Progetto di rinnovo grafico: colore all'intestazione, e Oliver che salta in basso

Come promesso, dopo essere stato ad ascoltare le vostre preferenze sulle diverse versioni di me e Oliver colorati, è arrivato il momento di dirvi quelle che piacciono a me. È presto detto: mi piacciono tutte molto, sono stato tentato dai baffi bianchi dell'Oliver di Rosanna (che ben descrivono la maturità incipiente del cagnaccio: gli hanno appena trovato un soffio al cuore, al povero), ma per la quotidianità del sito scelgo la versione di Robert. Per quattro ragioni: primo, Oliver sembra più giovane e pimpante di quello che è, e fa bene ad entrambi vederlo così. Secondo, nulla batte l'aureola atomica di ossi. Terzo, posso aggiungere anche l'Oliver saltellante a fondo pagina con una certa coerenza grafica: mi piace proprio tanto! E quarto, ci sono ragioni "empatiche" saranno forse più chiare se date un occhio al disegno qui sotto:

Questi siamo Irene ed io, come apparivamo sul disegno che ho fatto per il nostro matrimonio. Ecco, vedete, io mi vedo proprio così: maglione rosso sdrucito, jeans o pantaloni di velluto blu a seconda delle stagioni: Robert senza volerlo ci ha preso in pieno. Il disegno lì sopra era tra le altre cose l'etichetta della nostra "bomboniera" (nello specifico, una bottiglietta di genepì!) e sulle magliette da dopo-cerimonia:

matrimonio_festa_047

P.S. sebbene lui non l'abbia confessato, sospetto che Robert faccia l'illustratore di professione (anzi, ne sono praticamente certo: Google è un potente alleato in questi casi), il che spiega molte cose! 🙂

Questo inserimento è stato pubblicato in Mezzi e messaggi e il tag , , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

9 Commenti

  1. Pubblicato il 16 giugno 2011 alle 20:00 | Permalink

    Approvo la scelta!

  2. Stefano
    Pubblicato il 16 giugno 2011 alle 21:07 | Permalink

    Bello! I due disegni ci azzeccano proprio nella pagina. Buona scelta!

  3. blokkkkko
    Pubblicato il 17 giugno 2011 alle 08:30 | Permalink

    E Irene si vedeva invece come una giovane e bella lady Marian?
    r

  4. Pubblicato il 17 giugno 2011 alle 08:32 | Permalink

    Irene è una giovane e bella lady Marian (o se preferisci, io la vedo così. Come si vede lei dipende molto dalla luna).

  5. Massimo
    Pubblicato il 17 giugno 2011 alle 08:59 | Permalink

    Viva i disegni stuendi!!! Ma soprattutto viva gli sposi!!!!!!!

  6. Pubblicato il 17 giugno 2011 alle 09:29 | Permalink

    @Massimo: beh, gli sposi iniziano a essere un po' stagionati (era il 2004) 🙂

  7. Massimo
    Pubblicato il 17 giugno 2011 alle 11:54 | Permalink

    Lo so, ma seguo il blog da poco tempo quindi ne ho approfittato per farvi gli auguri!!! Stappo una bottiglia per festeggiare, mi dispiace possiate partecipare solo virtualmente...

  8. Daniele
    Pubblicato il 4 luglio 2011 alle 11:17 | Permalink

    Arrivo un po' tardi... però pensavo: bello il rinnovo grafico, semplice ed elegante. Io però proverei a sovrapporre leggermente il "tuo" braccio destro della figura con la "i" finale! Sciocchezze, ovviamente... complimenti per l'ottimo gusto!

  9. Pubblicato il 8 luglio 2011 alle 15:17 | Permalink

    @Daniele: mmm, no, resterà così, è già fin tropo vicino per i miei gusti.

Un Trackback

  • Di La voce pesa | Borborigmi di un fisico renitente il 27 giugno 2011 alle 11:47

    [...] è Oliver colorato. Mi sono chiesto se la nuova veste grafica, entrata in funzione il 16 Giugno, fosse molto più pesante della precedente. IsMyBlogWorking mi conferma che il sito in effetti è [...]

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii