Domande e risposte sparse sul (presunto) bosone di Higgs scoperto al CERN

Come promesso la settimana scorsa, qualche tentativo di rispondere alla miriade di domande che avete lasciato qui e là nei commenti. Se ne avete altre, lasciatele nei commenti a questo articolo.

Siamo veramente sicuri che sia il bosone di Higgs? Non potrebbe essere qualcos'altro?

No, non siamo sicuri. A parte il fatto che nella scienza c'è sempre molto poco di sicuro (le cose si conoscono con certo livello di confidenza, o, se preferite, con una certa probabilità - possibilmente piccola - di essersi sbagliati), è troppo presto per poter affermare che questa nuova particella sia effettivamente il bosone scalare previsto dal meccanismo di Higgs. Quello che sappiamo è che si tratta di un bosone, altrimenti non potrebbe manifestarsi nei decadimenti che abbiamo osservato. Sappiamo anche che si è fatto vedere con modi che assomigliano molto a quelli che ci attenderemmo se questa particella fosse proprio il (o un) bosone di Higgs. Siccome però le misure dei ritmi di decadimento sono ancora piuttosto imprecise, altrettanto impreciso è quello che possiamo dire sulla sua natura. Riassumendo: la nuova particella osservata è un bosone, e assomiglia veramente molto al bosone di Higgs. Solo il tempo e più dati ci diranno se si tratta proprio del bosone previsto da Peter Higgs e compagnia, o una sua variante molto simile, che si comporta in modo lievemente diverso a causa di qualche altro meccanismo da scoprire. Ovviamente qui tutti facciamo il tifo per questa seconda ipotesi.

Aspetta, aspetta: come hai detto che fate a dire che è un bosone?

Questa nuova particella decade in due fotoni, i quali hanno una proprietà, lo "spin", pari a 1. Di conseguenza, siccome questa proprietà chiamata "spin" si conserva nei decadimenti, la particella da cui questi fotoni vengono deve avere spin 0 o spin 2 (lo spin è una quantità vettoriale, per cui queste sono le sole combinazioni possibili di due particelle con spin 1. Non chiedete altre spiegazioni, ok?). Sia 0 che 2 sono quantità intere, e i bosoni hanno per definizione spin intero: QED! (i fermioni, l'altra categoria di particelle possibili, hanno spin semi-intero: 1/2, 3/2, ...).

Allora sapete che spin ha, vero?

No, non ancora. Sappiamo che deve avere spin 0 oppure 2, ma i dati sono ancora troppo pochi per distinguere tra i due casi. Per farlo, dovremmo studiare la distribuzione angolare dei due fotoni, ma il problema principale è, come sempre, il rumore di fondo. Giusto per farvi sognare un po', lasciatemi aggiungere che un bosone di Higgs è previsto avere spin 0, mentre un gravitone dovrebbe avere spin 2 (il che non vuol dire che questa nuova particella potrebbe essere un gravitone, è un po' troppo leggere per esserlo. Ma potrebbe magari essere un radione, per quanto sia meno probabile).

I segnali e le masse del (presunto) bosone di Higgs osservato da ATLAS e CMS sono compatibili?

Visti gli errori che a oggi hanno le misure di massa di questa nuova particella, direi proprio di si. A margine, la misura della massa di questa nuova particella è quacosa che si potrà fare con un certa precisione con tutti i dati raccolti nel 2012: restare sintonizzati.

Perché, se questa nuova particella che abbiamo scoperto ha massa di circa 125 GeV, con un acceleratore che fa 2 TeV come Tevatron si fatica a produrla e vederla? E perché anche a LHC, con ben 7 TeV a disposizione, la produzione è così rara?

Le ragioni sono molteplici, ma la principale è questa: sia Tevatron che LHC collidono protoni (e antiprotoni), che non sono particelle elementari, ma composte (da quark e gluoni). In una collisione, quelli che interagiscono sono un quark o un gluone di un protone con un quark(o un gluone dell'altro protone (o antiprotone). Se i protoni dei fasci hanno un'energia di 1 o 3.5 TeV, i loro costituenti ne trasportano invece solo una frazione. Se l'energia nel centro di massa è dunque 2 o anche 7 TeV, quella veramente disponibile nella collisione per produrre nuove particelle è normalmente molta meno. Se a questo aggiungete una piccola probabilità di produzione, capirete le difficoltà. Perché allora costruire dei collisionatori di adroni, e non di elettroni e positroni, che, in quanto elementari, metterebbero a dispozione tutta la loro energia in una collisione? Perché accelerare elettroni è più difficile che accelerare protoni, per un fenomeno chiamato radiazione di sincrotrone, che i vecchi lettori conoscono bene. E dunque si sopperisce alla minore energia disponibile e all'ambiente caotico con un sacco di collisioni.

Cosa succederebbe se potessimo manipolare il bosone di Higgs, in modo da eliminarne l'interazione con le particelle elementari, che non avrebbero dunque più massa? Saremmo tutto senza massa? Viaggeremmo alla velocità della luce?

Piano, piano, piano! Il meccanismo di Higgs da massa alla particelle elementari, ma buona parte della massa delle particelle composte (come il protone) non viene dalla sola somma delle masse dei costituenti, ma dall'energia di legame dovuta all'interazione forte. Per capirci: se i quark up e down non avessero massa, il protone sarebbe comunque parecchio pesante, e così la materia ordinaria. Il problema sarebbe piuttosto che protoni e neutroni avrebbero esattamente la stessa massa, e nulla impedirebbe al protone di decadere in un neutrone, o che i due oscillino l'uno nell'altro. Ergo, addio nuclei atomici stabili, addio materia, addio stelle, pianeti, persone, gatti, palline da tennis. Ma la massa informe di quello che ci sarebbe al loro posto, non viaggerebbe alla velocità della luce. Mi spiace.

P.S. quest'ultima risposta richiederebbe molto più spazio di approfondimento, e penso che ne dovrò ridiscutere con Oliver al più presto. Non tartassatemi di domande su questo, ok?

Questo inserimento è stato pubblicato in Fisica e il tag , , , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

99 Commenti

  1. Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 10:43 | Permalink

    Salve,

    avrei una domanda piu` "tecnica" che altro.

    Le ricostruzioni degli eventi che vengono fatte (come quella nella pagina di apertura di questo articolo, oppure come questa di ALICE per cosa vengono usate? Che tipo di analisi permettono di fare? Sono solamente immagini che vengono prodotte "a margine" delle analisi perche` sono molto belle da vedere per fare divulgazione e/o per la stampa?

    Grazie mille!

  2. Gio95
    Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 11:14 | Permalink

    Bello l'articolo! Ecco altre due domande: questo pdf dell'INFN sul bosone di Higgs >>> http://download.repubblica.it/pdf/2012/ambiente/metastabilita.pdf afferma che "L'esistenza del nostro universo dipende dal valore della massa del quark Top e di quella del bosone di Higgs". 1) Perché la massa dell'Higgs e del Top sono così correlate? 2) E perché dalla massa del bosone di Higgs dipendono i diversi "tipi di stabilità" dell'universo? Grazie 🙂

  3. Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 12:56 | Permalink

    Una domanda che ho fatto sul mio blog: il campo di Higgs permette di spiegare perché i mediatori della forza debole, W e Z, appaiano come particelle massive. Il mediatore del campo di Higgs è proprio il famoso bosone di Higgs. La domanda è: ma l’interazione delle particelle con il bosone di Higgs rappresenta un diverso tipo di forza? O è sempre la forza debole? O qualcosì'altro?
    Perdona l'ignoranza, ma non ho mai fatto fisica teorica e istituzioni è l'esame che ho fatto peggio 😉

  4. My_May
    Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 14:19 | Permalink

    La domanda che faccio sempre la ripropongo qui.
    Anzi la divido in due (non si sa mai che abbia capito male).
    Le diverse particelle elementari hanno masse differenti? Se la risposta fosse si, come è possibile che il campo di Higgs dia più massa ad una particella elementare e meno ad un'altra? Se le particelle elementari sono tutte senza massa, per principio, ed è il campo di Higgs a offrirne un po' a tutti, come mai alcune risultano più massive di altre?
    Una domanda secondaria è: se le particelle elementari sono tutte uguali e senza massa, perchè sono chiamate in modo diverso? Si identifica la diversità delle particelle elementari dalla massa? O hanno altre proprietà?
    Per esempio il fatto che i fermioni abbiamo spin semintero e i bosoni spin intero da cosa è dovuto se per principio le particelle non sono dissimili fra loro?
    Basta con le domande..per oggi 🙂

  5. Claudio
    Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 16:28 | Permalink

    Ciao Marco,

    l'altra sera alla radio di ginevra hanno intervistato un professore di Manchester il quale diceva che con una massa cosi bassa rispetto alle attese il meccanismo di Higgs potrebbe essere qualcosa di più complesso e che il bosone a 126 GeV non sia il solo responsabile. In pratica ammetteva la possibile esistenza di altre particelle sconosciute. Cosa ne pensi? grazie

  6. Buzz
    Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 17:38 | Permalink

    Ciao Marco,
    non ho ben capito l'ultima parte: ma quindi il campo di Higgs agisce solo sulle particelle elementari e non su quelle composte?
    Se non ci fosse il campo di Higgs, questo non significherebbe che anche le particelle composte si muoverebbero alla velocità della luce e quindi sarebbero prive di massa?

    PS: so che hai chiesto di non tartassarti su questo argomento, ma la curiosità è tanta. Tutti parlano della vostra scoperta, ma in pochi spiegano bene "che cosa" avete scoperto 🙂

  7. Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 17:39 | Permalink

    @Buzz: il campo di Higgs agisce sulle particelle elementari. Quelle composte sono fatte da particelle elementari, ergo agisce anche su queste. Quello che però non fa è essere responsabile di tutta la massa delle particelle composte. Per i dettagli, aspetta le chiacchiere con Oliver.

  8. Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 17:42 | Permalink

    @kp: non si fa fisica con gli event display, al limite sono un modo per cercare problemi macroscopici. Oppure, come hai ben detto, per fare propaganda e dare alla stampa 🙂

  9. GIGI
    Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 18:03 | Permalink

    Spero che Oliver ti stia sempre attorno scodinzolando, finchè non gli togli le NOSTRE curosità.
    A proposito, è la prima volta che sento nominare il "radione", e saltabeccando nel WEB, sono arrivato solo alla tua pagina di auguri a Feynman. Chissà se la cosa interessa anche ad Oliver...

  10. Vince
    Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 18:24 | Permalink

    Esistono configurazioni particolari dell'LHC che potranno aiutarvi meglio a ricercare le caratteristiche di questo nuovo bosone ora che sapete che esiste? Oppure gli alti livelli di luminosità/pileup/rumore di fondo sono 'ingredienti' imprescindibili dalla creazione di tali bosoni in quantità?

  11. Stefano
    Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 19:54 | Permalink

    non ho ancora capito perchè le particelle non andrebbero alla velocità della luce senza il bosone di Higgs, se quest'ultimo non ci fosse le particelle elementari non avrebbero massa quindi non sarebbero come i fotoni?

  12. Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 21:02 | Permalink

    Grazie mille per la risposta "in diretta".

    Con me la "propaganda" fatta con gli event display ha funzionato, ho scelto il curriculum particellare *anche* perché quando ho iniziato l'università vedevo quelli che per me all'epoca erano solamente dei disegni e mi affascinavano parecchio. :^)

  13. Alberto
    Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 21:06 | Permalink

    Io invece mi chiedevo se nell'intervallo di inclusione e considerato anche il margine di errore evidenziato da ATLAS e CMS, vi potrebbero essere anche le altre ipotetiche particelle di Higgs (neutre, con carica elettromagnetica e di colore): anche i grafici di produzione sui differenti canali di decadimento non sono proprio coincidenti allo stesso valore di massa.

    E giá che ci siamo, quando si terrà un seminario pubblico al CERN per illustrare lo stato attuale della ricerca su supersimmetria e dimensioni extra?

  14. Dav
    Pubblicato il 12 luglio 2012 alle 22:30 | Permalink

    Ho trovato qualcosa sui Radioni,
    Se la particella fosse un radione ( o anche un gravitone con massa) sarebbe una conferma diretta di una dimensione spaziale extra e un bel aiuto alla teoria delle stringhe?

  15. Francesco
    Pubblicato il 13 luglio 2012 alle 10:05 | Permalink

    A proposito della penultima domanda, cosa ne pensi dell'idea di Rubia di costruire un acceleratore muonico per produrre e studiare il/i bosone/i di Higgs?
    http://physicsworld.com/cws/article/news/2012/jul/05/new-boson-sparks-call-for-higgs-factory

  16. Gabriele
    Pubblicato il 13 luglio 2012 alle 23:14 | Permalink

    Ciao Marco. Ho una domanda piu' generale sull'uso dei dati dell'LHC. Nelle spiegazioni che hai dato e nella presentazione di Fabiola Giannotti ho capito che il Bosone di Higgs e' stato cercato anche ad energie molto piu' alte, oltre 200 GeV, e che queste regioni sono state escluse fin dalle prime misurazioni. Mi chiedo, vuole dire questo che a quelle energie non c'e' sicuramente alcuna particella (cioe' percepibile con l'LHC)? Escluderebbe questo la possibilita' di altri Bosoni fino a energie molto piu' alte? O la scoperta di questo Bosone cambia anche il "fondo" e quindi puo' darsi che ci possa ancora essere qualche cosa a quelle energie?

    Poi ho naturalmente un sacco di domande sull'ultimo paragrafo, ma hai chiesto di non farne, allora ne faccio solo una piu' semplice: conosco solo due meccanismi per creare massa, uno e' la massa a riposo, l'altro e' l'inerzia a velocita' prossime alla luce, dovuta alla relativita'. Ce ne sono altri?

  17. Dos
    Pubblicato il 14 luglio 2012 alle 00:05 | Permalink

    accelerando fino a velocità prossime a c anche il bosone di higgs aumenta la propria massa ?

  18. Giammy
    Pubblicato il 14 luglio 2012 alle 00:43 | Permalink

    Ciao Marco. Francamente non ho mai tifato per il meccanismo di Higgs, troppo artificioso e troppi punti oscuri 🙂
    Mi chiedevo se questa nuova particella potesse essere una particella supersimmetrica, o se qualche considerazione possa escludere questa ipotesi

  19. Asmaro
    Pubblicato il 14 luglio 2012 alle 16:00 | Permalink

    Se quello scoperto è effettivamente il bosone di higgs, credo che invece di aprire nuove strade per la scienza le chiude, mentre si aprirebbe il viale del tramonto per la fisica quantistica, quindi preferisco pensare che nei prossimi mesi venga dimostrato che non è l'higgs che si cercava, ma qualcosa di diverso.

  20. Alberto
    Pubblicato il 14 luglio 2012 alle 19:50 | Permalink

    @asmaro: ho giá avuto modo di capire che sei attento alle questioni legate al marketing della fisica moderna (che oggi determinano il 95% della comunicazione al pubblico rispetto alle reali novità, ultimo seminario CERN docet) quindi vorrei capire perché sei preoccupato.
    Con la rivelazione del quark top si poteva dire che era finita, ma ora di carne al fuoco per procedere con le ricerche ed ottenere finanziamenti per acceleratori sempre più potenti (cosa non facile durante una crisi economica e infatti ti basta vedere cosa ha deciso ultimamente il governo per INFN ma l'Italia è sempre un caso a parte) ce n'è da vendere: supersimmetria e dimensioni extra, per non parlare della ricerca di modelli alternativi allo SM! Se posso criticare (ed un pò sorridere) dell'ingenuità (chiamiamola così, i fisici sono pessimi showman/venditori), sicuramente gli argomenti non mancano più, anzi direi che è proprio iniziato un new deal. Aspettiamoci quindi una crescente spettacolarizzazione dei risultati della fisica!

  21. Asmaro
    Pubblicato il 15 luglio 2012 alle 09:49 | Permalink

    Fosse per me i soldi per la ricerca li triplicherei indipendentemente dall'Higgs. 🙂
    Non possiamo pensare di migliorare il ns futuro aspettando che venga la manna dal cielo ....... dobbiamo essere noi a scoprire cosa c'è dietro l'angolo.

  22. Giocher
    Pubblicato il 16 luglio 2012 alle 13:40 | Permalink

    Ti seguo da parecchio e trovo davvero di qualità il tuo lavoro.Magari è una domanda cretina:ma una volta che potremo avere la certezza che sto' benedetto Bosone è quello di Higgs,che ne sarà della teoria delle stringhe? 😉

  23. My_May
    Pubblicato il 19 luglio 2012 alle 09:49 | Permalink

    Una domanda stupida: si è detto che i bosoni hanno spin intero e i fermioni spin semi intero. Quindi l'Higgs (che è un bosone) ha spin intero. E' vero che hai chiesto di NON rivolgerti altre domande su questo punto.... ma credo sia una domanda che farebbe anche oliver: qual è la differenza fra uno spin intero e uno semi intero (a parte differenziare tra loro le particelle in bosoni e fermioni)?

    Le mie conoscenze sono amatoriali, e so che lo spin può essere paragonato (in senso figurativo) al moto rotatorio di una "trottola" (per Oliver forse andrebbe bene anche un osso che gira su proprio asse). I versi, su-giu, destra-sinistra ecc., sono in m.q. le variabili dell'osservabile spin.
    Sempre rimanendo nel vago della conoscenza amatoriale, per spin intero si può intendere il giro (virtuale) su di un asse (verticale-orrizontale-obliquo), che per i bosoni è completo e per i fermioni è pari alla metà? Oppure sono fuori strada?

  24. Pubblicato il 20 luglio 2012 alle 10:08 | Permalink

    Il problema per cui esito a rispondere a una domanda come questa, è che il paragone che fai non è affatto corretto, e per esempio proprio nei valori che lo spin può assumere, l'analogia con un momento angolare classico fallisce miseramente. Mi spiace, ma non andrò oltre... 🙂

  25. My_May
    Pubblicato il 20 luglio 2012 alle 10:24 | Permalink

    @Marco
    Chiarissimo.
    Le analogie sono il pane quotidiano di noi uomini "classici". Evidentemente in fondo alla sapienza matematica esiste (userò i contrari che ho trovato) un modello: inusuale, contemporaneo, novello, sui generis, inconsueto, bislacco, anticonformista, strano, irregolare, audace, diverso, eccezionale, strampalato, underground, fantasioso, sbilenco, bizzarro, di rottura, originale, aggiornato, balzano, capriccioso, moderno, eccentrico, atipico, balengo, infrequente, estroso, sconclusionato, balordo, geniale, insensato, pazzoide, strambo, mattoide, singolare, stravagante, anomalo, nuovo, alternativo, passeggero, sperimentale, particolare, insolito, effimero, fresco, recente, raro.

    Tra questi mi piace di più: bislacco, balzano e insensato. 🙂

  26. My_May
    Pubblicato il 21 luglio 2012 alle 16:55 | Permalink

    Mi stavo guardando in giro, nel tentativo di leggere qualcosa sugli spin e sulla differenza intrinseca fra bosoni e fermioni. Le butto qui, magari qualcuno mi da qualche dritta 🙂
    Il principio di esclusione di Pauli stabilisce che i fermioni (quindi particelle con spin semi-intero) non possano esistere contemporaneamente nello stesso stato. Su questa esclusione la mia "mente classica" non ha niente da eccepire. Il problema è che ai bosoni invece non è fatto divieto di esistere contemporaneamente nello stesso stato (legge Bose-Einstein). Quindi niente impedisce di avere nello stesso punto un infinito numero di bosoni tale da ottenere un campo infinito.

    Da quel che ho potuto capire è solo l'esperienza che ci dice che tali particelle (con questo strano comportamento da bosoni) abbiano spin intero. Ovvero non c'è una teoria che preveda perchè (e quando) si manifesta questa differenza.
    Siccome io capisco sempre il modo riduttivo, non faccio troppo affidamento al mio intuito.
    Però il mio intuito mi dice anche che spesso le scoperte più interessanti si annidano li dove nessuno ci aveva mai messo il dito, magari perchè si è sempre creduto che non ci fosse nulla da scoprire.

  27. dino
    Pubblicato il 23 luglio 2012 alle 17:09 | Permalink

    ciao Marco,

    personalmente ritengo che la scienza ufficiale si sia presa in modo a dir poco illegittimo la paternità di una scoperta che non ha mai fatto, e che da tempo è nella sua immaginazione ed ora ci vogliono far credere che sia una realtà... il bosone o la particella di dio non esistono e l'hanno tirate fuori proprio ora che quella stessa macchina ha dimostrato che la velocità della luce non è una costante... ce stata si una smentita, ma non ci credo come non credo al bosone ed a tutte le stronzate che sono state dette da Newton ed Eistein.... Marco hai una faccia simpatica, e ti scrivo la formula della forza di gravità ma di fatto è la formula dell'energia:
    Y=V*F.... posso anche dimostrare perché non esiste la particella di dio, e che la maggioranza delle ricerche che si fanno oggi è solo uno spreco di soldi e cervelli... mi presento sono dino d'alessandro il più grande scienziato del terzo millennio... conosco la fisica come nessuno mai ha saputo interpretare... non ci credi, e allora organizziamo un confronto e vedrai che ho una risposta scientifica per tutto... l'umanità potrebbe fare un salto evolutivo di 300 anni se solo mi permettete di spiegarvi come realmente funziona la Natura... ciaodino

  28. Pubblicato il 23 luglio 2012 alle 17:12 | Permalink

    Caro Dino,
    il solo fatto che tu abbia iniziato con "scienza ufficiale" stava facendoti finire nelle grinfie del mio filtro anti-spam. Alla fine ho deciso di lasciarti commentare, perché in fondo quello che scrivi e persino divertente: "mi presento sono dino d'alessandro il più grande scienziato del terzo millennio... conosco la fisica come nessuno mai ha saputo interpretare...". Wow... Vuoi un confronto? Magari non lo sai, ma di solito chi si occupa di scienza lo fa pubblicando le sue idee. Se riesci a farle accettare da un giornale peer-reviewed è anche meglio, ma alla peggio un blog gratuito oggi non si nega a nessuno. Però magari facciamo che non vieni a far baccano qui? Plonk...

  29. dino
    Pubblicato il 23 luglio 2012 alle 18:21 | Permalink

    ciao Marco,
    io non vengo per far baccano, e se digiti il mio nome su internet troverai molti scritti miei che equivalgono a pubblicazioni visto che sono pubbliche... cmq io affermo di esser il più grande scienziato contemporaneo semplicemente perché ho risposte scientifiche su argomenti che la scienza ufficiale non ha... io conosco come funziona la forza di gravità, Y=V*F...conosco perfettamente da dove viene tutta la materia esistente nell'universo... so come dare a tutta l'umanità l'energia di cui ha bisogno per vincere fame, sete, inquinamento e tante stupide e crudeli guerre... e conosco tante altre cose che tu neanche riesci ad immaginare... e posso provarle tutte in termini scientifici... questo mi rende il più grande scienziato contemporaneo e forse secondo solo all'anonimo che ha inventato la ruota... credo che un confronto con i migliori scienziati e premi nobel per la fisica me la sbrigherei in pochi minuti... gli toglierei il fiato subito, semplicemente perché io conosco la VERITA' mentre loro la immaginano soltanto... non sono un disturbatore ma uno scienziato che da anni vorrebbe condividere la grande conoscenza che ho acquisito in modo autodidatta e potrebbe vincere i più gravi mali di cui soffre l'umanità... spero che ti abbia incuriosito... fammi qualsiasi domanda inerente alla fisica generale ed avrai una risposta immediata.... (ora devo andare a cucinare, ho amici a cena, ma stasera o massimo domattina avrai la tua risposta, su qualsiasi argomento, contaci)
    ciaodino

  30. Pubblicato il 23 luglio 2012 alle 21:10 | Permalink

    @Dino: per un attimo ho pensato fossi un troll. Da una rapida ricerca vedo che invece appartieni a una specie diversa, di quelli che totalizzano il massimo punteggio a questo gioco qui. Ri-plonk (e se ti metti a sbraitare ti banno, uomo avvisato).

  31. dino
    Pubblicato il 24 luglio 2012 alle 02:07 | Permalink

    .... @Marco: io amo parlar di fisica, lo faccio a casa, al bar, da solo, mentre lavoro o allacciando il discorso con il primo che capita... io non sbraito, io sono un esperto di fisica razionale.... qui si dibatte di fisica, mi avvicino educatamente, deciso nel difendere le mie posizioni scientifiche, le quali sarei pronto a cambiare di fronte a evidenze contrarie... mi interessa la Verità... per essa cambio rotta ai miei pensieri, perché è della Verità che io sono innamorato, che sia storica, politica, scientifica e di semplice gossip... la scienza è la mia preferita ma ho già risolto tutto... ora questo sapere devo trasmetterlo, perché molte vite Umane ne possano beneficiare... cmq Marco è di fisica che mi interessava parlare... dove mi sento molto più preparato di tutti... ciaodino

  32. dino
    Pubblicato il 27 luglio 2012 alle 19:46 | Permalink

    ...aprite i blog di fisica, e vi impappagallite se qualcuno accetta l'invito... non so più che pensare... ciaodino

  33. dino
    Pubblicato il 5 agosto 2012 alle 11:24 | Permalink

    ...il fatto che tu non accetti il confronto non fa onore alla tua 'professione'... mio caro Marco, dal Latino e dal Greco FISICA = NATURA.... (studio della natura) io sono un appassionato della Natura, ed ho scoperto un sacco di cose, tu come gli altri fisici mi eviti come la peste, perché sai benissimo che perderesti il confronto, vi proclamate vincitori senza un confronto accusandomi di esser un Troll o chissà che altro... ma la realtà è che il vostro comportamento è vile, e la maggioranza di voi fisici non è altro che un'emissario spesso inconsapevole della più grande truffa mai concepita contro l'Umanità... la scienza accademica è controllata dalla grande finanza.... questo è il motivo principale di tante vite umane che ogni giorno si spengono per banali problemi che la scienza si rifiuta di risolvere perché corre dietro solo al profitto..... Y=V*F in questa formula è racchiusa la "TEORIA del TUTTO" ... tu continua a parlare di fisica con il tuo Oliver, e se ti contraddice non dargli più cibo... è così che vi costruite il consenso.... ti definisci un 'fisico renitente' in realtà sei come tutti gli altri, e cioè siete dei sacerdoti di una religione falsa e piena di dogmi... la SCIENZA è tutt'altra cosa mio caro..... ed io sono in grado di spiegarvela miei cari sapientoni...
    ciaodino

  34. dario
    Pubblicato il 5 agosto 2012 alle 15:52 | Permalink

    Dino...scusami, ma secondo me o hai un coraggio da leone o una sana incapacità di provare vergogna.
    Vieni a provocare sul blog di uno scienziato vero e lo sfidi con una formuletta da quinta elementare, Y=V*F...6=2*x...x=6/2...che valore ha x ?
    Il netto è uguale al peso meno la tara...se ci pensi anche qui c'è la teoria del tutto.
    Accetta tu la sfida, e risolvi il gioco dell'estate 2012.
    Altrimenti... dietro la lavagna a studiare !!

    P.S.
    @Marco scusami, lo so che non hai bisogno di difesa, però sta cosa è eclatante a dire poco...

  35. Mik2A
    Pubblicato il 5 agosto 2012 alle 16:30 | Permalink

    Per evitare cose come questa , oppure questa , suggerirei di vedere prima questo .

  36. My_May
    Pubblicato il 5 agosto 2012 alle 23:26 | Permalink

    @Mik2A dopo "questo" sono morto...dalle risate 😀

  37. Vince
    Pubblicato il 6 agosto 2012 alle 08:06 | Permalink

    @Mik2A, Avevo fatto delle ricerche sul personaggio e avevo trovato lo stesso video, non ho parole 🙂 Non l'avevo postato perché ritengo che certi personaggi debbano essere ignorati completamente, ma è a livello dei migliori comici di Zelig!

  38. marco
    Pubblicato il 6 agosto 2012 alle 23:20 | Permalink

    Solo una parola: GENIO.

    Cioè, da uno che non mi accetta nemmeno il secondo principio della dinamica sentirmi dire che un elettrone che gira crea un campo di attrazione che è l'analogo della gravitazione lo ritengo davvero geniale. E pensate se avesse mai preso sul serio un libro (fisica, letteratura, psicologia, non importa) cosa avrebbe inventato.

    Lo so, "don't feed the troll", pero' bisogna anche riconoscere i meriti.

  39. dino
    Pubblicato il 7 agosto 2012 alle 10:51 | Permalink

    ... "I miei studenti di fisica non capiscono, perché io stesso non capisco. Nessuno capisce. Spero che riusciate ad accettare la Natura così com'è : assurda".

    prof. Umberto Bartocci (prefazione del libro "Scoperte scientifiche non autorizzate")

    ...è questa la situazione reale in campo scientifico attualmente... per molti è un modo come un'altro per portare uno stipendio a casa, mentre per la grande maggioranza dell'umanità tutto ciò è indice di fame, sete, inquinamento, e terribili guerre... nel 2012 c'è più della metà dell'umanità che soffre, questo dimostra il fallimento della scienza ufficiale.... io saprei fare molto meglio e posso spiegarlo e provarlo... l'energia si conserva ovunque nell'universo, ci sono poche eccezioni una è senz'altro a ridosso di un corpo in rotazione dove si produce un'attrazione.... è questa la forza di gravità e se vuoi calcolarla devi usare questa mia formula Y=V*F che ha lo stesso margine di errore del teorema di Pitagora... la quale formula va ben oltre la stessa forza di gravità, ma se capite come funziona la gravità, l'umanità potrebbe già fare un salto evolutivo di almeno 200 anni... mi rivolgo agli scienziati, a domande stupide non rispondo, finora l'unico modo per vincermi è stato non farmi partecipare... è come vietare a Bolt di competere sui 100m.... Io mi considero il più grande scienziato contemporaneo perché conosco tante cose che nessuno ancora conosce, dando per scontato come un credo religioso teorie mediovali che si auto smentiscono da sole... inoltre lancio la sfida a tutti quelli che si considerano persone di scienza.... la scienza non è affatto democratica... non vince la maggioranza... vince la Verità... la cosa più facile è bannarmi come hanno fatto in tanti... ma se c'è qualcuno che ancora conserva un briciolo di curiosità scientifica, allora facciamocela questa benedetta chiacchierata, io non mordo mica... vorrei soltanto parlare di fisica.... iniziamo da dove vi pare... il titolo del blog è appropriato... volete sapere perché la ricerca del 'bosone' è soltanto una stupida chimera... utile per la sola ricerca di armi di distruzione di massa... se vi interessa ve lo spiego in poche righe... ma solo se vi interessa.... ciaodino

  40. dario
    Pubblicato il 7 agosto 2012 alle 14:19 | Permalink

    ".....a..a..aa stella morenno crea 'nvortice.....li mortanguerrieri.....esplodenno spurga tutte e'mpurità....'n fruncolo praticamente....lo spin spigne e gnutton non capisce 'nca@@@@.....volo"

    A me ricorda un altro personaggio molto simpatico, RICHARD BENSON.

  41. mmorselli
    Pubblicato il 10 agosto 2012 alle 04:00 | Permalink

    @Dino, dimmi che hai un blog, ti prego 😀

  42. dino
    Pubblicato il 11 agosto 2012 alle 02:55 | Permalink

    @mmorselli,

    ...non ho un mio blog, preferisco andare a dibattere in altrui forum o blog, ma specialmente i blog di 'scienziati' mi chiudono la porta in faccia o non rispondono affatto... sanno molto bene di esser perdenti con me, ed agiscono in modo stupido o sconclusionato... io posso soltanto dirgli che con me perderebbe chiunque, sono il più grande scienziato contemporaneo perché conosco verità che per tutti gli altri scienziati sono sconosciute... in poche parole è come rubare in chiesa, ma mi evitano come la peste, essi credono che il mio intento sia solo quello di sputtanare il loro falso sapere... in realtà voglio solo trasmettere una conoscenza scientifica che potrebbe risolvere rapidamente i più vergognosi problemi dell'umanità.... del resto è con la scienza che si produce la più grande truffa all'Umanità.... cialdino

  43. GIGI
    Pubblicato il 19 agosto 2012 alle 12:05 | Permalink

    Notata la bibliografia delle citazioni?
    ... "I miei studenti di fisica non capiscono, perché io stesso non capisco. Nessuno capisce. Spero che riusciate ad accettare la Natura così com'è : assurda".
    Il riferimento non è "QED" Richard Feynman, ma Bartocci: prefazione del libro "Scoperte scientifiche non autorizzate".
    Se avesse letto "Dick", almeno ogni tanto andrebbe a vedere la lap-dance o a suonare il bongo.
    P.S. quale malsano istinto ci spinge a perdere tempo dietro all'inutile, al brutto o al mostruoso ?

  44. dino
    Pubblicato il 20 agosto 2012 alle 09:31 | Permalink

    @gigi
    ...sei bello te...!!

    ...e poi non mi sembra che state dedicando tutto questo tempo... di fisica ancora non ho sentito parlare... cmq probabilmente sei un po' invidioso di fronte al più grande scienziato di sempre è pure normale sbavare un poco... questi scienziati che non sanno o non riescono a confrontarsi a me fanno ridere... ma la cosa è molto seria e verrà il giorno che presenterò il conto a tanti fanfaroni che si inventano la scienza.... ciaodino

  45. Pubblicato il 20 agosto 2012 alle 11:50 | Permalink

    @Dino: per quel che mi riguarda, di fisica questo sito è pieno. D'accordo, a livello divulgativo e approssimato, ma se serve posso fornire i dettagli e le referenze. Se hai qualcosa da obiettare a quanto sta scritto, e sei in grado di argomentare, sei il benvenuto. Se invece preferisci dichiararti ogni due righe "il più grande scienziato di sempre", per poi propinarci al massimo una formuletta lineare nemmeno spiegata, allora lascia perdere.

    In ogni caso, mi permetto di ricordarti le regole di buona creanza: se hai qualcosa da contribuire sugli argomenti di ci si discute da queste parti, bene. Se invece vieni a fare propaganda fumosa per la tua teoria eccezionale che spiegherebbe tutto, lagnandoti dell'establishment (capisci che vuol dire, vero?) scientifico, lasciati indicare la strada corretta. La cosa migliore è che tu torni a casa, scriva per bene tutta la tua splendida teoria, e poi la pubblichi da qualche parte. Mica necessariamente un giornale scientifico: quelli, si sa, sono in mano alla lobby masso-pluto-pippo-tolematica degli scienziati al soldo delle multinazionali delle patatine fritte. Va bene anche una paginetta web, oggi è facile farsene una aggratis senza troppo problemi, e senza manco sapere l'inglese. Poi torni qui, ci lasci il link, e magari noi veniamo a discutere le tue trovate a casa tua. E non temere, veniamo di sicuro: perché mai lasceremmo passare un'occasione simile di illuminazione? Attendiamo nuove.

  46. dino
    Pubblicato il 21 agosto 2012 alle 23:23 | Permalink

    perché non funziona ?

  47. dino
    Pubblicato il 22 agosto 2012 alle 12:18 | Permalink

    @Marco,
    non è mia intenzione criticare il tuo blog, che ritengo sia ben fatto e simpatico nel suo genere, quello che critico sono i contenuti scientifici che sembrano il risultato di un enorme frullato dove il vero-falso si mixxano centrifugati dal codice matematico che fa da frullatore... non prenderla come una critica personale perché non lo è.... per quanto riguarda il mio contributo a questa specifica discussione dico:
    tempo fà quando l'acceleratore LHC era ancora un progetto, scrissi a Maiano, aveva rilasciato un'intervista cercando astronomici fondi per l'operazione bosone di Higgs.... gli dissi , caro professore lei vuole spendere miliardi di€ dei contribuenti per scoprire qualcosa che io conosco e te lo dico gratis se vuoi.... non ebbi risposta da Maiano che riuscì a farsi dare i soldi per il suo tanto mega quanto stupido progetto... con qualsiasi acceleratore non potresti mai risalire all'origine della materia... la materia è una delle tante 'trasmudazioni' che riescono a fare quei rarefatti filamenti di gas presenti nell'universo... quei filamenti sono attratti e compressi da un corpo rotante e mutano il loro status a secondo della velocità di rotazione che produce compressione... aria, acqua, vapore, elettricità, fuoco, ed anche la MATERIA non potrebbero esistere senza i filamenti di gas cosmico rilevati ovunque abbiamo mandato sonde... come l'aria diventa acqua (h2O), l'acqua ghiaccio, oppure fuoco ed elettricità... diventa anche MATERIA, e questo avviene quando un Vortice ha compresso in modo estremo una quantità astronomica di filamenti di gas cosmico fino a farli esplodere, in quel preciso momento il vortice diventa una stella ma nell'esplosione tutto l'ossigeno intrappolato si trasmuda dallo stato gassoso a quello solido mediante fissione nucleare...

  48. Pubblicato il 22 agosto 2012 alle 12:45 | Permalink

    @Dino: forse il buon Luciano Maiani non ti rispose perché non usasti il cognome giusto? Sai, la gente se la prende quando qualcuno che pretende di avere tutte le risposte non riesce nemmeno a fare una ricerchina per trovare il nome giusto delle persone.

    Quanto alla teoria che proponi, messa così è pura alchimia. Fammi un calcolo e proponimi una predizione misurabile che si possa testare in laboratorio con un esperimento, e che sia diversa dalle predizioni proposte dalla fisica esistente. Poi ne riparliamo, neh? Altrimenti è fuffa, non scienza.

  49. dino
    Pubblicato il 22 agosto 2012 alle 13:21 | Permalink

    ...Marco questo blog si inceppa sempre...da tre giorni che mando post e non li prende...

    ciaodino

  50. Pubblicato il 22 agosto 2012 alle 14:06 | Permalink

    @Dino: saresti veramente il primo che si lamenta. Forse il blog è allergico? 🙂

  51. dario
    Pubblicato il 22 agosto 2012 alle 14:42 | Permalink

    @dino
    'trasmudazioni' o 'trasmutazioni ??
    no perchè sarebbe importante capirlo, come sarebbe importante capire i filamenti di gas chi o cosa li crea...e il vortice come nasce ?
    una sola cosa ho ben capito, sai cosa sono i passaggi di stato della materia ( aria-acqua)...
    e come aumenti l'entalpia del sistema dallo stato solido al plasma...:)

  52. dino d'alessandro
    Pubblicato il 22 agosto 2012 alle 18:42 | Permalink

    @Marco,

    se mi fai delle domande devi anche lasciarmi rispondere, vorrei rispondere a Dario ma ho già scritto diversi post a vuoto... deciditi, un minimo di onestà intellettuale deve sussistere almeno in un forum scientifico... non ci sono categorie che hanno il monopolio della ricerca scientifica... la competizione scientifica è aperta a tutti... nessuno escluso... i misteri della Natura restano tali finchè si svelano... poi diventano indovinelli per bambini... ciaodino

  53. Pubblicato il 22 agosto 2012 alle 19:26 | Permalink

    @Dino: guarda che io non ti ho fatto proprio nessuna domanda, alla meglio ti ho suggerito un metodo. Sei tu che sei sbarcato qui presentandoti umilmente come il più grande scienziato della storia, senza uno straccio di presentazione e con una bella supecazzola pseudoscientifica che non fa nemmeno ridere da quanto è approssimata e infantile.

    Ti ripeto dunque quello che già scritto, e poi smetto perché mi annoio: se pensi di avere qualcosa da dire, raccogli le idee, mettile insieme per bene, e pubblicale da qualche parte (ma non nei commenti a questi posto: questo non è un forum, è il mio blog personale, e stai andando un dito fuoritema). Poi facci sapere dove possiamo leggerle, commentarle e, se serve, smontarle in bricioline che ti ti ci vorranno un paio d'anni a raccoglierle tutte. Visto quello che hai scritto finora, non ci vorrà molto. Hai ragione: la competizione scientifica è aperta a tutti: partecipa dunque, invece di blaterare, e poi vediamo. Il resto è aria fritta. Amen.

    P.S. visto quel poco che si trova scritto da te in rete, permettimi nel frattempo di darti un consiglio: procurati una bilancia di torsione di Cavendish, e fai un paio di misure, come tutti gli studenti del prim'anno di fisica. Eviterai di renderti ridicolo più di quanto tu non abbia fatto finora.

  54. dino
    Pubblicato il 22 agosto 2012 alle 20:49 | Permalink

    cit.Marco
    ""Quanto alla teoria che proponi, messa così è pura alchimia. Fammi un calcolo e proponimi una predizione misurabile che si possa testare in laboratorio con un esperimento, e che sia diversa dalle predizioni proposte dalla fisica esistente. Poi ne riparliamo, neh? Altrimenti è fuffa, non scienza.""

    ...se in casa hai una vecchia caldaia a gas, ogni anno e bene controllarla, il controllo principale consiste nel liberare gli ugelli con delle speciali lime a ferro... quelle scorie si formano periodicamente è C02 è carbonio che si forma con l'ossigeno in fissione... anche la tua caldaia produce Materia... non so con precisione quanti metricubi di gas deve bruciare per formare un mm/cubo di Materia.... ma so che il volume di tutti i corpi celesti che gravitano nel sistema solare è il 2% del volume del sole...se poi togliamo i grandi pianeti gassosi, di Materia solida espulsa dal sole resta molto meno dell'1%... per quanto approssimato sia il mio calcolo possiamo dire che in rapporto nel volume di fuoco "caldaia e sole" abbiamo un risultato molto simile nella percentuale di creazione di MATERIA.....

    ...per quanto riguarda la bilancia di torsione, andiamoci insieme a visionare una bilancia di Cavendish ti mostrerò con quale stupido trucco sorreggono Newton ed Eistein.... ciaodino

  55. Pubblicato il 23 agosto 2012 alle 00:13 | Permalink

    @Dino: il carbonio nel CO2 verrebbe dall'ossigeno in "fissione"?!? E il metano lo buttiamo dentro perché da un buon odore alla stanza? Altro che Cavendish, qui è Lavoisier che si rivolta nella tomba!

    Vabbè, lasciamo perdere, vivi pure sereno nel tuo delirio, buon pro ti faccia. Passo e chiudo.

  56. dario
    Pubblicato il 23 agosto 2012 alle 09:55 | Permalink

    @dino
    io non sono uno scienziato, ma tecnico delle caldaie, e ti posso assicurare che quello che tu vedi come sporcizia negli ugelli della caldaia, non sono i residui di una reazione termonucleare bensì prodotti di corrosione e sporcizie varie contenute nel gas metano che scorrendo dentro tubi si porta dietro...
    la reazione chimica che avviene è la seguente "CH4 + 2 O2 -->  CO2 + 2 H2O+calore"
    in cui CO2 e H2O sono i prodotti della combustione.
    Nell’aria è presente anche l’azoto N2, che non interviene nella reazione: per ogni volume di O2 sono presenti 7,52 volumi di altri gas ( prevalentemente N2 ). La reazione pertanto diviene:
    CH4 + 2 O2 + 7,52 N2 -- > CO2 + 2 H2O + 7,52 N2 + calore
    ergo...
    Il processo di combustione è il maggiore produttore di particolato (air pollutants)
    5 categorie di inquinanti:
    a) Prodotti di una combustione incompleta: Aerosol combustibili (solidi e liquidi), incluso fumo; monossido di carbonio, CO; idrocarburi gassosi
    b) Anidride carbonica, CO2
    c) Ossidi di Azoto (NOx) monossido NO
    d) Emissioni da combustibili contaminanti: ceneri; metalli ossidi di Zolfo (SO2, SO3)
    e) Emissioni risultanti dagli additivi
    più una notevole quantità di acqua che comunque ossida...

  57. dario
    Pubblicato il 23 agosto 2012 alle 09:58 | Permalink

    ...quindi lascialo stare Marco e parla con me di fisica che stiamo allo stesso livello io e te...:) 🙂

  58. dino
    Pubblicato il 23 agosto 2012 alle 12:19 | Permalink

    @Dario,

    anche le scorie nucleari delle centrali atomiche sono CO2 che con la fissione nucleare si solidifica e non viene emesso nell'aria... tutta la MATERIA dell'universo non è altro che scorie prodotte nel preciso istante che la compressione di un buco nero o vortice è tale da esplodere e far nascere una Stella, la quale 'partorisce Materia' in una percentuale approssimativamente intorno all' 1% del volume stesso della stella madre...

    @Marco, se ritieni tutto ciò un delirio allora io non ho aggettivi per definire " materia oscura, antimateria, bosoni, gravitoni, quanti,quark,fotoni, fermioni...ecc..ecc.. tutti rigorosamente immaginari nessuno li ha mai visti ma perfettamente previsti dai grandi profeti della scienza, ed obbligano i studenti ad assimilazioni molto complesse proprio perché sono soltanto frutto di fantasia altamente contorta... la Fisica è molto più semplice di come la scienza ufficiale vuole mostrarci... e poi se proprio ti vuoi togliere 'la sete con il prosciutto'.... allora andiamo insieme a giocare con una bilancia di torsione e vedrai quanto labile è l'unica prova a sostegno delle teorie di Newton ed Einstein... scusa la durezza, ma quando parlo di fisica non faccio sconti a nessuno... ho una missione importante da compiere... voglio vincere la fame, la sete, l'inquinamento... e lo stress che tutto ciò crea all'Umanità... mi considero il più grande scienziato del pianeta ma da solo non posso farcela... datemi una mano ed in 5 anni i grandi mali dell' Umanità saranno solo un brutto ricordo... ed io posso finalmente occuparmi d'altro.... ciaodino

  59. Pubblicato il 23 agosto 2012 alle 12:29 | Permalink

    @Dino: sulla fissione, le stelle e la produzione di materia non commento nemmeno: stai dicendo cose a caso che ignorano ogni tipo di misura fatta. Ma immagino che il concetto di "misura" a sostegno delle proprie ipotesi ti sfugga completamente, visto come continui: tutti gli oggetti che citi sono stati ipotizzati e misurati (e non necessariamente in quest'ordine, tra l'altro) con conseguenze sperimentali chiare. Buona fortuna per la tua missione, e addio.

  60. dino
    Pubblicato il 24 agosto 2012 alle 23:50 | Permalink

    ...ancora non ho capito perché ti consideri un 'fisico renitente'... la parola renitente indicava chi per qualche motivo non faceva il militare qualche lustro fa... oggi non c'è più la leva obbligatoria e questa parola ormai non la sentivo più da anni... mi sfugge il significato corretto di 'fisico renitente'... mi sfuggono tante cose anche le tue considerazioni sulle teorie che consideri delle bufale... quando si scrivono e si pubblicano certe cose, poi devi aver il coraggio di ripeterle se un interlocutore le legge e ti chiede spiegazioni... tu non sei uno scienziato mio caro Marco Delmastro, sei uno dei tanti raccomandati riusciti a prendersi un buon posto di lavoro... tiettelo stretto ma non dire di esser uno scienziato, perché ti manca una caratteristica fondamentale... "la curiosità".... nel pieno del dibattito mi dici addio... questo è un segnale di paura ragazzo mio... uno scienziato non deve mai aver timore di dibattere le proprie convinzioni, ma deve esser pronto a cambiarle di fronte al sopraggiungere di prove scientifiche.... a questo gioco contano le PROVE e tu invece fai solo tante chiacchiere....

    @Dino: sulla fissione, le stelle e la produzione di materia non commento nemmeno:

    ...tu non sei all'altezza di farlo ragazzino... ci apri un blog per dare risposte così stupide....!?

    ciaodino

  61. Pubblicato il 25 agosto 2012 alle 00:21 | Permalink

    @Dino: ma si, dai, Dino, buttiamola in caciara quando non sappiamo più che cosa dire. Tre commenti fa ti andava di parlare con me, e alla prima critica un po' tagliente sono di colpo un ragazzino raccomandato? Mi piace soprattutto il fenomeno di transfert: adesso tu sei quello che ha portato le prove ed io quello che chiacchiera. Geniale, chissà che direbbe uno psicanalista...

    Comunque, siccome non mi interessa litigare, mi limito a ripetere, ma è l'ultima volta che ti rispondo: se hai qualcosa di coerente da farmi leggere fammi sapere, per le lagne complottiste passo volentieri il turno.

  62. Matteo Pascal
    Pubblicato il 25 agosto 2012 alle 00:39 | Permalink

    @Dino ...ma se il termine "renitente" è pure spiegato in una delle pagine principali del blog, con tanto di link ben visibile in alto a sinistra... mi sa che il blog non te lo sei mica letto tanto bene... http://www.borborigmi.org/a-proposito/

  63. Vince
    Pubblicato il 25 agosto 2012 alle 14:47 | Permalink

    @Marco: bellissimo il tuo ultimo twitter, speriamo che qualcuno abbia un'idea geniale per uscirne 😀

  64. pietro
    Pubblicato il 29 agosto 2012 alle 10:11 | Permalink

    Per sdrammatizzare posso farmi una grassissima risata????
    Vi invito a rileggere tutti i post dall'inizio e la conclusione non può che essere quella.
    Comunque il tuo post finale è.... be' purtroppo potrebbe essere applicato a troppe discussioni, dibattiti e interventi che terminano con insulti e battutine svuotando di ogni significato e arricchimento gli incontri e i confronti.

    Spero che la discussione non ti distragga dalle passeggiate con oliver perché aspetto con grande interesse le nuove spiegazioni dalla "Scienza Ufficiale".

  65. pietro
    Pubblicato il 29 agosto 2012 alle 10:18 | Permalink

    PS: Suggerisco, prima di leggere tutti i commenti, di rileggervi l'indice delle bufale ( http://www.borborigmi.org/2009/05/29/lindice-delle-bufale/ ) sia perchè rimane molto divertente sia per provare a fare i conti applicandolo alla discussione qui sopra.

  66. pietro
    Pubblicato il 29 agosto 2012 alle 10:27 | Permalink

    Ho provato a fare un rapido conto e, solo con il primo post, Dino avrebbe già superato i 130 punti prima che mi stancassi di contare. Qualcun'altro vuole provare con gli altri post? Io purtroppo devo andare a studiare

  67. dino
    Pubblicato il 30 agosto 2012 alle 08:06 | Permalink

    @pietro,
    si,si... rileggi i post e ti accorgerai che ne Marco ne Oliver ancora non hanno detto una parola di fisica... con me puoi vincere soltanto se chiudi la comunicazione come stai facendo con intermittenza... io che mi mangio a colazione i Nobel per la Fisica...con Marco + Oliver ci faccio un'aperitivo... VOI di Fisica non avete capito un bel NIENTE... per questo fuggite dal dibattito... Del resto mi avete coinvolto con quella buffonata dei punteggi nell'indice delle bufale, ed io pretendo il diritto di replica... ma VOI siete solo capaci di parlare alle spalle e la ragione è proprio il fatto che se parliamo di Fisica mio caro Marco, faccio di te tante polpette... scientificamente parlando sei una nullità... non sai riconoscere il vero dal falso.... come uomo invece sei pure peggio... visto che mi chiudi la comunicazione a tuo piacimento deduco che hai tendenze ad esser un vigliacco.... ciaodino

  68. Pubblicato il 30 agosto 2012 alle 09:32 | Permalink

    @Dino: per quello che mi riguarda, sfogati pure quanto ti pare nel tuo delirio paranoide, la cosa non mi disturba, e in fondo non fai altro che definire meglio chi sei e quanto tu sia affidabile. L'unica cosa che invece mi permetto di criticarti è l'ultima frase, quella in cui mi dai del vigliacco e mi accusi di averti "chiuso la comunicazione a mio piacimento". Dimmi un po', come lo hai inviato questo commento? Con la telepatia pneumatica vorticosa? Spara pure tutte le minchiate che vuoi, ma perlomeno non piagnucolare lamentandoti di essere censurato, perché è una balla. Hai potuto dire tutto quello che ti pareva, ed è veramente parecchio visto il livello di quello che hai scritto, il tono e l'atteggiamento. Vedi di non esagerare. Ma in ogni caso, se dovessi venire bannato, ti assicuro che la cosa avverrà pubblicamente.

    P.S. Visto che giochiamo a chi la spara più grossa, qui c'è la lista delle mie pubblicazioni scientifiche. Se hai voglia di fare le polpette, accomodati.
    http://inspirehep.net/search?ln=en&ln=en&p=find+a+m+delmastro&of=hb&action_search=Search&sf=&so=d&rm=&rg=25&sc=0

  69. Pubblicato il 30 agosto 2012 alle 10:23 | Permalink

    Mi sembra che il blog sia ormai alla mercè di Dino. Peccato!
    Anche perché non credo che sia possibile uscirne. A meno di ricorrere al bannaggio (spero si dica così), quando non c'è altra possibilità, secondo me, si può usare.

  70. Fabiano
    Pubblicato il 30 agosto 2012 alle 10:39 | Permalink

    @pietro and @all: don't feed the troll! Please!

  71. Pubblicato il 30 agosto 2012 alle 10:41 | Permalink

    @Juhan: ma no, ma no, ha ragione Fabiano, vedrai che si stufa se lo ignoriamo tutti, io per primo. Prometto, parola di lupetto 🙂

  72. SpaceTime
    Pubblicato il 30 agosto 2012 alle 15:47 | Permalink

    Persone di questo tipo ce ne più d'una, fra le tante capita ...
    Dispiace solo che la sana curiosità scientifica che anima sia i neofiti che gli scienziati si trasformi talvolta in queste espressioni umane che di scientifico non hanno nulla, ma probabilmente alla base non esiste nemmeno tale curiosità.
    Quando il proprio modo di pensare diventa espressione di ignoranza e arroganza pseudoculturale ai livelli più bassi si giunge alla dimostrazione esplicita dell'incapacità di comunicare alcunchè sia nei contenuti, anche perchè non ce ne sono, che nei modi ... la scienza presuppone in prima istanza che bisogna aver qualcosa di coerente da comunicare e da sottoporre a confronto utilizzando il linguaggio e il metodo scientifico!
    Ancora tantissimi complimenti a Marco per questo interessantissimo e competente blog che seguo costantemente!
    Saluti, Roberto

  73. Max
    Pubblicato il 30 agosto 2012 alle 17:50 | Permalink

    Incredibile... e magari qualcuno lo paga pure.... sigh

  74. Gianfranco
    Pubblicato il 31 agosto 2012 alle 12:00 | Permalink

    Ciao Marco. Da poche settimane mi sono avvicinato al tuo blog e vorrei ringraziarti per quello che stai facendo. Non sono uno dei più grandi fisici del terzo millennio ma capisco l'impegno e la passione che metti nel curare questo tuo spazio. Non sono capace di intervenire nelle varie discussioni ma qualche cosa riesco a capire, di più quelle dette da Oliver. Si esce di casa la mattina e alla fine della giornata si sono viste, purtroppo, tante cose che non vanno, incontrare persone come te fanno tornare la fiducia che il domani potrebbe essere anche migliore. Cercherò di seguirti se ne sarò capace e scusa la confidenza ma mi fa sentire un pochino importante.

    P.S. anche io avevo un cane ma purtroppo era uno di quelli col padrone che non sapeva parlare.

  75. dario
    Pubblicato il 31 agosto 2012 alle 16:12 | Permalink

    povero dino...le pubblicazioni sono in inglese

  76. Fabiano
    Pubblicato il 31 agosto 2012 alle 17:26 | Permalink

    @dario: please don't feed the troll

  77. RoyX
    Pubblicato il 23 settembre 2012 alle 15:04 | Permalink

    Mah, io seri dubbi li ho riguardo questa presunta scoperta di questa nuova particella. Rendiamoci conto solo che nessuno ha mai visto nulla e che non si sa nemmeno da dove prendano l'energia di carica dallo spazio questi ipotetici protoni che comporrebbero l'atomo stesso (nel modello attuale 'standard'), o sbaglio?

  78. Pubblicato il 23 settembre 2012 alle 16:48 | Permalink

    A un'affermazione così categorica verrebbe da rispondere semplicemente: "si, sbagli!". Volendo invece darti un minimo ascolto, ribatto: che vuol dire " nessuno ha visto nulla"? E cosa sarebbe "l'energia di carica dello spazio"? Che ne dici se provassimo a parlare la stessa lingua? Penso aiuterebbe a capirai 🙂

  79. Pubblicato il 23 settembre 2012 alle 18:23 | Permalink

    A me sembra che il bosone di Higgs ed il suo campo, col suo meccanismo di fornire la massa alle particelle elementari, risolvi un problema ma ne crei un altro: cosa è la "ruvidità" e/o l'attrito delle particelle? Come mai il fotone non ha tale ruvidità (non ha peli), mentre il top ne ha da vendere? Forse ha a che vedere con la struttura ancora più microscopica a stringhe delle particelle? Le loro differenti frequenze di vibrazione potrebbero interagire in modo diverso col campo di Higgs?
    In altre parole il modello di Higgs risolve un problema creandone un altro, non è definitivo quindi parziale.

  80. Pubblicato il 23 settembre 2012 alle 18:54 | Permalink

    Gianfranco, hai ragione da vendere per i fermioni (come l'elettrone o il quark top che citi): la diversa "ruvidità" viene introdotta sotto forma di diverse costanti di accoppiamento di Yukawa, di fatto spostando il problema della gerarchia delle masse solo un po' più in la. Per i bosoni invece le cose sono molto più chiare, ed è per risolvere il problema delle loro masse che di fatto il meccanismo di Higgs è stato introdotto. La massa di W e Z e l'assenza di massa del fotone saltano fuori in modo dinamico, ed sta lì la bellezza della soluzione.

  81. Giovanni
    Pubblicato il 23 gennaio 2013 alle 10:52 | Permalink

    E se fosse effettivamente un'altra particella che non ha nulla a che vedere con la massa?
    Certo, l'elettrone ha sempre la stessa massa, ma potrebbe essere determinata da altro meccanismo, ci sono particelle più piccole che la potrebbero determinare.
    Poi nelle misure e calcoli la massa finora ha funzionato bene, ma non ha dato tutte le risposte e spiegazioni possibili ai fenomeni fisici che si riscontrano, anche fenomeni ordinari.

  82. Pubblicato il 23 gennaio 2013 alle 21:29 | Permalink

    @Giovanni: la particella le cui tracce abbiamo osservato potrebbe essere qualcosa di diverso dal bosone di Higgs, e solo una misura precisa delle sue proprietà potrà dirimere la questione. In teoria, potrebbe essere un radione, o persino un gravitone: in quet'ultimo caso, per esempio, dovrebbe avere spin 2, mentre un bosone di Higgs ha spin 0. Per mettere i relazione questa particella con il meccanismo che da massa alle altre particelle sarà fondamentale misurane i rapporti di decadimenti di decadimento, cosa non banale nel caso dei fermioni, ma fattibile quando LHC andrà a 14 TeV. Il fatto che l'elettrone possa essere una particella composta invece ha poco a che fare con la questione: anche i suoi eventuali componenti dovrebbero avere una massa, e ci sarebbe da spiegare da dove venga. Il problema resta proprio la questione della massa, che *non* ha affatto funzionato bene nelle teorie quantistiche di campo: i termini di massa aggiunti a mano alle lagrangiane non sono invarianti di gauge, il che vuol dire, traducendo dal fisichese, che rovinano in modo irreparabile la predittività delle equazioni.

  83. Giovanni
    Pubblicato il 24 gennaio 2013 alle 12:25 | Permalink

    Grazie Marco, una risposta così dettagliata! Quando LHC andrà ad energia più elevata si potrà conoscere ancora di più e magari scoprire, come anticipi, se lo spin è zero oppure due. Ma nell'intervento volevo anche dire che il meccanismo studiato per far acquisire la massa fisica ad ogni cosa dell'Universo a me appare alquanto fantasioso, puerile, pur essendo la massa la base per tutti i calcoli e sperimentalmente spiega quasi tutto. Ti chiedo semplicemente se ti sei fatta un'idea che per te la massa possa essere considerata soltanto un semplice e utile numero (scalare) ed il meccanismo per spiegarene il funzionamento di acquisizione possa essere diverso da quello ipotizzato da Higgs e magari prospettare un'ipotesi diversa più concreta in modo da far andare realmente d'accordo quantistica e relativistica.

  84. Pubblicato il 25 gennaio 2013 alle 09:43 | Permalink

    Beh, qui il problema è però nella tua comprensione del meccanismo di Higgs, che non da affatto massa a "ogni cosa dell'universo", ma solo alle particelle elementari. La maggior parte della massa dell'universo è già generata da meccanismi dinamici, che ti piaccia o meno. Prendi il caso del protone: i suoi costituenti elementari, due quark up e un quark down, hanno tra loro una massa dell'ordine di qualche MeV, insieme non arrivano alla decina, mentre un protone ha una massa di un GeV: da dove arriva? Dall'energia di legame, dalla QCD. Per cui, quando dici "la massa (è) base per tutti i calcoli e sperimentalmente spiega quasi tutto", non hai torto, ma non hai risposto alla questione fondamentale: da dove viene? Perché non è e non può essere una proprietà fondamentale degli oggetti (come per esempio la carica elettrica) per ragioni che ho abbozzato nel commento precedente, e per la quale abbiamo un meccanismo che ne spiega il 99% (la QCD), ma non quella dei componenti elementari, per i quali abbiamo inventato il meccanismo di Higgs. Non ti piace? Ti sembra troppo complesso (potrei persino essere d'accordo. Ma puerile no!)? Allora inventane un altro, perché di un meccanismo dinamico, in particolare per i bosoni (per spiegare l'asimmetria tra interazione elettromagnetica e debole), hai comunque bisogno.

  85. Giovanni
    Pubblicato il 25 gennaio 2013 alle 11:08 | Permalink

    Non è che il meccanismo di Higgs per dare massa non piaccia, se è corretto va bene e basta. Alla fin fine non è l'idea che fa affermare la teoria, ma un esperimento convincente. Non ho mai compreso compiutamente perchè nel Modello Standard non viene mai presa in considerazione anche la forza gravitazionale. Il motivo di esclusione potrebbe essere appunto tutto l'interesse per dare credito alla teoria di Higgs per dare massa ai costituenti come giustamente mi correggi. Perchè non pensare anche ai neutrini (che restano nel modello soltanto legati all'elettrone,muone o tau) come responsabili nel meccanismo e che realmente permeano tutto l'Universo?

  86. GIGI
    Pubblicato il 26 gennaio 2013 alle 17:04 | Permalink

    Quando qualcuno ti tocca nel tasto giusto, torni il Marco di quando avevi meno impegni. Non dico che tu debba tralasciarli per il blog, però così mi piaci.
    L’altro giorno, in un dibattito “leggero” a Bologna, Tonelli ha lasciato intendere che è sempre più probabile che la particella vista sia proprio l’Higgs. Quali nuovi dati ci sono?
    Grazie.

  87. Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 08:00 | Permalink

    @Giovanni: stai di nuovo facendo confusione. Il fatto che la quantizzazione della relatività generale sia problematica resta un problema fondamentale della fisica moderna, ma non vedo il nesso con il meccanismo di Higgs. Se Higgs ha ragione (come sembra!) e abbiamo un modo per dare dinamicamente massa alle particelle elementari, bene, abbiamo risolto un problema. L'inclusione della gravità in un contesto quantistico resta comunque, che Higgs sia vero o meno.

  88. Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 08:02 | Permalink

    @Gigi: ci sono tutti i dati raccolti nel 2012, più di 20 femtobarn inversi, che stiamo tuttora analizzando, e per i quali ci vorrà un po' di tempo per fare le cose per bene. Appena ci sarà qualcosa di nuovo e pubblico, prometto, sarai il primo a saperlo! 🙂

  89. Giovanni
    Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 09:35 | Permalink

    Onestamente confusione si, ma fino ad un certo punto. Il nesso che mi chiedi non potrebbe essere il neutrino (con la materia l'antineutrino)?
    Per l'interazione elettrodebole non consideriamo il dinamismo elettrone-nucleo?

  90. Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 09:51 | Permalink

    Vabbé, Giovanni, che si fa? Spariamo a caso il primo nome di particella che ci viene in mente? Cosa vuoi dire con "il nesso potrebbe essere il neutrino"? E che sarebbe il "dinamismo elettrone-nucleo"? E soprattutto, che cosa avrebbe a che fare quest'ultimo con l'interazione debole (gli elettroni ronzano intorno al nucleo atomico tenuti lì dall'interazione elettromagnetica)?

  91. Giovanni
    Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 10:27 | Permalink

    Va bene tralasciamo nucleo elettrone e forza elettro-debole. Il neutrino potrebbe centrare col meccanismo di Higgs? Il neutrino lo tiro a caso.

  92. Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 10:32 | Permalink

    Vedi, Giovanni, questo è proprio il problema: a me sembra che tu stia tirando un po' tutto a caso. I neutrini fanno parte del MS nei doppietti leptonici (e va bene), e in questo contesto assumerebbero eventualmente una massa (piccola, come quella che sembra abbiano dalle misure) come gli altri leptoni, tramite una versione del meccanismo di Higgs. Li vuoi rendere *responsabili* di una qualche forma di meccanismo di Higgs per dare massa alle altre particelle? "Be my guest", ma, viste le loro caratteristiche (non ultima proprio la massa), penso incontreresti parecchi problemi.

  93. Giovanni
    Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 10:48 | Permalink

    Parecchi problemi. OK! Questo volevo sapere. Marco, ancora una domanda, non proprio inerente al progetto ATLAS, te la faccio ugulmente. Nel contesto relatività generale - quantistica ritieni i neutrini responsabili dell'interazione gravitazionale con l'ipotetica particella gravitone. Ora, non ho tirato a caso il neutrino.

  94. Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 13:22 | Permalink

    Giovanni, come faccio a rispondere a una domanda posta così? Da dove inizio?

    "Nel contesto relatività generale - quantistica": non abbiamo nessuna teoria di gravità quantistica che tenga la strada e sia anche vagamente confermata sperimentalmente, quindi a quale contesto faccio riferimento? Teoria delle stringhe? Quale? Loop quantum gravity? Extra-dimensions?

    "i neutrini responsabili dell'interazione gravitazionale con l'ipotetica particella gravitone": responsabile di cosa? Se vale una teoria quantistica di campo per la gravità, e il gravitone è veramente il quanto del suo campo (di nuovo, tutto da dimostrare, in primo luogo a livello teorico: esiste una teoria con un gravitone che sia rinormalizzabile? A me non sembra), allora il gravitone è responsabile di mediare l'interazione gravitazionale tra particelle dotate di massa. Ergo, anche i neutrini, che ne hanno una sebbene piccola, ma non in modo speciale o diverso dalle altre particelle massive.

  95. Giovanni
    Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 13:59 | Permalink

    Marco, non ti agitare. Avevo fatto l'ultima domanda, avendo concluso che la massa giustamente equivale ad energia, infatti mi hai illustrato che nei protoni la gran parte è dovuta ai legami fra gli stessi quark. Resta la massa dei costituenti, che sarà per qualche altro legame,che tiene conto del campo di Higgs. Fin qui chiuso.
    Ora siccome il fotone con l'elettrone dà spiegazione di tutti (per me finora, tutti!) i fenomeni elettromagnetici, spingendosi un tantino oltre la forza elettromagnetica c'è la forza gravitazionale (non la massa). Per dare giustificazione alla causa della forza gravitazionale possiamo pensare all'interazione gravitone-neutrino?

  96. Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 15:20 | Permalink

    Giovanni, facciamo che io non mi agito 🙂 , e che invece tu ti rileggi il mio commento precedente e fai lo sforzo di capire perché "giustificare la causa della forza gravitazionale pensando all'interazione gravitone-neutrino" non abbia molto senso? Grassie... 😛

  97. Giovanni
    Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 16:00 | Permalink

    Non sono tanto convinto... in ogni caso, grazie. Per me è stata una bella chiacchierata!

  98. Pandora
    Pubblicato il 8 ottobre 2013 alle 14:09 | Permalink

    Sono tutte Panzane che inseguono solo Prestigio. se per Bosone di Higs si intende quel " Fraticello" che và a dar da mangiare agli altri elettroni secondo la loro necessità allora è un ABBAGLIO, lo Stesso Massimo Corbucci ( fisico italiano ) lo smentisce, infatti al contrario è ogni elettrone che và a prendersi "quanto" gli serve all' interno del nucleo dell' a-tomo (indivisibile) stesso.. termine coniato da Massimo Corbucci VUOUTO QUANTOMECCANICO
    Vedere " nuova tabella periodica degli elementi" di Massimo Corbucci
    FACCIAMO PUBBLICITA' tramite TG anche a questi GENI ITALIANI
    altro che Higgs ..... sono tutte Cazzate

  99. Pubblicato il 8 ottobre 2013 alle 16:47 | Permalink

    @Pandora: davvero c'è ancora qualche fan delle teorie bislacche di Corbucci, senza uno straccio di previsione teoriche che possa o sia stata verificata sperimentalmente? Davvero? Bof 🙂

3 Trackback

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii