Stampanti e sprechi

cern_printer_banner_200px.jpgIl servizio di stampa del Cern è stato migrato di recente su server Win****. Chissenefrega, direte voi. In effetti la cosa avrebbe dovuto essere più o meno trasparente, non fosse che, a migrazione avvenuta, non è stato più possibile evitare di stampare i banner.

Antefatto: al Cern le stampanti sono condivise, per cui per evitare che qualcuno passando nel corridoio possa confondersi e prendere dalla stampante il mio documento, prima di ogni stampa le stamanti sputano fuori un foglio con il logo del Cern e il nome dell'autore, un banner appunto. Forse la cosa aveva senso molti anni fa, con un numero di stampanti ridotto. Oggi il risultato tipico è quello della foto qui a fianco. A completare il quadretto, di fianco a questo sfacelo campeggia un cartello che invita al riciclaggio e alla rduzione dei consumi di carta.

Ho fatto due conti: una stampa media da queste parti è di circa 4 pagine, il che vuol dire uno spreco medlio del 20% della carta. Piuttosto irritato qualche settimana fa ho scritto al servizio di HelpDesk per chiedere come fare a disabilitare la stampa dei banner. Risposta:

These printer provide a banner page by default which can definitely not be changed under Windows. For Linux it might be possible to disable this option explicitly, see http://linux.web.cern.ch/linux/documentation/cups-1.1/#4_2 for more details.

Traduzione: non si può fare (anche sotto linux l'opzione di CUPS -o job-sheets=none viene bellamente ignorata), non sappiamo come farlo, non vogliamo farlo. Allora ho provato a scrivere al servizio di tutela dell'ambiente del Cern, sperando che almeno loro si degnassero di considerare il problema. Ad oggi, silenzio su tutta la linea.

Forse si apre uno spiraglio: sull'ultima CERN Computer Newsletter oggi ho trovato un trafiletto che dice:

The printing of banner pages has been disabled under the new infrastructure to reduce paper consumption. Statistics show that the average print job size is small, and paper savings of up to 20% could be made by not printing the banner page.

Ehi, sembra che il mio messaggio abbia fatto strada.Proviamo un po'... no! La stampante dietro al mio ufficio sputa ancora i fogliastri. C'è qualcosa che non va. Cavoli.

Update: mi hanno telefonato dal centro di calcolo, proponendomi di eliminare la stampa dei banner dalla stampante dietro il mio ufficio, a patto che facessi un'inchiesta tra i colleghi verificando che fossero d'accordo. Grazie al cielo non ero l'unico innervosito dallo spreco, e finalmente abbiamo interrotto la stampa dei banner almeno qui. Certo, pare basti si lamenti uno solo e... 🙁

I have disable the banner page for printer "40-1d-cor" as requested but be aware that if we get complains from users wanting to have the banner page we will have to re-enable it.

Questo inserimento è stato pubblicato in Militanza, Scienza e dintorni. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

2 Commenti

  1. Pubblicato il 30 gennaio 2007 alle 05:11 | Permalink

    Ciao Marco,
    quanta acqua sotto i ponti dai capodanni gressonari!
    Io ho provato a manenere in vita blog e pagina personale, ma non riesco proprio a starci dietro.
    Scrivo qui perche' questa della carta e' una cosa che fa impazzire pure me. I paper sul computer proprio non riesco a leggerli, ma almeno li stampo in modo furbo: 4 pagine per foglio, due davanti e due dietro.
    Vabbe' era anche solo una scusa per salutare.
    Luigi

  2. Marco
    Pubblicato il 30 gennaio 2007 alle 10:31 | Permalink

    Ehi! Ciao! Che piacere trovarti da queste parti!

    In realta` io di tanto in tanto spio le vostre avventure a Baltimora: proprio ieri sera ridevamo delle costruzioni grammaticali di Luce, e cercavamo di immaginarci quelle di un nostro bimbo che traduce mentalmente dal francese, anzi, peggio, dallo svizzero :-).

    Questa pagina? Boh, la vera scrittrice e` Irene, questo e` poco piu` uno scherzo nato per caso l'anno scorso quando ho passato una settimana a Chicago per un congresso. Per ora dura, ma chissa`... noi non ci siamo ancora riprodotti!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii