Perbacco!

No, dico, ma scherziamo?

Uno non fa in tempo a (far) mettere insieme un PDF di qualche articoletto scritto nei ritagli di tempo, e nel giro di due giorni se lo vede scaricato 200 volte? Siamo seri, per favore! Non vorrete mica farmi credere che questa roba vi interessa davvero? 😛

Sono basito.

Questo inserimento è stato pubblicato in Mezzi e messaggi. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

31 Commenti

  1. Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 08:44 | Permalink

    E aspetta di fare il PDF delle passeggiate con Oliver! 🙂

  2. Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 08:46 | Permalink

    Direi che questi 200 download siano un bel sprono per la tua attività di blogger!

    Se fosse anche così visitato il mio sito sicuramente mi ci impegnerei di più 😉

  3. Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 08:51 | Permalink

    @Enrico: Beh, ma allora quello delle passeggiate di Oliver lo vendo! 😛

  4. Stefano
    Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 08:51 | Permalink

    No, in realtà scarichiamo solo per sprecare inutilmente banda, poi gli articoli non li leggiamo 😀

  5. Ettore
    Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 10:01 | Permalink

    Questo ti fa capire la qualità del tuo lavoro! 😉

  6. Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 10:38 | Permalink

    @Stefano: a essere sinceri è vero che con i documenti digitali è frequente separare il possedere un documento dal leggerlo davvero... ricordate quando Eco parlava di xerocultura? In effetti l'altro giorno l'ho scaricato due volte, perché non trovavo più il file nelle mie directory 🙁

    @Marco: lo comprerei, non sto scherzando 😉

  7. Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 10:38 | Permalink

    Beh per interessare interessa, è la comprensione quella su cui nutro i miei dubbi... (io sono la prima!)

  8. Delo
    Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 11:01 | Permalink

    come e' la entry di BibTex per citarti?
    🙂

    Comunque potresti anche metterlo su arxiv.
    per esempio sotto physics.ed-ph

    delo

  9. Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 11:11 | Permalink

    @Delo: all'arXiv non avevo proprio pensato, per me è uno strumento di lavoro "serio" e non mi sarebbe mai venuto in mente di usarlo per la divulgazione. Non sono convintissimo, ma ci penserò...

  10. Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 12:01 | Permalink

    su arXiv puoi metterlo in Physics>>Popular Physics o Physics>>Physics Education

  11. bob
    Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 14:23 | Permalink
  12. Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 14:28 | Permalink

    Da tempo mi tengo alla larga dai fumetti Bonelli. Ma se proprio insisti, penso potresti passare a leggere questo:
    http://www.fantascienza.com/blog/stranoattrattore/2010/10/17/martin-mystere-lorizonte-degli-eventi/
    che tra le altre cose punta a questo blog per la parte scientifica 🙂
    La recensione mi sembra dica bene delle tipiche limitazioni di questo genere di storie:

    Accettata la sospensione dell’incredulità sul punto di partenza, continuano a destare tuttavia qualche perplessità un paio di approssimazioni in cui la trama purtroppo inciampa

    QED! 😛

  13. angela
    Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 17:22 | Permalink

    anch'io pagherei per le passeggiate con Oliver

  14. Delo
    Pubblicato il 25 ottobre 2010 alle 22:55 | Permalink

    in arxiv ho visto anche molto materiale didattico (i.e. dispense di corsi di laboratorio nelle universita' etc.)
    La tua serie ha tutta la dignita' di materiale didattico (forse anche universistario nei corsi triennali)

    hai mai pensato all'outreach del CERN? se vuoi ti do un contatto 😉

    delo

  15. Pubblicato il 26 ottobre 2010 alle 08:20 | Permalink

    @Delo: si, è vero, ma è principalmente roba in inglese, e spesso con un tono un dito più serioso del mio. Non so... 🙂

    Quanto alla dignità, sicuramente accetto la definizione di "materiale didattico", ma voglio veramente sperare che un corso di laurea triennale sia ben più approfondito di così. Persino per delle lezioni in un liceo io metterei un po' più di matematica!

  16. GIGI
    Pubblicato il 26 ottobre 2010 alle 15:09 | Permalink

    Ebbene sì, ho stampato Come funziona LHC solo per fregare un po' di foresta ai brasiliani; ma tu Marco facci un pensierino: abbiamo tanto bisogno di divulgatori, anche a PAGAMENTO !
    P.S. arXiv non è il posto adatto per la divulgazione scientifica in Italia.
    Ci serve qualcuno che freghi il posto a Roberto Giacobbo!

  17. Tommybond
    Pubblicato il 26 ottobre 2010 alle 20:25 | Permalink

    Evviva, il nostro Marco ha ritrovato la fiducia e la serenità necessarie per creare al meglio i tanto amati articoli per questo splendido portale!!! 🙂
    Bentornato vero Marco!!

  18. Tommybond
    Pubblicato il 26 ottobre 2010 alle 20:31 | Permalink

    @Marco : Aprendo il file, la prima cosa che ho notato è il numero di pagine. Di la verità,il file è formato da 27 pagine perchè la circonferenza di LHC è di 27 km? 🙂

  19. Delo
    Pubblicato il 27 ottobre 2010 alle 09:19 | Permalink

    @Marco
    my 2 cents:
    Per mia esperienza , i corsi di fisica nucleare alla laurea triennale
    sono enciclopedici e a volte obsoleti. La matematica c'e', ma manca quel tocco di "attualita'" che rende gli argomenti interessanti.
    Una serie come questa, tratta di argomenti spiegati altrove nel corso (si', si parlava anche di acceleratori nel corso che ho fatto), svecchiando il materiale e dando un esempio di un sistema moderno e completo.

    Delo

  20. Pubblicato il 27 ottobre 2010 alle 11:24 | Permalink

    Si, capisco, in questo senso le cose potrebbero strae bene insieme. In teoria qualunque professore universitario che tenga un corso del genere dovrebbe essere in grado di mettere insieme queste infomazioni. Lo stile, ovviamente, cambia da persona a persona... 🙂

  21. alessandro
    Pubblicato il 27 ottobre 2010 alle 12:55 | Permalink

    ...e il PDF delle passeggiate con Oliver? 🙂

  22. emilio
    Pubblicato il 27 ottobre 2010 alle 13:01 | Permalink

    e il PDF delle passeggiate con Oliver? 🙂

  23. Pubblicato il 27 ottobre 2010 alle 13:16 | Permalink

    Il PDF delle passeggiate con Oliver arriverà (forse) quando ci sarà qualche passeggiata in più. Insaziabili!

  24. luca
    Pubblicato il 27 ottobre 2010 alle 19:57 | Permalink

    Grande!!!!..belllissima questa!!

  25. emilio
    Pubblicato il 28 ottobre 2010 alle 11:55 | Permalink

    mi sa che ne dovremo parlare ad irene...quella col mattarello.ummmm

  26. umbe
    Pubblicato il 29 ottobre 2010 alle 12:48 | Permalink

    io li scarico perchè fa figo.
    li faccio rilegare con titoli in finto oro zecchino e copertina in finta pelle di bue.
    poi li semino distrattamente per casa, così quando vengono a trovarmi gli amici, faccio un bel figurone !

    umbe

  27. Toante
    Pubblicato il 1 novembre 2010 alle 12:11 | Permalink

    Sono un semplice lurker, quindi se vuoi ignorami pure ^^
    Ho letto il tuo ebook sul mio kindle, convertendolo in maniera rozza ed artigianale, ma devo dire che la lettura merita eccome.
    Mi sono chiesto una cosa: perchè non pubblicare questo ebook sullo shop online di Amazon?
    https://dtp.amazon.com/mn/signin?ie=UTF8&ld=AZEbooksMakeM
    Sarebbe un'iniziativa interessante, e poi chissà...

  28. emilio
    Pubblicato il 8 novembre 2010 alle 10:26 | Permalink

    si be....ma quel povero oliver non lo porti piu a passeggio...

    segregatore di cani...

  29. Pubblicato il 8 novembre 2010 alle 12:53 | Permalink

    Marco, hai visto che il tuo alter-ego è andato oltre al PDF on-line? 🙂

    http://www.alibertieditore.it/catalogo/la-fisica-spiegata-al-mio-cane

  30. GIGI
    Pubblicato il 8 novembre 2010 alle 16:17 | Permalink

    Marco, quando ti deciderai a farti mantenere da quel mangia-biscotti-a-ufo di Oliver?
    Adesso mi tocca andare a comprare il libro di quel newyorkese ...

  31. Nicola
    Pubblicato il 30 novembre 2011 alle 10:28 | Permalink

    Ciao! Se insieme ad Oliver ti porti a fare un giro anche i miei due bassotti...te ne sarei grato! Si sono annoiati di sentir parlare solo di biologia.
    Facciamo uno scambio?

    Bravo, continua così! Se tutti scaricano...un motivo ci sarà.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii