremma buhaiola XD

  8. Xisy
    Pubblicato il 19 dicembre 2008 alle 21:56 | Permalink

    shut..che? oh ma non è che staccano pure lxplus??? auguri!

  9. delo
    Pubblicato il 20 dicembre 2008 alle 01:38 | Permalink

    Buona Natale!

    hey ma non e' che abbiamo troppe passioni in comune (oltre l'ambito di ricerca) ?
    Praticmanente faro' le stesse cose che farai tu...
    fotografia, chitarra, parenti. Mi mancano solo lettura e attivita' sulla neve.
    Io finalmente mi concentrero' sull'aspetto enogastronomico

    p.s.
    non credo che lxplus vada giu'...
    forse... ...

  10. QL
    Pubblicato il 20 dicembre 2008 alle 16:07 | Permalink

    Buon Natale e Buon Anno! Speriamo che il prossimo porti una ventata di buone novità! Ciao ciao e salutaci tutti da parte nostra! ;D

  11. claudio b.
    Pubblicato il 24 dicembre 2008 alle 13:55 | Permalink

    Ocio con Giulia e il bob: se vado per analogia con la mia bimba, appena appena si "gaserà" con la velocità, sarà un crescendo inarrestabile e potreste trovarvi a infrangere il muro del suono su bob (ed è una premessa "pericolosa" per quando scierà... parola di uno che sugli sci ne ha combinata qualcuna...)

    Senza voler fare pubblicità occulta, un giorno o l'altro (cioè adesso... 😉 ) ti chiederò che macchina fotografica usi, e come ti trovi... Io al momento sono MOOOOLTO indeciso tra almeno quattro macchine diverse...

    Auguri di buone feste a tutti !!!!!!!!!!!

  12. Vincenzo
    Pubblicato il 24 dicembre 2008 alle 13:56 | Permalink

    AUGURI DI BUON NATALE. Vincenzo da Dubai

  13. Francesco
    Pubblicato il 25 dicembre 2008 alle 21:57 | Permalink

    Ciao auguri e buone vacanze, io purtroppo (o per fortuna) lavorerò, e forse è anche un bene perchè a me le feste fanno venire la depressione. Beato te che puoi leggere così tanto, ho letto "la breve storia del (quasi) tutto", bello anche se la sesta parte ho fatto fatica a dogerirla, comunque interessante. Ciao auguri e apresto.

  14. Pubblicato il 5 gennaio 2009 alle 12:53 | Permalink

    @Tutti: grazie per gli auguri, buon anno a tutti. Da queste parti non si festeggia l'Epifania, dunque siamo tutti al lavoro da oggi. Ma il blog starà silente ancora un po', che sto meditando qualche cambiamento. Pazientate.

    @Claudio: Da un anno sono felice possessore di una Nikon D80, con la quale ho soppiantato in modo praticamente definitivo le reflex a pellicola che usavo prima. Sono molto contento dell'oggetto, che fa esattamente al caso mio. Ovviamente non prenderlo per un suggerimento: ogni fotografo è diverso e non esiste una macchina ideale per tutti. Per decidere temo dovrai capire bene che cosa vuoi farci (e, nel caso di una reflex, anche valutare che tipo di corredo di lenti magari già possiedi). Buona fortuna (e la limite ne riparliamo in privato, se vuoi).

  15. delo
    Pubblicato il 5 gennaio 2009 alle 19:30 | Permalink

    D80!
    anch'io ho quella!
    Buon re-inizio

    delo

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii