C'è del LEGO sparso per il CERN

Un gorilla LEGO tra i computer del CERN (da Symmetry Magazine)

Un gorilla LEGO tra i computer del CERN (da Symmetry Magazine)

Se l'idea di progettare un esperimento di fisica delle particelle con una linea di fascio del CERN vi sembra troppo difficile, o semplicemente non avete più l'età per essere dichiarati "studenti di scuola superiore", c'è almeno un altro concorso indetto dal CERN a cui potete provare a partecipare da qui alla fine del mese di Gennaio.

A Marzo dell'anno scorso, le telecamere di Google sono passate dal CERN per fotografarne spazi e luoghi, con l'idea di far apparire anche le zone sperimentali del laboratorio in Google Street View. Immediatamente prima che iniziasse la raccolta delle fotografie, Stefan Lüders, l'addetto alla sicurezza di computer del CERN, ha avuto un'idea geniale. Siccome Stefan, come apparentemente molti scienziati, ha una passione per il LEGO, ha pensato bene di nascondere in giro per il Computing Center del CERN una serie di minifigurine LEGO, pronte a essere fotografate dagli obiettivi di Google. Apparentemente ne ha piazzate 40 un po' dappertutto: sopra agli armadi dei server, per terra, dietro a macchine e scaffali... Se gli chiedete, vi dirà che almeno 20 tra le minifigurine che ha nascosto sono visibili cercando tra le immagini di Google Street View, anche se non esclude che un cercatore con occhio attento potrebbe trovarne di più.

Ecco dunque il gioco: se, girellando tra le immagini, trovaste almeno tre minifigurine LEGO, fate uno screenshot delle immagini, e mandatele per email a TreasureHunt-ComputingCentre@cern.ch. C'è tempo fino al 31 gennaio (dunque manca poco!), e tra tutti quelli che avranno scovato almeno tre personaggi LEGO verrano estratti due vincitori, ai quali andrà uno dei premi "natalizi" del CERN. Buona ricerca!

Questo inserimento è stato pubblicato in Scienza e dintorni e il tag , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

9 Commenti

  1. Mat
    Pubblicato il 25 gennaio 2014 alle 09:27 | Permalink

    ci sono indiscrezioni su come sta andando?

  2. Pubblicato il 25 gennaio 2014 alle 09:28 | Permalink

    Eh, eh, eh, massimo riserbo... 🙂

  3. Pubblicato il 25 gennaio 2014 alle 11:36 | Permalink

    Grazie della segnalazione 😉

  4. Gianna Grassi
    Pubblicato il 26 gennaio 2014 alle 13:15 | Permalink

    Ci sono riuscita! Un impresa pazzesca, peggio dei video game della Nasa, ma estremamente divertente , Grazie

  5. Pubblicato il 26 gennaio 2014 alle 13:43 | Permalink

    Davvero una bella idea, semplice e efficace 🙂 la passione per la ricerca mantiene viva la curiosità e l'ironia...

    Peccato però che le immagini di google siano così scadenti; sono molto migliorati rispetto ad un anno fa, ma le sferiche sono ancora davvero scadenti, sia per risoluzione, che per la cura di zenit e nadir e i dettagli sono trascurati.
    Certo a quelli di Google in questa fase la qualità non interessa: stanno monopolizzando il mercato e con questo obiettivo il colosso si muove coprendoti con una valanga di immagini (spesso gratis, magari ce lo puoi confermare?) così da travolgere qualunque altro panofotografo, è una logica di mercato e non c'è certo nulla da recriminare.

    Tuttavia, se mi è concesso, ritengo ancora che la fotografia sià una forma d'arte: un luogo come il CERN meritava scatti di qualità maggiore! Su questo non ho dubbi.

    Se trovo il tempo mi metto a caccia anch'io.

  6. Pubblicato il 26 gennaio 2014 alle 17:03 | Permalink

    Se se ne trovano più di 3 c'è maggior possibilità di vincere o il numero è un fattore indifferente?

  7. Pubblicato il 26 gennaio 2014 alle 20:35 | Permalink

    No, penso che non conti nulla, immagino estrarranno a sorte tra tutti quelli che sono sopra la soglia delle 3

  8. Pubblicato il 26 gennaio 2014 alle 20:55 | Permalink

    Allora sono a posto, tento la fortuna! Grazie!

  9. Pubblicato il 27 gennaio 2014 alle 14:54 | Permalink

    Mail inviata!

    Che la forza sia con me! ^_^

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii