Scienza con Oliver

Oliver è un cane molto curioso, anche se spesso si interessa con costanza solo a quello che può essere nascosto dietro un cespuglio, sotto un cuscino o nella mia tasca. Ogni tanto però nelle nostre passeggiate mattutine mi sorprende con domande che mai mi sarei aspettato da un salsiccio-meticcio come lui. Me le fa di solito di mattina presto, e normalmente non c’è nessun altro oltre a me ad ascoltare. Oliver è un cane piuttosto riservato.

Fisica delle particelle e dintorni

  • Il bosone di Higgs spiegato a Oliver. Dove Oliver si interroga sul mestiere che mi permette di comprargli i biscotti, finisce per farsi un'idea di cosa sia il bosone di Higgs e perché ci si danni tanto per cercarlo, e torna a casa dalla passeggiata con un mucchio di nuove domande.
  • La statistica degli eventi improbabili spiegata a Oliver. Dove Oliver si preoccupa per i possibili scenari catastrofici a LHC, la quantità di biscotti che riceverà durante le prossime passeggiate e i draghi che potrebbero assalire nella cuccia, poi si tranquillizza facendo due conti e si riscatta in un moto di orgoglio canino.

La meccanica quantistica spiegata a Oliver

Bonus

108 Commenti

  1. Max
    Pubblicato 22 ottobre 2008 alle 10:12 | Link Permanente

    Ho aggiunto la "dualita' tra onda e particella" perche' e' una cosa che mi ha sempre incuriosito... E in particolare mi piacerebbe una bella chiacchierata sull' esperimento dell' interferenza con le 2 fenditure.

    Ciao

    Max

  2. Stefano
    Pubblicato 22 ottobre 2008 alle 15:42 | Link Permanente

    Io ho votato "Materia e Antimateria", mi piacerebbe saperne qualcosa di piú. ;)

  3. Pubblicato 24 ottobre 2008 alle 12:50 | Link Permanente

    Ciao,
    innanzitutto complimenti per il blog (che ho iniziato a seguire dal post sullo start-up dell' LHC).
    Io ho votato Materia e Antimateria che mi pare un argomento molto interessante e più o meno di base (non nascondo che mi piacerebbe sentire anche qualcosa che riguarda anche la materia specchio, anche se ipotetica).

    Trovo assolutamente fantastici i tuoi post/lezioni con Oliver
    Continua così
    Saluti

  4. Pubblicato 25 ottobre 2008 alle 13:38 | Link Permanente

    veramente bello il tuo blog!!!! complimenti11

  5. Connie
    Pubblicato 31 ottobre 2008 alle 12:06 | Link Permanente

    Che organizzazione! Complimenti! Non smetti di stupirmi.. finanche l'ordine decrescente delle argomentazioni in base al voto..
    It's wonderful neh!

  6. claudio b.
    Pubblicato 31 ottobre 2008 alle 14:15 | Link Permanente

    "finanche l’ordine decrescente delle argomentazioni in base al voto.."

    Ssst! non dirlo troppo forte, ché sennò qualcuno potrebbe accusare Marco di "pilotare" le risposte: l'ordinamento dei quesiti in una lista è uno dei più vecchi modi di manipolazione di risposte a scelta multipla, o almeno così dicono... ;-) :-)

    Bye!

  7. Pubblicato 31 ottobre 2008 alle 14:55 | Link Permanente

    E perché mai dovrei farlo? Tanto alla fine con Oliver chiacchiero di quello che mi pare ;-)

  8. claudio b.
    Pubblicato 31 ottobre 2008 alle 14:59 | Link Permanente

    @Marco:
    bien reçu! ... ma era una battuta derivante dal fatto che ad un certo punto hai dovuto aggiungere "Mani Avanti"... ;-)

    Tra l'altro, mi sa che dovrai elaborare un "touch pad" per le sue zampone e farlo votare, sennò si offende!

    Saluti

  9. Max
    Pubblicato 31 ottobre 2008 alle 16:29 | Link Permanente

    @Claudio : oddio, io nelle scelte multiple inizio a leggere sempre dall' ultima verso la prima :-)

  10. Connie
    Pubblicato 31 ottobre 2008 alle 17:17 | Link Permanente

    @Max: ..anch'io! :| ..sarà grave?

  11. Max
    Pubblicato 31 ottobre 2008 alle 18:14 | Link Permanente

    @Connie: incurabile, direi :-)
    Ah, io sono anche mancino, quindi devo avere il cervello capovolto !

    Max

  12. Connie
    Pubblicato 3 novembre 2008 alle 17:22 | Link Permanente

    @Max: ..o magari sei talmente avanti da utilizzare parti del tuo cervello sconosciute a me piccola mortale.. (del resto ci sarà un motivo se il mio cervellino è rimasto in Italia.. no? :P)

  13. Max
    Pubblicato 3 novembre 2008 alle 18:52 | Link Permanente

    @Connie : eh, purtroppo anche il mio, dopo parecchio vagabondare, e' tornato in Italia.... e detto tra noi se ne sta pentendo.
    Daltronde, e' molto piu' sconvolgente constatare quante persone usano poco anche parti molto ben conosciute del cervello :-)

    Max

  14. Valter Cherubini
    Pubblicato 5 novembre 2008 alle 22:25 | Link Permanente

    Caro Marco ho scovato (senza cercarlo) oggi il tuo blog, lo sento frizzante, onesto, profondo e scanzonato ovvero + che ok !
    Mi appassiona la quantistica per le connessioni che ha nel quotidiano,
    (almeno così mi risulta).
    Mi verrebbe da dirti una marea di cose ma tanto per non sproloquiare mi fermo qui.
    Valter

  15. My-May
    Pubblicato 13 novembre 2008 alle 18:44 | Link Permanente

    io voterei per l'entropia che (secondo me, non so Marco cosa ne pensa) potrebbe essere collegabile all'ultima(?) chiacchierata con Oliver sugli eventi improbabili.
    Poi secondo me prima della m.q. parlerei della dualità onda particella, che comunque sarebbe (suo i condizionali perchè il fisico nonchè colui che decide, è Marco :P) una buona introduzione alla m.q. quantistica. :)

  16. Max
    Pubblicato 13 novembre 2008 alle 23:54 | Link Permanente

    Dualita' Onda-Particella e "onde materiali" anche per me ! :-)

    Max

  17. Claudio
    Pubblicato 16 novembre 2008 alle 11:57 | Link Permanente

    Mi incuriosirebbe conoscere in dettaglio il provesso di produzione dei protoni o ioni di piombo che verranno utilizzati con LHC

  18. Valter
    Pubblicato 23 novembre 2008 alle 22:42 | Link Permanente

    Fatico a realizzare come le onde elettromagnetiche possano passare attraverso i muri quando uso il cellulare in casa o nel seminterrato o aziono il telecomando dentro l’auto a 50 m. dal cancello.
    È forse per il fatto che la materia in pratica è vuota data l’enorme, si fa per dire, distanza che c’è tra il nucleo e gli elettroni?
    Dato poi che i neutrini interagiscono debolmente con la materia e per ciò l’attraversano con estrema facilità mi veniva da chiedermi se vengano in qualche modo usati in tal senso.
    Valter

  19. Valter
    Pubblicato 23 novembre 2008 alle 23:10 | Link Permanente

    Anni fa ho letto che gli USA avevano messo a punto una bomba al neutrone che ammazzava la gente lasciando intatti gli edifici.
    Che sia questo l'uso pratico dei neutrini?
    Saluti
    Valter

  20. QL
    Pubblicato 24 novembre 2008 alle 15:13 | Link Permanente

    Valter la bomba a neutroni ammazza non solo la gente ma anche gli animali ele piante, nonchè tutta la materia organica irraggiata. E' un'arma terribile, oltre che estremamente "sporca" sotto questo punto di vista.
    Vi faccio notare però che i neutrini non sono i neutroni.

  21. Max
    Pubblicato 24 novembre 2008 alle 22:58 | Link Permanente

    ..........e che i neutrini ci attraversano a miliardi di miliardi senza farci alcun danno :-)
    Per la bomba a neutroni (sempre che l' abbiano davvero realizzata), concordo, e' una schifezza in tutti i sensi.
    Se vogliono sterilizzare una fetta di Terra, perche' diamine non se ne vanno invece a vivere sulla Luna e non rompono gli zebedei ?

    Max

  22. Connie
    Pubblicato 25 novembre 2008 alle 17:49 | Link Permanente

    ...mandali su Marte dai. :(
    La Luna lasciamela "pulita" ancora per qualche anno.. :P
    Pensa che shock osservare il cielo durante una bella nottata e notare la Luna "infestata" da esseri umani.. addio romanticismo neh! :S

  23. Max
    Pubblicato 25 novembre 2008 alle 23:32 | Link Permanente

    Eh, in effetti li manderei aff....abilmente a quel paese :-)
    Cmq, ripensandoci bene, ai militari non mancano ne' neutrini ne' neutroni, ma solamente parecchi neuroni......

    p.s.: ma tu non ti eri proposta come segretaria ? :-)

  24. Connie
    Pubblicato 26 novembre 2008 alle 12:53 | Link Permanente

    ..in realtà avrei dovuto dirti se me la cavavo in cucina per farti da colf.. ero stata già degradata! :P
    Ma non volevo inondare di risposte "inutili" (alla discussione) il blog del fisico Delmastro! :)
    Tu hai un blog?

  25. Valter
    Pubblicato 26 novembre 2008 alle 19:34 | Link Permanente

    Ho appena terminato di leggere "Una fortuna cosmica" di Paul Davies che discorrendo di fisica, matematica e cosmologia , fa il punto sulla situazione delle conoscienze attuali in un inevitabile intreccio filosofico. Qualcuno l'ha letto ?
    Valter

  26. Max
    Pubblicato 27 novembre 2008 alle 11:18 | Link Permanente

    @Connie : No, sono estremamente pigro e casinista, troppo per tenere in ordine un blog :-)
    In compenso faccio un'ottima Paella.....

    Max

  27. Pubblicato 7 dicembre 2008 alle 16:12 | Link Permanente

    ho votato per onda-particella, attendero' fiduciosa la prossima passeggiata con Olivier

  28. Valter
    Pubblicato 8 gennaio 2009 alle 23:15 | Link Permanente

    Caro Marco
    dato che notevolmente mi ispira il tuo blog, amerei chiederti alcune cose inerenti la fisica e non solo. Sto cercando la strada per mettere su un blog che tratti di un intreccio di poesia e quantistica,
    che sono le due mie passioni dominanti. Ho già trovato un editore ma pur non essendo un esperto in materia, qualcosa mi spinge di più verso la rete. Che dici, hai voglia di darmi un quarto d'ora fuori dal blog?
    In ogni caso grazie
    e Buon 2009
    Valter

  29. Pubblicato 9 gennaio 2009 alle 09:06 | Link Permanente

    Ciao Valter,
    compatibilmente con impegni lavorativi e familiari :-) sono certamente disponibile. Trovi mio indirizzo email in Quarta di copertina. A presto.

  30. Pubblicato 18 gennaio 2009 alle 23:35 | Link Permanente

    Grazie a tutti quelli che hanno risposto al sondaggio.

    In un momento di incoscienza Oliver ed io abbiamo deciso di lanciarci nel magico mondo della meccanica quantistica, come la maggior parte dei votanti desiderava: vedremo dove andremo a parare. Ovviamente in una delle prossime passeggiate saremo obbligati a parlere di dualità onda/particella.

    Le altre proposte rimaste (la relatività ristretta, materia e antimateria, l'entropia) sono ben appuntate nel mio taccuino. Altre proposte sono ovviamente ben accette, anche se non di tutto si può parlare con Oliver, che rimane pur sempre un salsiccio-meticcio di padre incerto. Scrivetele pure qui nei commenti, se volete, o via mail: il sondaggio è ufficialmente chiuso.

  31. francesca
    Pubblicato 2 aprile 2009 alle 18:19 | Link Permanente

    Ciao Marco!
    Cosa ne pensi delle implicazioni della doppia soluzione dell' energia come risultato dell' equazione della relatività ristretta?

  32. Pubblicato 3 aprile 2009 alle 08:22 | Link Permanente

    Ciao Francesco, benvenuta. La tua domanda mi confonde un po'. Quali implicazioni? Se stai parlando dell'equivalenza tra massa ed energia, e dunque il fatto che la massa possa traformarsi in energia e viceversa, al cosa non mi disturba affatto, é un fenomeno che ossrviamo correntemente. Se invece pensi ad altro ("doppia soluzione"? Mi fa venire in mente le "soluzioni ad energia negativa" dell'equazione di Dirac, e dunque l'antimateria. Ma divago) devi aiutarmi un po' a capire.

  33. francesca
    Pubblicato 11 aprile 2009 alle 17:59 | Link Permanente

    Si scusami...
    Allora...premetto che sono una studentessa di psicologia e , benchè mi interessi la fisica, sono una vera profana.
    Sto conducendo per il mio lavoro di tesi degli esperimenmti sulla variazione prestimolo del battito cardiaco, su una scia di ricerche che vanno avanti da qualche decennio ma che non sono troppo pubblicizzate e troppo spesso banalizzate ed etichettate come bufale "paranormali"..
    Alla base di questo lavoro c'è la teoria dell sintropia del matematico Fantappiè, che deriva direttamente dalla soluzione negativa dell' energia dell' equazione di Einstein, e basata sulla conseguente presenza degli "attrattori", oltre che di cause allocate nel passato.
    Essendo una neofita sto semplicemente cercando di capire e ricercare, e per questo motivo cerco il confronto con persone competenti che possono dare il loro contributo! Comunque se ti interessa potrei inviarti dei file esplicativi di tale esperimento e anche della teoria alla base...
    grazie per l' ascolto!
    Francy

  34. Pubblicato 12 aprile 2009 alle 18:21 | Link Permanente

    Ciao ancora Francesca,
    grazie per le precisazioni. Continuo a essere un po' confuso: ho dato un'occhiata in rete cercando informazioni su Fantappiè, e di quello che ho trovato non ho capito molto, e il poco che ho capito non mi ha molto convinto. Non mi permetto (ancora) di dire al mia, obiettivamente mi servirebbe più tempo per approfondire. Mandami pure il materiale che vuoi, non ti prometto di avere il tempo di leggerlo e digerirlo per bene, ma magari, chissà...

  35. fiorito
    Pubblicato 11 maggio 2009 alle 21:45 | Link Permanente

    il pianeta terra e' forse un atomo ingrandito miliardi e miliardi divolte.

  36. Pubblicato 12 maggio 2009 alle 09:31 | Link Permanente

    Gentile signor Fiorito, cancello il suo secondo commento perché non fa che ripetere il primo senza aggiungere nulla.

    Quanto alla sua affermazione (o e` una domanda?), ho ben poco da dirle: la Tetta non e` certo un atomo ingrandito miliardi e miliardi di volte, e il fatto che spesso si usi un modello atomico che ricorda il sistema solare (il nucleo come il sole, gli elettroni come i pianeti in orbita) e` probabilmente la ragione che la porta a fare un'affermazione simile. Il problema e` che quel modello atomico e` una rappresentazione che poco ha a che vedere con la realtà, e dunque troppo spesso porta fuori strada (fino ad affermazioni decisamente paradossali) come la sua.

  37. fiorito
    Pubblicato 15 maggio 2009 alle 17:49 | Link Permanente

    Gentilissimo signor Marco, la ringrazio per la sua
    immediata risposta sono perfettamente d'accordo con Lei.

    Posso condividere con Lei alcuni punti di vista di natura di natura
    generale?

    fiorito

  38. Pubblicato 16 maggio 2009 alle 11:22 | Link Permanente

    Si, certamente (a patto che questi punti di vista siano da una parte ragionevolmente argomentati, dall'altra sufficientemente "scientifici". Ovvero: vietato ogni genere di volo pindarico a proposito della coincidenza tra e ).

  39. fiorito
    Pubblicato 20 maggio 2009 alle 13:41 | Link Permanente

    Signor Marco

    La Sua opinione per quanto riquarda l'argomento 2012

    nella sua complessita di natura generale.

    cordiali saluti fiorito

  40. Pubblicato 21 maggio 2009 alle 15:35 | Link Permanente

    Signor Fiorito,

    perché io possa anche solo considerare di risponderle sarebbe necessario specificasse meglio che cosa intende per "argomento 2012". Sospetto che si riferisca alla nuova moda millenaristica che sostiene che, proprio nel 2012, andremo incontro a un picco di attività solare che distruggerà tutte le apparecchiature elettronica terrestri, gettando l'umanità in una nuova preistoria. Ah, dimenticavo, e che ovviamente la cosa sarebbe stata prevista dai Maya, i cui messaggi la scienza ufficiale non ha saputo interpretare. Ci ho preso?

    Se si, potrebbe anche darsi che nel prossimo futuro (magari prima del 2012!) possa dedicare un articoletto all'argomento, o persino ospitare un articoletto di qualche collega fisico solare più preparato di me. Lei non è l'unico ad avermi chiesto della questione (le sindrome della catastrofe ha picchi regolari: su questo dovremmo fare uno studio!). Ma non si immagini niente di succosamente apocalittico.

  41. fiorito
    Pubblicato 28 maggio 2009 alle 15:39 | Link Permanente

    Signor Marco molto soddisfatto della Sua risposta.

    una domanda semplicissima: se trovate il bosone

    possiamo costruire un'astronave grande come un pianeta

    e viaggiare nell'universo? mi scuso per la semplicita'

    cordiali saluti fiorito

  42. Pubblicato 28 maggio 2009 alle 16:41 | Link Permanente

    Risposta semplicissima: no. Risposta un dito più articolata: fatico a vedere il nesso tra le due cose, dunque sono tentato di rispondere 'no'; ma siccome non è per nulla facile prevedere le conseguenze pratiche di una scoperta scientifica "fondamentale", mi limito a sospendere il giudizio. Ma perché vorrebbe farla grande come un pianeta? :-)

  43. Pubblicato 4 giugno 2009 alle 09:29 | Link Permanente

    Ma che simpatici i tuoi fan, devo dire che per essere un fisico che lavora al cern ti dai proprio da fare....
    come la vedi se invece rispondere a tutte questo domande assurde...
    ti applichi su Z e W ?
    vabbè ti saluto by Ascar

  44. Pubblicato 4 giugno 2009 alle 09:47 | Link Permanente

    Ciao Ascar, benvenuto.

    Vediamo. Mi "applico" principalmente sul bosone di Higgs del modello standard (ma non solo) di bassa massa che decade (decadrebbe se esitesse) in due fotoni, e per estensione di produzione di fotoni diretti e misure di sezione d'urto di questi ultimi (visto che con i - pochi - dati che raccoglieremo - forse - l'anno prossimo di Higgs se ne vedranno ben pochi, mentre di fotoni diretti una carrettata abbondante). Parallelamente mi occupo di calibrazione calorimetrica, per cui le Z in qualche modo le uso, sebbene più come strumento (candela standard) che come obiettivo.

  45. Giacomo
    Pubblicato 10 giugno 2009 alle 17:44 | Link Permanente

    Ciao Marco, grazie per questo blog.
    Il primo link del post è sbagliato, dovrebbe essere
    http://www.bivacco.net/marco/2007/01/23/il-bosone-di-higgs-spiegato-a-oliver/

  46. Pubblicato 11 giugno 2009 alle 09:08 | Link Permanente

    Ciao Giacomo, benvenuto e grazie per la segnalazione. Recentemente ho cambiato un po' la struttura dei link e qualcosa mi è sfuggito, adesso dovrebbe essere a posto.

  47. Giacomo
    Pubblicato 11 giugno 2009 alle 12:27 | Link Permanente

    Il link è ancora sbagliato, manca un "marco" tra ".net/" e "/2007".

  48. Pubblicato 11 giugno 2009 alle 12:32 | Link Permanente

    Grrr, accidenti a me! A posto ora, ho controllato.

  49. riccardo
    Pubblicato 23 giugno 2009 alle 15:20 | Link Permanente

    Salve signor Marco le scrivo solo perchè mi sentivo di dirle che fortunatamente ho scoperto per caso questo sito e mi è piaciuto subito, dato che è molto bello vedere i pensieri di un fisico che non parli solo di fisica e se fosse lo fa in maniera semplice e originale come "Scienza con Oliver".
    Io ho 17 anni e la fisica è la mia unica vera grande passione da quando sono piccolo, e questo sito insieme a quello di Arrigo Amadori (non so se lo conosce...il sito dico, non lui) è uno dei piu' interessanti secondo me, anche se quest'ultimo è piu' teorico.
    Comunque sarebbe bello , ogni tanto, vedere da un fisico (...e anche da vero NERD! XD) che cosa ne pensa magrai su un film o su un videogioco, ma comunque questo è solo un consiglio.
    Ammazza che poema che ho scritto!!!XD...vabbè la saluto e continui così
    P.S. nella foto è uguale a Luca Bizzarri lo sa'?

  50. Pubblicato 23 giugno 2009 alle 19:32 | Link Permanente

    Luca Bizzarri? Ma non sono affatto ricciolo (e affatto genovese)! :-P
    P.S. il "tu" è di prammatica da queste parti.

  51. riccardo
    Pubblicato 24 giugno 2009 alle 21:41 | Link Permanente

    No gli somigli nella foto piccola (quella sopra vicino alla data diciamo) a causa dei baffetti e del pizzetto...sara perchè è piccola e non si vede bene
    ciao

  52. Marco
    Pubblicato 16 luglio 2009 alle 15:52 | Link Permanente

    Che dire? Sono felice che esista ancora qualche studioso così innamorato del proprio lavoro da cercare di farlo conoscere a tutti, senza pensare di scadere nella "divulgazione" (che, ahimè, oggi pare quasi una parolaccia). Io ho 18 anni e frequento il liceo classico, ma sono sempre stato attratto dalle scienza, e più in particolare dalla fisica. Purtroppo nella mia scuola la materia si affronta solo negli ultimi due anni, e io non so aspettare, così ho tentato di "placare la fame" con qualche infarinatura veloce sulle ultime teorie. Ho subito puntato su Wikipedia, e il risultato è stato disastroso: ad ogni pagina ero costretto ad andare ad un link precedente che mi spiegava qualcosa che non sapevo, e così, da "Meccanica quantistica" sono arrivato a "Ruota":). Poi ho trovato questo blog, che, con semplicità, ironia, ed un'eleganza espressiva rara, mi ha tolto alcuni (tutti sarebbe utopico :)) dubbi che avevo. Beh, grazie Marco, aspetto la prossima passeggiata trepidante quanto Oliver!

  53. marco lanzoni
    Pubblicato 22 agosto 2009 alle 12:41 | Link Permanente

    Ciao, mi imbatto su questo sito per caso (ammesso che esista il caso) cercando informazioni sul bosone di higgs, ovviamente. Dico ovviamente perchè pare che sto benedetto "coso" vada molto di modo ultimamente. Non sono assolutamente un fisico (sigh) ma semplicemente mi interessano questi argomenti quando trattati in maniera divulgativa per noi comuni mortali che la mattina timbriamo il cartellino di anonimi uffici di vario genere. Ho notato il tuo rigore e il tuo attaccamente comprensibile alla fisica ufficiale e quindi non posso fare a meno di chiederti cosa ne pensi eh eh del vuoto quantomeccanico e delle teorie del sig. Corbucci, diciamo un attimino alternative no?
    Grazie per il momento, ciao
    Marco

  54. Elisa
    Pubblicato 6 novembre 2009 alle 16:07 | Link Permanente

    Marco per favore, nella rubrica di Oliver parleresti anche di KLOE??? La fisica dei K??? Perchè nonostante studio Fisica non ho ancora capito il perchè ci interessiamo cosi' tanto a un solo mesone........!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! PLEASE!!!

  55. Pubblicato 7 novembre 2009 alle 15:28 | Link Permanente

    @marco lanzoni: Mmm, di Corbucci qualcuno mi ha già chiesto nei commenti a questo post. Al commento 17 trovi la mia opinione sulle sue teorie (riassunto rapido: tutta fuffa).

    @ Elisa: benvenuta! Non sono sicuro di poter parlare della fisica dei K con il cagnastro, con lui di solito discuto di argomenti un po' più "basilari", per arrivare ai K bisognerebbe passare da una revisione del Modello Standard e della matrice CKM. UN po' troppo per il quadrupede, ma chissà, magari in un'altra categoria? Vedremo...

    P.S. Elisa, se studi fisica (delle particelle), prima o poi incapperai (o sei già incappata) nella matrice CKM. Un indizio per capire "perché" ci interessiamo cosi’ tanto a un solo mesone": in teoria ci piacerebbe che questa matrice fosse unitaria... lo è? Come lo verifichiamo sperimentalmente? E se non lo è, quali sono le conseguenze? Buona ricerca.

  56. juhan
    Pubblicato 23 novembre 2009 alle 08:59 | Link Permanente

    Oggi ho trovato un post che mi perplime: http://scienceblogs.com/gregladen/2009/11/dogs_physics.php
    Chi copia chi?

  57. Pubblicato 23 novembre 2009 alle 10:18 | Link Permanente

    Ciao Juhan,
    ovviamente conosco il blog di Chad Orzel da cui nasce il libro che citi, che in realtà seguivo ben prima che Chad si mettesse a parlare di fisica con Emmy. Manco a dirlo, la mia prima chiacchierata con Oliver è del 23 gennaio 2007, quella di Chad con Emmy del 27 gennaio 2007: doveva essere un periodo propizio per discutere con i propri cani (e non mi oso certo dire che Chad abbia copiato me)! Alla fine Emmy deve essere più sveglia (e soprattutto Chad ben più prolifico del sottoscritto!), visto che ha pure un feed Twitter. Per adesso Oliver si contenta di biscotti e chiacchierata sporadiche. Ma, da buon bastardo qual è, non accetterebbe nessun plagio!

  58. Pubblicato 13 aprile 2010 alle 09:11 | Link Permanente

    A quando una chiaccherata su quasar e buchi neri? :)
    Letterata incompetente

    Complimenti per il blog

  59. Gabriele Bonaiuti
    Pubblicato 19 aprile 2010 alle 21:01 | Link Permanente

    Nuove puntate con oliver?

  60. Pubblicato 20 aprile 2010 alle 08:43 | Link Permanente

    Beh, finita la serie sul funzionamento di LHC penso di andare avanti con le chiacchiere sulla MQ. Ma parlare con Oliver è ben più complesso che raccontare di un acceleratore, per cui il ritmo cui è ben più blando. Pazienta.

  61. Gabriele Bonaiuti
    Pubblicato 20 aprile 2010 alle 15:53 | Link Permanente

    Non volevo mettere fretta,ma le ho trovate così interessanti che a confronto le lezioni di fisica 2 sono tomi di noia :)

  62. Paolo
    Pubblicato 15 luglio 2010 alle 15:58 | Link Permanente

    Una richiesta... chissa` se Oliver e` interessato alla teoria delle stringhe.. cosi` magari gliela spieghi

  63. GIGI
    Pubblicato 16 luglio 2010 alle 12:07 | Link Permanente

    TUTTE le teorie delle stringhe ? Povero Oliver!
    Però sottoscrivo, ma di più, dove vedi il futuro della fisica?

  64. Pubblicato 16 luglio 2010 alle 14:17 | Link Permanente

    @Paolo: temo che le sole stringhe a cui Oliver è interessato siano quelle dei miei scarponi :-P

  65. Alessandro B.
    Pubblicato 20 dicembre 2010 alle 18:56 | Link Permanente

    Ciao,

    seguo (non troppo assiduamente) il tuo blog, e mi piace la sezione dedicata a Oliver e al suo percorso educativo. Oggi mi sono imbattuto in questo:

    http://www.alibertieditore.it/catalogo/la-fisica-spiegata-al-mio-cane

    Eri al corrente dell'esstanza di questo lavoro? Sei per caso in contatto con l'autore?

    Ciao

    Ale

  66. Bruno
    Pubblicato 22 dicembre 2010 alle 15:12 | Link Permanente

    Buongiorno Marco, complimenti anzitutto per il sito,
    davvero molto interessante. Qualche giorno fa ho trovato questo
    link:
    http://www.nature.com/news/2010/100317/full/news.2010.130.html
    premetto che non ho conoscenze specifiche di MQ (ho dato solo
    qualche esame di fisica ad ingegneria, e parecchi anni fa tra
    l'altro!) ma mi piacerebbe molto capire, anche superficialmente
    (sempre che sia possibile) come si possa indurre una
    sovrapposizione di stati in un sistema macroscopico come quello
    descritto (devo "alimentare" e nello stesso "non alimentare" un
    oscillatore ??!!!?? .. non credo!) e soprattutto come si possa
    progettare una misura di quel tipo, che rilevi che una lamina "sta
    vibrando e nello stesso tempo e' ferma" o qualcosa del genere. Mi
    scuso per il linguaggio non rigoroso, ma non sono un fisico :-(
    grazie infinite, se avrai il tempo di rispondermi, e grazie
    comunque in ogni caso :)

  67. Pubblicato 6 gennaio 2011 alle 13:07 | Link Permanente

    Ciao Bruno,

    ho letto di traverso e in fretta la news di Nature a cui ti riferisci, e non ho ancora avuto il tempo di guardare il paper vero e proprio, dunque resto sulle generali. Il punto che mi sembra fondamentale nel lavoro è il fatto che questo oggettino macroscopico sia raffreddato a una temperatura prossima allo zero assoluto, cosa che ne garantisce l'essere nel suo stato quantico fondamentale. L'oggettino è collegato a un circuito superconduttore, che è quello con cui questi signori dicono di poter mettere l'oggettino contemporaneamente in uno stato di vibrazione e quiete sovrapposti. Come lo facciano non si capisce dalla news (che non è proprio scritta benissimo), e mi riservo di leggere il paper vero e proprio per capire meglio. Però è affascinante! Mi ricorda un po' gli scenari di Quarantine di Greg Egan...

    P.S. il paper è qui:
    http://www.nature.com/nature/journal/v464/n7289/full/nature08967.html

  68. Peppino
    Pubblicato 9 gennaio 2011 alle 12:31 | Link Permanente

    proporrei come argomenti "il tempo" "l'entropia" "meccanicismo e indeterminazione-libera scelta" ecc. spiegati ad Oliver grazie peppino

  69. rock
    Pubblicato 9 marzo 2011 alle 18:50 | Link Permanente

    dov'è finita la pila al magnesio???

  70. Pubblicato 6 maggio 2011 alle 08:43 | Link Permanente

    http://www.thedoghousediaries.com/?p=2723

    Un fumetto di una persona che parla con un cane: mi sembrava appropriato.

  71. Giorgio Maurizio
    Pubblicato 10 giugno 2011 alle 09:28 | Link Permanente

    Complimenti per il sito e per la divulgazione che fai. Informazioni di primissima mano sul LHC sono preziose come oro colato!
    Girovagando per il web ho scoperto tra l'altro che la razza canina sembra essere piuttosto incline allo studio della fisica... guarda questo link:

    http://dogphysics.com/book_info.html

    Ciao e complimenti ancora,
    giorgio

  72. valerio
    Pubblicato 24 marzo 2012 alle 19:43 | Link Permanente

    Mi piacerebbe tanto chiedere a oliver di farmi una mini-lezione canina,ma anche umana,sul problema delle particelle (e quindi non solo...)"entagled" a qaunto ne ho capito se due particelle sono componenti dello stesso atomo,anche qualora separate, continuano a mantenere una relazione tale che i cambiamenti dell'una vengono recepiti dall'altra,come se lo spazio fosse un'illusione o perlomeno come se la loro relazione fosse indipendente dal tempo e dallo spazio.Allora? quelli che dicono di vedere i fantasmi del passato sono pazzi? o c'e' una simile possibilita'? quelli che dicono di avere strani presentimenti -poi confermati-sono bufale o magari.....ecco,forse oliver lo sa. Magari chiede a Marco. COMPLIMENTI CIAO.

  73. Fabiano
    Pubblicato 25 marzo 2012 alle 11:12 | Link Permanente

    @valerio: il discorso sulle particelle entangled è un po' diverso. Detto in parole molto povere succede che se due particelle hanno origine dal medesimo evento quantistico (la generazione delle stesse), dovranno per forza di cose conservare i numeri quantici (o se preferisci "attributi") presenti al momento dell'evento. Quindi, se un certo "attributo", prima della separazione avesse valore zero, e dopo la separazione una delle due particelle risultasse possedere il valore +1, sapremmo istantaneamente che l'altra possiede il valore -1, il complemento alla prima per arrivare al valore originario zero.
    Ora, capisco che nella trattazione completa del fenomeno si percepisca un po' di magia dettatta dal fatto che il mondo quantistico è un mondo totalmente alieno a noi comuni mortali, ma per collegare a questi fenomeni fisici ben dimostrati, para-fenomeni come fantasmi o precognizioni, ci vuole tanta tanta fantasia. Non lasciarti ingannare. :-)

  74. My_May
    Pubblicato 25 marzo 2012 alle 11:31 | Link Permanente

    @Fabiano e Valerio
    La questione non è molto semplice, poichè non è intuitiva. Einstein stesso non ne era convinto. Se al momento della separazione una particella ha già valore +1 e l'altra -1, sembra logico sostenere che qualora si misuri la particella +1 essa avesse quel valore anche prima di essere misurata. Mentre le cose sono sono del tutto chiare perchè c'è chi sostiene che le due particelle non abbiano un valore preciso nel momento della separazione (ma siano entrambi in sovrapposizione di stati), quindi in sostanza non c'è più alcuna logica a sostegno dell'intuizione. Quando una particella è misurata, l'altra (posta a qualsiasi distanza dalla prima) non potrebbe (secondo logica, o se vogliamo secondo l'intuizione dovuta ad un nostro innato calcolo di causa ed effetto) sapere quale valore ha prodotto la prima.

  75. Fabiano
    Pubblicato 25 marzo 2012 alle 14:35 | Link Permanente

    @My_May: per come la penso io è controproducente addentrarsi nei meandri della scelta ritardata se prima non si è studiato un bel po' di libri di meccanica quantistica (cosa che io non ho fatto, sia chiaro, o almeno non a sufficienza), perché il rischio è proprio quello di essere folgorati da una sorta di giustificazione a tutti i fenomeni paranormali come appunto fantasmi e precognizioni, che invece non c'entrano veramente nulla.
    Einstein non solo non ne era convinto, ma fu proprio lui, insieme a due colleghi, a elaborare il famoso esperimento col quale sarebbe dovuto emergere l'aberrante fenomeno dell'entanglement. Ovviamente lui era convinto che tale orrore non si sarebbe mai verificato e che la meccanica quantistica sarebbe franata, ma sbagliava, perché molti anni dopo è stato dimostrato che l'entanglement si manifesta eccome.

  76. My_May
    Pubblicato 25 marzo 2012 alle 15:35 | Link Permanente

    @Fabiano
    Io non canterei vittoria troppo presto. Ed è chiaro che questo non giustifica il fatto che ci si possa appellare a fenomeni paranormali o altro, anzi... io sono molto più propenso a dire che Einstein non avesse torto, e quel che fino ad oggi si crede di aver dimostrato non è ancora stato completamente digerito e compreso. Infatti Einstein non credeva ai fantasmi, e nemmeno io :)

  77. valerio
    Pubblicato 29 marzo 2012 alle 19:52 | Link Permanente

    Grazie a Fabiano e My-May.Si la cosa e' piu'complessa di qunto credevo,pero' mi pare di capire che se le particelle sono per cosi' dire figlie dello stesso evento dovranno necessariamente essere correlate e la variazione degli " attributi" dell'una fa cambiare l'attributo dell'altra. Se vediamo gli attributi come una particolare conformazione dell'energia allora si tratta di un diverso vestito della legge di conservazione dell'energia? Insomma tutto e' correlato allora? quindi e' sempre piu' interessante il fatto che le antiche religioni indiane gia' dicano la stessa cosa con un linguaggio diverso.....e' come se qualcuno (una antica civilta'? gli extraterrestri?) avesse voluto tramandare verita' scientifiche attraverso un linguaggio.quello dela fede,capace di solcare indenne decine di migliaia di anni.....La vita pare essere vecchia di milioni di anni e se pensiamo a quanta strada abbiamo fatto in poche migliaia c'e' da restare di stucco ....sugli extraterrestri ,benche' sia una teoria affascinante,non vorrei assomigliare troppo al ben noto"Kazzenger" percio' mi taccio. grazie e saluti a voi tutti.

  78. Fabiano
    Pubblicato 29 marzo 2012 alle 21:54 | Link Permanente

    @valerio: eh, eh, :-) continui a volare con la fantasia... temo che tu abbia visto troppe puntate di trasmissioni televisive poco raccomandabili :-)

  79. My_May
    Pubblicato 29 marzo 2012 alle 21:57 | Link Permanente

    @Valerio
    Mi dispiace, la prima parte mi sembra giusta (quella sulla complessità e le correlazioni), ma la seconda è molto poco decifrabile. Come dice Fabiano, sarebbe meglio fermarsi un po' per pensare, prima di prendere il volo... :)
    Anche se è naturale per tutti, lo faccio sistematicamente anch'io :)

  80. valerio
    Pubblicato 30 marzo 2012 alle 17:02 | Link Permanente

    E' vero,faccio ammenda.Kazzenger ha colpito ancora......Comunque,tornando a noi....io pur con una certo sforzo posso capire a grandi linee il fenomeno allorche' parliamo di particelle,ma poiche' tutto cio' che avviene a livello micro dovrebbe avere un riscontro nel macro,cioe' nel mondo reale -altrimenti a che ci serve capire come funziona la realta' se poi la realta' non ripete i suoi schemi e le sue regole a un livello piu' alto?- leggendo,nel tempo, ho imparato a intravedere una sorta di regola generale che ripete a diversi livelli cio' che avviene,una specie di ridondanza che fa si' che tutto tenti di replicarsi ad un livello piu' alto.Dov'e' questo livello per il fenomeno dell'entagled,ammesso che sia del tutto vero?ciao e grazie .

  81. My_May
    Pubblicato 30 marzo 2012 alle 17:55 | Link Permanente

    @Valerio
    La domanda è interessante e chissà che voglia partecipare anche Marco, giacchè è di casa :P
    Non so però se l'argomento di questo articolo sia esattamente in tema con la tua domanda.
    Siccome ho voglia di rispondere, ma non voglio entrare troppo nei particolari, ti dirò che secondo me il "livello" che abbiamo fino ad ora raggiunto non è nè nero nè bianco, è solo un livello statistico. Diciamo che siamo in un limbo in cui quel che possiamo dire su questo fenomeno viene ad essere il risultato di una nostra indagine statistica, oppure che il fenomeno è generato direttamente da un fenomeno statistico. Credo che sia possibile dire che non lo sappiamo...ammesso che Marco non sia d'accordo. :)

  82. Fabiano
    Pubblicato 30 marzo 2012 alle 21:27 | Link Permanente

    @Valerio: la natura non usa lo stesso disegno a più livelli. Questo è semplicemente falso. Stai forse pensando che la struttura di un atomo è simile a quella di un piccolo sistema solare? Niente di più sbagliato! L'immagine di elettroni che girano come pianetini intorno al nucleo-sole è soltanto una bella favola da raccontare a chi si avvicina per la prima volta al mondo subatomico.
    La realtà è molto più complessa e non credo che sia possibile farsene un'idea meno che vaga senza studiare un po' la matematica che la descrive. Purtroppo il linguaggio comune e gli esempi che possiamo tentare di formulare con gli oggetti che vediamo tutti i giorni, sono destinati a ricadere nella categoria delle semplificazioni estreme, tanto estreme quanto lontane dalla realtà quasi insondabile.

  83. valerio
    Pubblicato 31 marzo 2012 alle 12:30 | Link Permanente

    @Fabiano:no non penso all'atomo come ad un sistema solare in piccolo,so che e' una semplificazione un po' primordiale.Quello che volevo dire e' che cio' che avviene a livello sub atomico "dovrebbe" avere un suo riscontro nel macro e' qualcosa che mi sfugge ma che ha a che vedere con la matematica dei frattali,cosi' ho letto da qualche parte e pur non conoscendo la matematica dei frattali ho fatto mia l'idea che tutto debba in qualche modo replicarsi,altrimenti che senso avrebbe la realta'?solo caos e casualita'?non credo che saremmo qui a parlare se fosse cosi'.....Non credo affatto nella favola dei milioni e milioni di tentativi casuali e poi i migliori restano,nella selezione darwiniana insomma;credo piuttosto in un ordine che non e' necessariamente metafisico ma matematico,necessario direi....e' un ordine perfetto e proprio perche' lo e' siamo qui a discuterne e non dovrebbe sorprenderci che lo sia ,proprio per lo stesso motivo:ci siamo, punto e basta.Certo il mio pensiero ha ben poco di scientifico e sono il primo a dirlo.....ciao.

  84. Beppe
    Pubblicato 2 aprile 2012 alle 14:59 | Link Permanente

    Vorrei chiedere a Marco cosa ne pensa della Fusione Fredda di Rossi e Focardi, credo che sia una grande bufala ma con la grande fame di energia che abbiamo mi piace crederci...

  85. Pubblicato 2 aprile 2012 alle 15:03 | Link Permanente

    @Beppe: di tanto in tanto qualcuno mi fa questa domanda, mi sa che dovrò scriverci un post. In breve: penso che la cosa puzzi di imbroglio lontano un miglio, e che di scientifico nell'atteggiamento di Rossi ci sia poco e niente. Penso anche che mi piacerebbe ci fosse qualcosa di vero, in questo o in qualsiasi altro studio sulle LERN, ma che per adesso continuo a vedere risultati approssimati e scientificamente traballanti, tanto complottiamo e pochissimo rigore: non mi fa ben sperare, anzi.

  86. Beppe
    Pubblicato 3 aprile 2012 alle 18:16 | Link Permanente

    peccato, trasformare il Nichel in Rame, mi sa tanto di mattino dei maghi... aspettiamo di trasformare il Deuterio e/o Trizio in Elio !!!

  87. Luca Spaltro
    Pubblicato 4 luglio 2012 alle 20:49 | Link Permanente

    Oggi sono incappato in questo blog e ho letto alcuni articoli de "la scienza spiegata a Oliver", e devo dire che persino io, un analfabeta delle scienze, sono riuscito a capire, non dico tutto, ma un bel po'! Al che dopo lo stupore per averci capito qualcosa, mi è balenata un' idea: e se tutte le spiegazioni che hai fatto e farai al tuo caro Oliver le mettessi su carta, per tirarne su un bel libro, visto che la divulgazione scientifica in Italia quasi non esiste? Sarebbe un bell'aiuto per noi ignorantoni e, perchè no, bei soldoni per te!

  88. Pubblicato 5 luglio 2012 alle 00:04 | Link Permanente

    Potresti non essere troppo lontano da una realtà già in corso, che però non voglio ancora discutere troppo ;-)

  89. Brainstorm
    Pubblicato 16 luglio 2012 alle 18:01 | Link Permanente

    Caro Marco,

    Ora ci vorrebbe una bella chiacchierata con Oliver riguardo la teoria della grande unificazione ;-)

    Brainstorm

  90. Teo
    Pubblicato 2 settembre 2012 alle 15:36 | Link Permanente

    Caro Marco, il tuo blog è davvero interessante! !
    Quoto in pieno Brainstorm. Sarebbe molto piacevole un post riguardo la teoria del tutto!
    Matteo

  91. Valery
    Pubblicato 4 settembre 2012 alle 15:15 | Link Permanente

    sto leggendo Amit Goswami e mi sembra che sia li' la chiave di una teoria del tutto.Voi lo conoscete di sicuro,cosa ne pensate?.per me e' una vera grande scoperta e scopro che certe cose che ho sempre scritto e pensato sono condivise.Una grande soddisfazione anche se non mi porta da nessuna parte....saluti

  92. Pubblicato 4 settembre 2012 alle 15:23 | Link Permanente

    @Valery: nel lavoro di Goswami c'è purtroppo troppa pseudo-scienza, e la connessione che lui fa tra fenomeni quantistici e coscienza è decisamente azzardata, non supportata da nessun dato sperimentale, e inconsistente dal punto di visto teorico (per dire, i tempi tipici delle reazioni neuronali sono decisamente troppo grandi rispetto ai tempi tipici dei fenomeni quantistici). Non è certo l'unico a stiracchiare la meccanica quantistica ben aldilà del lecito (Capra è un'altro buono), ma questa non è una scusa per propagandare fuffa.

  93. Pubblicato 4 novembre 2012 alle 12:19 | Link Permanente

    bello, molto bello, adesso ci sono anch'io, dopo aver letto il libro di Bruno Arpaia " L'energia del vuoto "

  94. valery
    Pubblicato 17 dicembre 2012 alle 21:37 | Link Permanente

    si lo ammetto,dopo avere ben letto Goswamy mi rendo conto che anche lui "vuole crederci",ovviamente ho letto anche Capra .Sono affascinanti,tanto affascinanti che vuoi credere che sia tutto vero.....ma la Scienza (non la Sciiiiienza alla Zichichi)e' davvero un'altra cosa.Complimenti Marco......vorrei aver avuto la costanza e la determinazione di studiare a fondo e con impegno come tu hai fatto.un cordiale saluto.Valery

  95. homo
    Pubblicato 17 febbraio 2013 alle 00:03 | Link Permanente

    Volevo chiederti cosa ne pensi della Bridge Theory, di cui si può visionare anche un articolo di arxiv.org al seguente link:

    articolo su arxiv.org

    che pareriuscire a risolvere vari problemi della fisica, in particolare l'incompatibilità tra meccanica quantistica e teoria della relatività.

    Ti chiedo anche cosa ne pensi dello scienziato che dice di aver riformulato la scienza (la fisica compresa) introducendo nuovi paradigmi scientifici basati sul funzionamento della mente umana, al seguente sito:

    sito sulla riformulazione della scienza

  96. valerio
    Pubblicato 4 luglio 2013 alle 21:23 | Link Permanente

    Simpatico Sig. Marco,
    grazie per il blog intanto.poi una semplice domanda:e' corretto (o del tutto strampalato) essere convinti (io lo sono)che il famoso bosone altro non sia che la scoperta dell'"agente" che aggiungendo un pizzico di massa (recante anche una sorta di informazione)all'energia in stato potenziale la fa divenire materia e quindi reale.E' insomma cio' che porta la "creazione" da un livello per cosi' dire metafisico ad un livello del tutto scientifico (la metafisica e il mistero restano in merito al perche' cio' avviene) facendolo rientrare nella fisica conosciuta. E' troppo strampalato? me lo dica pure,accetto tutto. Grazie ancora.

  97. Pubblicato 8 luglio 2013 alle 09:13 | Link Permanente

    Caro Valerio, fino al pizzico di massa avrei potuto anche acconsentire, ma l'aggiunta di informazione e il piano metafisico sono decisamente fuori posto...

  98. valerio
    Pubblicato 8 luglio 2013 alle 13:04 | Link Permanente

    grazie a Marco per la risposta,

    in effetti vado un po' oltre,pero' sono contento del discorso massa/energia.ho idea che la chiave sia proprio li'.
    saluti

  99. Gaetano
    Pubblicato 9 luglio 2013 alle 15:43 | Link Permanente

    Signor Valerio,
    arriva secondo!
    Ma il primo è talmente bravo... e aveva detto E=mc2

  100. valerio
    Pubblicato 10 luglio 2013 alle 14:22 | Link Permanente

    Grazie Sig. Gaetano,

    certo e' la correlazione fra massa ed energia,anzi la stessa cosa manifestantesi in due modi diversi,ma quello che mi affascina(ed e' il mio "fuori tema") e' l'idea che "quel" particolare bosone o agente come l'ho chiamato abbia caratteristiche intriseche diverse da ogni altro suo simile (avviene anche per noi umani in fondo) e percio' "dica" all'energia che andra'' a formare materia anche come formarla.Comunque e' bello potersi scambiare certe idee. La saluto.

  101. Gaetano
    Pubblicato 10 luglio 2013 alle 15:44 | Link Permanente

    Valerio,
    era solo una simpatica (secondo me :-)) battuta.
    In realtà, da come l'ho capita io e qui chiedo aiuto a chi sa più di me, il bosone sarebbe responsabile solo del campo di Higgs, mentre il campo di Higgs "frenando" le particelle fornisce una parte della massa, in altre parole una forma di attrito.

  102. valerio
    Pubblicato 11 luglio 2013 alle 08:03 | Link Permanente

    Grazie,
    ho capito bene che era una battuta e simpatica..Ciao

  103. Alfano
    Pubblicato 17 luglio 2013 alle 11:22 | Link Permanente

    Complimenti per tutte le cose che fai, per l'energia, l'amore e l'entusiasmo
    con cui le fai.
    Tempo fa ho letto un tuo articolo sulle distribuzioni,
    introduttivo alla statistica,
    che adesso non riesco a rintracciare: ne hai scritti altri?
    Grazie di tutto,
    Auguri per tutte le cose belle che desideri,
    Alfano

  104. Pubblicato 21 luglio 2013 alle 14:41 | Link Permanente
  105. Alfano
    Pubblicato 21 luglio 2013 alle 17:24 | Link Permanente

    Marco sei gentilissimo.
    Grazie, erano proprio gli articoli che cercavo.
    Augurissimi per il tuo lavoro, la tua famiglia e
    complimenti per il tuo blog.
    Saluti.
    Ps: un croccantino a Oliver.

  106. nenovr
    Pubblicato 26 settembre 2013 alle 08:45 | Link Permanente

    Ottimo sito, complimenti!

  107. prati renato
    Pubblicato 10 gennaio 2014 alle 09:13 | Link Permanente

    Sig Marco sono renato prati incompetente in fisica
    ho scritto una volta sola per per contestare la probabilita
    di un errore sulla distanza a proposito dei neutrini superveloci
    Avendo la massima considerazione delle sue capacita
    le chiedo di chiarirmi per favore un mio dubbio sul fatto che viaggiando
    a velocita elevate il tempo è piu lento di chi sta fermo
    non riesco a digerire una cosa del genere, perche capisco solo che l'informazione arriva prima a a chi sta fermo ecc,

  108. Pubblicato 13 gennaio 2014 alle 17:01 | Link Permanente

    Gentile signore Renato,

    i cosiddetti paradossi della relatività sono in effetti difficili da digerire, e non si chiamerebbero "paradossi" se le cose fossero diverse. Non è facile spiegarli per bene se non si ha una certa preparazione matematica su come funziona la relatività ristretta, e dunque non so se posso azzardarmi a percorrere quella strada. Le consiglierei la letture delle ottime discussioni di Elio Fabri, senza calcoli ma molto accurate:

    http://www.df.unipi.it/~fabri/divulgazione/relgem/relgem1.htm
    http://www.df.unipi.it/~fabri/divulgazione/relgem/relgem2.htm
    http://www.df.unipi.it/~fabri/divulgazione/relgem/relgem3.htm

    Buona lettura!

Rispondi