La voce pesa

Stamattina Borborigmi è stato giù per un po'. Causa del disservizio: eccesso di uso della banda. Ovvero: ho pagato il provider che ospita questo sito perché mi garantisse una certa quantità di trasferimento dati in un mese, ho sforato quella quantità, e pluf, sito inaccessibile. A onor del vero, il provider in questione è super gentile, e in un lampo mi ha regalato un briciolo di banda in più per tornare online, visto che tra l'altro è quasi la fine del mese e nel giro di tre giorni il contatore si azzera. Nell'attesa (e sperando di non sforare di nuoco), ho cercato di capire a cosa fosse dovuto la sbornia di dati trasferiti in Giugno.

Non sono gli accessi. Il mio consumo di banda mensile oscilla tra gli 8 e 12 Gb al mese, sono assicurato per 20 Gb per stare largo, ma ho sforato questa quantità ieri notte. La prima cosa che sono andato a verificare è se gli accessi fosse drammaticamente saliti nelle ultime settimane. Le statistiche rispondono: no, non particolarmente. Le visite mensili a questo sito oscillano tra le 10000 e le 15000, sono forse in blando aumento, ma nel passato ci sono stati picchi anche più alti sopportati senza problemi.

Non è Oliver colorato. Mi sono chiesto se la nuova veste grafica, entrata in funzione il 16 Giugno, fosse molto più pesante della precedente. IsMyBlogWorking mi conferma che il sito in effetti è un po' ingrassato: la homepage attuale pesa circa 18 kb (compressi, ovviamente) contro i circa 15 kb del tema precedente. Si tratta si un aumento del 17%, certamente non trascurabile, ma che non può giustificare il fattore due che sto osservando. Ma già che ci siamo: c'è li fuori qualche esperto di WordPress che vuole cimentarsi in un po' di ottimizzazione? Aggratis e per la gloria, of course...

La voce pesa. Le statistiche dettagliate dell'uso della banda mi hanno dato la risposta che cercavo. C'è stato un chiaro picco di consumo intorno al 6 Giugno, che è lentamente scemato nei giorni successivi ma che ha da solo bruciato diversi Gb di banda.

Il 6 Giugno ho avuto la malcapitata idea di pubblicare questo articolo, che invece di molte parole scritte ha ben due mp3 scaricabili o ascoltabili in diretta. La prima conclusione che traggo è che devono essere stati i due file audio a mangiarsi tutta quella banda. La seconda è che, se mai mi venisse in mente di lanciare un podcast (cosa che non penso proprio che farò!), dovrei pensare alla parte tecnica un po' meglio. Ah, che dilettante!

Questo inserimento è stato pubblicato in Mezzi e messaggi, Geeking & Hacking e il tag , , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

8 Commenti

  1. juhan
    Pubblicato il 27 giugno 2011 alle 12:02 | Permalink

    Sono contento che sia tutto OK, Oliver compreso ma "pesa": detto da un fisico! Oltre tutto, per quel che ne so, è un espressione tipica solo dei Jobs boys.

  2. Tommybond
    Pubblicato il 27 giugno 2011 alle 13:41 | Permalink

    @Marco : Il problema della banda per i file pesanti tipo gli audio non potrebbe essere risolto caricando i file su un sito esterno?!? La mia è solo una supposizione...

  3. Pubblicato il 27 giugno 2011 alle 13:48 | Permalink

    @Tommybond: certamente. Ma si tratta probabilmente di un caso isolato, nel senso che non prevedo di ospitare file di grosse dimensioni in modo sistematico. Più in generale potrei avere bisogno di un'ottimizzazione di tutto il sistema, ma fino a quando le visite non superano una soglia veramente critica penso di rimanere fondamentalmente critico.

  4. Ettore
    Pubblicato il 27 giugno 2011 alle 14:34 | Permalink

    Attualmente, un browser senza cache che carica l'attuale home page di borborigmi, carica una pagina di 1Mb per un totale di 87 richieste così divise:
    77k e 13richieste solo HTML,
    52k e 18 richieste solo CSS,
    220k e 30 richieste solo Javascript,
    644k e 20 richieste solo immagini.

    Con la cache si ricaricano solo le richieste html pure che tra header e quant'altro non richiedono più di circa 80k... fai 100k per stare largo.

    Ora... come puoi vedere da solo (sempre senza cache) il grosso del carico (inteso come tempo e come spazio) se lo prendono i js e le immagini. La metà del carico dei JS se lo prende Jquery, il resto, altri circa 25 file javascript che vengono caricati, e comunque, non credo tu ci possa fare molto, sono intrinseci a wordpress ed ai suoi plugin.
    Per le immagini... ti dico solo che queste tre foto: irene e marco + atlas lumi + header colors fanno la metà del carico.

    Spero di essere stato utile.

  5. Ettore
    Pubblicato il 27 giugno 2011 alle 14:43 | Permalink

    Penso che l'unica ottimizzazione che tu possa fare è mettere delle immagini ad un po più bassa risoluzione(sig sob)... oppure mettere in home page non l'articolo intero ma solo un estratto in modo che l'immagine dell'articolo venga visualizzata solo quando si legge effettivamente l'articolo... Altre ottimizzazioni non so quanto possano incidere veramente...

  6. Pubblicato il 27 giugno 2011 alle 14:58 | Permalink

    @Ettore: grazie per i numerelli. CI sono modi per aggirare il carico JS di WP (per esempio usare le librerie di script comuni di Google, o raggruppare tutti gli script in un'unica chiamata), ma non ho mai avuto voglia né tempo di mettermici. Quanto alle altre proposte: gli estratti in prima pagina non mi sono mai piaciuti, mi sembrano un trucchetto di quarta categoria per aumentare i click; per le immagini faccio del mio meglio nel ridurre prima di pubblicare, ma qualcosa scappa. Ma come dicevo, non è la taglia delle pagine ad avermi fregato!

  7. Pubblicato il 8 luglio 2011 alle 13:33 | Permalink

    Per CSS e JS WordPress ha dei plugin che usano il minify [1], ma devi vedere se vanno d'accordo con il tema e le personalizzazioni che usi.

    La vera ragione per son qui è per chiederti un consiglio sull'hosting che usi, quindi bolliamo pure come OT questo commento 🙂

    Aruba è di nuovo morta ed inizio a guardarmi intorno, ti ricorda qualcosa?
    Come ti trovi su relichost? Ovviamente al netto della disponibilità di banda...

    [1] http://code.google.com/p/minify/

  8. Pubblicato il 8 luglio 2011 alle 13:41 | Permalink

    @Willy: grazie per la dritta, per pura combinazione ero arrivato a Minify da solo qualche giorno fa, è installato e fa il suo dovere senza grossi problemi.

    Su Aruba: ho ancora da loro il sito di mia moglie e un altro, entrambi fanno un traffico talmente basso e legittimi proprietari non si preoccupano per nulla del servizio pessimo, ma non ci aprirei niente di nuovo. A RelicHost sono arrivato con il passaparola di un amico e da un ano mi trovo veramente molto bene: pochissimo problemi, e per quei pochi risposte e soluzioni rapide, gentili e competenti. Ovviamente bisogna parlare/scrivere in inglese, che paradossalmente io trovo più facile per cose informatiche, ma se vuoi uscire dall'Italia mi sa che è obbligatorio. Del panorama italiano non so molto, quello che mi è chiaro è che pagando i prezzi di Aruba si ottengono i servizi di Aruba, che "illimitato" `è una bufala, e che però anche senza spendere 10 volte tanto si può ottenere molto di più.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii