Alte energie! (Ovvero, un nuovo record per LHC)

Alle 00:42 di stamattina i due fasci di LHC sono stati accelerati contemporaneamente alla ragguardevole energia di 1.18 TeV, facendo di LHC l'acceleratore di particelle con la più energia del mondo (essendo il record precedente di Tevatron, con i sui due fasci a 0.98 TeV). Uh-uuh!

Questo inserimento è stato pubblicato in Fisica e il tag , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

13 Commenti

  1. Pubblicato il 30 novembre 2009 alle 10:17 | Permalink

    O.o ! Fico !!!

  2. sara
    Pubblicato il 30 novembre 2009 alle 12:45 | Permalink

    evviva!! XD

  3. luca
    Pubblicato il 30 novembre 2009 alle 13:22 | Permalink

    wow, complimenti!!!!!

  4. X
    Pubblicato il 30 novembre 2009 alle 22:03 | Permalink

    Clap clap clap! 🙂

  5. Xisy
    Pubblicato il 1 dicembre 2009 alle 00:38 | Permalink

    Vabbè, dai, ci mancherebbe altro.
    Cmq R. Heuer sta mandando una mail ad ogni trigger... speriamo che si dia una calmata, se no va a finire che lo metto nello spam (:

  6. Pubblicato il 1 dicembre 2009 alle 13:00 | Permalink

    Complimenti e congratulazioni! Finalmente siete partiti, davvero questa volta! Speriamo in risultati interessanti nei prossimi mesi, piccioni permettendo... 😉
    Auguri! ^^

  7. Stefano
    Pubblicato il 4 dicembre 2009 alle 15:06 | Permalink

    La non incoraggiante scritta "quench in sector 2-3" che si poteva vedere fino a qualche minuto qua -> op-webtools.web.cern.ch/op-webtools/vistar/vistars.php?usr=LHC1 non ha niente a che fare con il brutto episodio dell'anno scorso, vero?

  8. Pubblicato il 6 dicembre 2009 alle 20:54 | Permalink

    Come ho scritto altrove, gli acceleratori superconduttori quenciano di tanto in tanto, è normale. Il punto è che lo facciano senza danni, ragione per cui abbiamo passato un anno a mettere in piedi un sistema di sicurezza più veloce e performante. Tutto questo per dire che l'acceleratore sta bene, e che stiamo finalmente raccogliendo dati!

  9. Wimp
    Pubblicato il 7 dicembre 2009 alle 20:53 | Permalink

    In questi giorni mi sembra di aver letto su quei grafici in tempo reale 4 TeV ! toglimi una curiosità ho letto male o davvero siete già arrivati a 2 TeV x beam? 🙂

  10. Pubblicato il 7 dicembre 2009 alle 22:26 | Permalink

    No, dopo l'exploit (un po' di propaganda) a cui si riferisce questo post siamo ridiscesi a 450 + 450 GeV, e stiamo cercando di accumulare statistica di eventi minimum bias a questa energia (criogenia permettendo: un sacco di dati domenica, ma oggi siamo fermi).

  11. Wimp
    Pubblicato il 8 dicembre 2009 alle 15:39 | Permalink

    Spero che riusciate presto a lavorare stabili con alte energie senza eccessivi problemi di quench...
    Correggimi se sbaglio ma LHC è una macchina grandiosa e lavorare a 450Gev è come girare in pista a soli 900rpm con una moto, nata per dare le massime prestazioni a 14.000 giri, per problemi di detonazione allo scarico... 🙂

  12. Pubblicato il 8 dicembre 2009 alle 17:20 | Permalink

    Guarda, i dati a 900 GeV sono comunque utili: per seguire la tua metafora, è come avere un prototipo di auto da formula uno che non ha mai corso in vita sua, i primi giri li fai pianino mentre i meccanici controllano che tutte le viti siano ben strette.

  13. Xisy
    Pubblicato il 8 dicembre 2009 alle 21:59 | Permalink

    la tua metafora ci va anche stretta, secondo me: con questi dati a bassa energia ci fate pure della fisica interessante (qcd).

2 Trackback

  • [...] record precedente, ricorda il fisico Marco Delmastro sul suo blog, era detenuto dal Tevatron, che aveva impresso 0.98 TeV di [...]

  • Di Il primo Carnevale della Fisica il 8 gennaio 2015 alle 08:01

    […] di un fisico renitente Scienza e opinioni di frontiera « Alte energie! (Ovvero, un nuovo record per LHC) Finché non sei in grado di spiegarlo a tua nonna […]

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii