Sei domande per la scienza: sono arrivate le risposte

Dopo qualche giorno di attesa, le risposte alle sei domande per la scienza sono arrivate anche dagli altri candidati (Laura Puppato aveva già risposto sul suo blog, in modo non esattamente convincente). Non ho ancora avuto modo di leggerle, per cui non mi azzardo ancora a commentare: spero di riuscire a farlo prima di domenica, ammesso che a qualcuno interessi la mia opinione.

Quello che invece mi preme dire è che mi sembra molto incoraggiante il solo fatto che le risposte siano arrivate, a prescindere da quello che dicono. Chiedere conto ai propri amministratori (o agli aspiranti tali) dovrebbe essere la norma del dibattito democratico, e, se la voce del singolo è spesso ignorata, questa iniziativa mi sembra provare che è possibile fare massa critica grazie alla rete, e farsi ascoltare. Che poi questo genere di lavoro dovrebbero farlo i giornalisti di professione è un altra storia, e per stasera sorvoliamo.

P.S. quanti sono i candidati alle Primarie del PDL? Undici? Chiediamo anche a loro?

Questo articolo è stato pubblicato in Militanza, Scienza e dintorni e ha le etichette , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. Scrivi un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

26 Commenti

  1. Marco Cattaneo
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 19:06 | Link Permanente

    Ehi, guarda che qualcuno che fa il giornalista di professione lì dentro c'è ;-)

  2. Francesco Cecchini
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 19:16 | Link Permanente

    Marco, ti prego sono curioso di conoscere le risposte, le tue valutazioni ed eventuali ulteriori commenti della banda dei quattro. Mi piacerebba anche sapere se voti alle primarie e per chi. Puoi anche inviarmi un e-mail. Buona serata e buon lavoro di valutazione.

  3. My_May
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 19:23 | Link Permanente

    No va bhe...Marco, mi accontento di aver letto la prima risposta di Bersani sul rilancio della ricerca. Lui vorrebbe creare "un ponte" fra impresa e ricerca. Ma non ho capito se questo ponte è simile a quello che voleva creare Berlusconi sullo stretto di Messina o è un "ponte" diverso e di che tipo (non lo dice...quaquaraqua) :D.
    Per ultimo segnalo questa frase di Bersani sulla stessa domanda:
    Non esiste la distinzione fra la ricerca applicata e ricerca di base, esiste solo la buona ricerca, quella che fa crescere il paese e produce avanzamenti della conoscenza, genera nuova ricchezza e ha dunque un impatto sulla società, diventa cioè innovazione sociale.

    Or dunque, che non esista differenza potrei anche essere d'accordo (non so voi cosa ne pensiate) ma che esista solo la "buona" ricerca questa mi sa tanto di Boiata! Se uno ricerca (al mio paese) non sa cosa potrebbe trovare, altrimenti non starebbe ricercando. Come fare a distinguere a priori quindi la buona dalla cattiva ricerca? Lo sa lui...? Ne dubito!

  4. Pubblicato 21 novembre 2012 alle 19:23 | Link Permanente

    Ottimo, chissà se qualcuno mi fa cambiare idea.
    Poi sarebbe non PDF ma PDSilvio, ops! PDL.

  5. My_May
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 19:33 | Link Permanente

    Tanto per dire, mi è piaciuto di più (sulla stessa domanda, la prima) Renzi. Più pragmatico...più concreto.

    Le nostre proposte mirano a mettere a punto un sistema di valutazione delle università e a sostenere quelle che producono le ricerche migliori. I dipartimenti universitari che reclutano male devono sapere che riceveranno sempre meno soldi pubblici.

  6. Pubblicato 21 novembre 2012 alle 20:15 | Link Permanente

    @MarcoCatteneo: ovviamente :-) E altrettanto ovviamente senza il supporto de Le Scienze non sono sicuro che la cosa avrebbe avuto la stessa visibilità. Ma il punto resta: chiamalo citizen journalism, chiamalo crowdsourcing, ma (almeno in parte) funziona.

  7. zirgo
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 20:37 | Link Permanente

    @Juhan: PDF è più appropriato, fidati di Marco

  8. Claudio
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 21:46 | Link Permanente

    Sono basito: Tabacci sembra il più convincente fra tutti quanti, almeno nelle prime tre domade :O

  9. Antonio
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 22:05 | Link Permanente

    Renzi.
    Almeno solo per la frase sulle medicine alternative: "Dal punto di vista strettamente scientifico, allo stato attuale delle ricerche, non possono essere considerate al pari delle medicine tradizionali, nonostante la loro diffusione crescente. Non si ravvedono pertanto i termini per prevedere rimborso da parte del SSN".

    Gli altri : molto politichese, poche proposte e un vago odore di vecchio.

  10. Pubblicato 21 novembre 2012 alle 22:11 | Link Permanente

    Magari hanno un po' studiato le reazioni alle risposte della Puppato, prima di cimentarsi...

  11. Francesco Cecchini
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 22:48 | Link Permanente

    Può darsi. Matteo Renzi di sicuro. Cura molto quello che dice e scrive e quello che dicono e scrivono gli altri. Inoltre hanno una preparazione scolastica e culturale superiore a Puppato.
    Nel fare certe domande a Puppato c' e' una buona dose di malignità.
    A proposito, c' e' qualcuno che segue il blog, che vota Puppato?

  12. cla
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 22:56 | Link Permanente

    @Francesco Cecchini
    all'inizio, quando ancora non erano definite bene regole e candidati, avevo deciso di votare Puppato.
    ora no. sono pugliese, c'è Nichi. Ubi maior...!

  13. My_May
    Pubblicato 21 novembre 2012 alle 23:47 | Link Permanente

    Chissà Grillo cosa ne pensa, visto che attualmente (secondo i sondaggi) sarebbe il secondo partito del paese.

    Il bello è che uno può dire qualsiasi cosa prima delle elezioni, ma poi i soldi per garantire più sovvenzioni ai ricercatori (o alla ricerca) come "racconta" Vendola, dove li trovano?
    Cosa tagliano? Quante altre tasse in più bisogna pagare?
    Io vi spiego in modo banale quel che succede nella realtà portandovi un esempio. L'esempio del calcio. In Italia esistono solo poche società importanti e con presidenti che tirano fuori molti quattrini. Se un giovane giocatore, di avvenire, cresce in una società diversa da queste, la prima cosa che pensa è poter entrare nelle grazie di una di queste società importanti, anche per guadagnare bene, perfezionarsi, vincere trofei ecc.
    I bravi ricercatori (come i bravi giocatori) quindi vanno dove stanno i "soldi". Ma qui in Italia dove stanno i soldi? In Svizzera! Nelle banche...
    Abbiamo tutti un debito salatissimo da pagare, e ci sono i furbi che li nascondono all'estero. Tutti pronti a dire i ricercatori devono guadagnare di più. Si, ma chi paga questo più? A chi bisogna togliere questa volta il salvadanaio?
    Non lo dicono.

  14. Giuseppe
    Pubblicato 22 novembre 2012 alle 15:02 | Link Permanente
  15. Gabriele
    Pubblicato 22 novembre 2012 alle 15:52 | Link Permanente

    Le ho lette. Anche a me convincono di piu' quelle di Renzi. In particolare l'istituzione del nuovo servizio meteo-climatico nazionale, la riqualificazione del già costruito, e la forte protezione dei prodotti alimentari made in Italy, perche' da italiano all'estero e' evidente che c'e' un enorme potenziale non sfruttato legato alla nostra immagine di patria del buon cibo.

    Certo, chissa' se le ha scritte lui (direi di no) o se almeno sa quello che c'e' scritto (penso di si). Comunque il ruolo di primo ministro richiede soprattutto una scelta adeguata dei propri collaboratori. In questa caso c'era. Insomma, Renzi non lo sopporto quando lo sento parlare, ma almeno mi piace quando lo leggo...

  16. Ugo Bastiglia
    Pubblicato 22 novembre 2012 alle 16:24 | Link Permanente

    La Puppato è stata l' unica dei candidati a rispondere subito alle domande dimostrando di essere disponibile ad ogni confronto e di non parlare politichese, cosa che gli altri si guardano bene dal fare. Per tanti commentatori del blog sembra che questo sia un demerito e si sono sbizzariti esultanti, come gli scolaretti in libera uscita. Contenti loro...., Anche Renzi, Bersani & Co., alla fine hanno risposto, dopo che i vari Gori, Reggi, Casaleggio (Grillo non è tra i pupi ma ce lo metto ad honorem) e consiglieri tecnici vari hanno deciso le risposte. A questo punto la Giuria ha votato, come al Grande Fratello.

  17. Pubblicato 22 novembre 2012 alle 16:33 | Link Permanente

    @UgoBastiglia: non sono sicuro che "rispondere subito" sia necessariamente un bene, se la necessità di avere un testo velocemente ti porta a scrivere castronerie. Nel caso specifico della signora Puppato e del suo staff, sai bene cosa penso della pochezza di almeno un paio di riposte. Forse aver aspettato un paio di giorni in più, e speso un po' di tempo a documentarti (per esempio sulla famosa normativa europea sbandierata a proposito del "farmaci" omeopatici) avrebbe evitato di farsi sparare addosso come una dilettante, e farsi attaccare per aver dato per l'ennesima volta l'idea di avere un progetto politico approssimato e incoerente. Che poi avere uno staff che ti consiglia sia un male mi sembra veramente una posizione tirata per i capelli: che cosa vogliamo? Un presidente del consiglio onnisciente che prenda tutti i ministeri a interim?

    P.S. massì, tiriamo dentro anche Grillo, Casaleggio, i poteri forti e il complotto masso-pluto-tecno-finanziario. Far di tutta l'erba un fascio è sempre l'ultima risorsa di chi non sa come argomentare.

  18. Ugo Bastiglia
    Pubblicato 22 novembre 2012 alle 17:01 | Link Permanente

    Dici bene, un paio di risposte. Ti sono bastate e avanzate però per demolire anche tutto il resto con una frase ad effetto : "non voterò mai la Puppato". Guarda che lei ha parlato da candidata e non da Premier e quindi ha espresso un suo convincimento. Ripeto "suo". Ci sarebbe stato tempo e luogo per modificarlo qualora lo staff tecnico le avesse dimostrato che sbagliava. Gli altri sono già teleguidati.

  19. Pubblicato 22 novembre 2012 alle 17:12 | Link Permanente

    Beh, Ugo, ognuno sceglie quali sono i suoi valori irrinunciabili. Per me l'uso del metodo scientifico, sebbene annacquato, sebbene approssimato, sebbene quello che vuoi, è irrinunciabile. Mi spiace, ma la risposta sull'omeopatia in particolare per me è uno scivolone imperdonabile. Detto questo, ci sono anche una serie di altre ragioni più politiche per cui non sosterrei Laura Puppato, ma qui non stiamo discutendo di questo. Quanto al "lei ha parlato da candidata e non da Premier e quindi ha espresso un suo convincimento", mi spiace, ma non è una scusa. È vero, il ruolo spesso fa la persona, ma uno che si candidi per quella posizione non esprime convincimenti personali, esprime programmi politici. Ignorare la differenza è segno di dilettantismo. La signora Puppato può decidere di essere vegetariana o apprezzare il trash metal, e io la rispetterei nelle sue scelte qualunque siano, ma nel momento in cui proponesse una legge che mettesse fuori legge le macellerie o rendesse obbligatorio l'ascolto dei Panthera, ecco, mi opporrei fortemente.

    P.S.: forse consultarsi prima con lo staff tecnico sarebbe stata una buona idea. Ma l'ho già detto.

    P.P.S.: "Gli altri sono già teleguidati". Ho già scritto cosa penso del complottismo come unica forma di argomentazione? Si, l'ho già scritto. La smetta, per favore.

  20. Francesco Cecchini
    Pubblicato 22 novembre 2012 alle 18:29 | Link Permanente

    Puppato per me e' un personaggio negativo che merita sconfitta e possibilmente ritorno a Crocetta del Montello con la coda tra le gambe, ma non merita nemmeno un difensore come patetico Bastiglia, i cui argomenti superano in insufficienza Puppato. Donne con l' aura e patetico Bastiglia non stanno facendo un buon servizio a Laura senza donne , che secondo gli ultimi sondaggi non va oltre un misero 3,5 %. Non tutti i puppattisti ( o puppattiani) sono pero' così scarsi. Per esempio il sindaco di Crema grande elettrice di Puppato ha risposto ad un mio massaggio con una nota, che devo commentare, molto dura ed efficace. Altro che la banda puppattiana che scorrazza per questo blog.

  21. l'ennesimo marco
    Pubblicato 22 novembre 2012 alle 19:27 | Link Permanente

    beh, se qualcuno rendesse obbligatorio l'ascolto dei Pantera (senz'acca) farebbe sicuramente un passo avanti nell'ottenere il mio voto...

    Parlando seriamente: io spero che le stesse domande vengano inoltrate anche ai candidati alle primarie del PDL e, soprattutto, a Grillo/M5S . Purtroppo immagino già non mi piacerebbero le risposte.

  22. Ugo Bastiglia
    Pubblicato 22 novembre 2012 alle 20:20 | Link Permanente

    @ Marco. Guardi che non contesto assolutamente il metodo scientifico e la ricerca in genere, come sono convinto non le contesti la signora Puppato anzi, esattamente il contrario. Non fraintenda neppure il mio insistere sui suggeritori dei vari candidati, mi premeva sottolineare che la signora Puppato, almeno in queste primarie, è l' unica a non avere suggeritori o staff che dir si voglia. Non per niente ha dichiarato di aver speso finora solo qualche migliaio di euro contro le centinaia di migliaia di qualcun altro ( solo in questi due ultimi mesi). Quindi niente complotti ma semplice esposizione della realtà. Dissento anche sul suo termine "dilettantismo", potrei accettare al massimo "naif" che, a mio parere, può solo essere un valore aggiunto. Essendo suo ospite le lascio l' ultima parola e la ringrazio di avermi lasciato scrivere. Cordialità

  23. Claudio
    Pubblicato 22 novembre 2012 alle 22:20 | Link Permanente

    @Ugo: Non so gli altri candidati, ma le risposte di Renzi sono prese quasi pari pari dal suo programma, disponibile sul suo sito da mesi e scritto da lui e dal suo staff usando le proposte che sono state inviate dopo le varie manifestazioni alla Leopolda....
    Inoltre a Le Scienze hanno pubblicato tutte le risposte in una volta sola, per cui non sappiamo chi le ha mandate per primo; la Puppato a quanto pare le ha inviate anche al Fatto, mentre gli altri probabilmente solo a Le Scienze.
    Per cui cadono entrambi i tuoi argomenti...

  24. Claudio
    Pubblicato 23 novembre 2012 alle 00:49 | Link Permanente

    Ok, mi correggo. A leggere sul gruppo di Facebook "Dibattito Scienza", l'ordine di arrivo sembra questo: Puppato/Vendola, Tabacci, Bersani, Renzi.
    Sembra poi che Bersani e Renzi le abbiano scritte (o quantomeno rivedute) di persona.

  25. bob
    Pubblicato 23 novembre 2012 alle 14:41 | Link Permanente

    Sarei curioso di sapere le risposte "scientifiche" di Alfonso Luigi Marra.... :-P

  26. Asmaro
    Pubblicato 24 novembre 2012 alle 16:43 | Link Permanente

    Sicuramente le domande fatte sono provocatorie però basta tirare fuori risposte sull'etica per aggirare l'ostacolo, io avrei chiesto qualcosa di piu diretto del tipo "quali risorse avete intenzione di destinare alla ricerca sulle nanotecnologie e i metamateriali?", oppure " come pensa che il sistema produttivo Italiano sia in grado di competere con il mercato mondiale senza investire nella ricerca?" ed infine "secondo lei i giovani ricercatori italiani hanno piu possibilità all'estero o in Italia?" :)

    ciao

2 Trackbacks

  1. [...] on http://www.borborigmi.org Share this:Google +1FacebookTwitterLinkedInStumbleUponDiggRedditEmailStampaTumblrPinterestLike [...]

  2. [...] le sei domande per la scienza ai candidati alle primarie del CentroSinistra (e le loro risposte, più o meno [...]

Rispondi