Domani

Photo Credit: CERN

Diciamo chiaramente: domani al CERN sarà un delirio. Al mattino, perlomeno.

Fisici da tutto il mondo, più o meno famosi, stanno convergendo da queste parti. Sembra che il signor Peter Higgs in persona sia stato avvistato alla caffetteria del CERN, ed è evidente che non tutti quelli che vorrebbero riusciranno ad entrare nell'Auditorium, per seguire di persona il seminario sullo stato della ricerca del bosone omonimo. In teoria (molto in teoria), io faccio parte dell gruppetto di media volunteer di ATLAS, ovvero domani dovrei twittare in diretta per conto del mio esperimento. Che questo mi dia una chance maggiore di entrare in sala è tutt'altro che chiaro, e, sebbene conti di alzarmi all'alba, non è escluso che faccia il mio reportage in diretta dalle sale del Building 40, dove le presentazioni saranno ritrasmesse.

Conto di portarmi dietro la reflex per fare delle foto, e magari persino filmare un po' l'ambiente, ma vista la congestione sarà magari difficile mettere tutto in linea in fretta. Per questo Twitter resta probabilmente la sorgente migliore di aggiornamenti in tempo reale, anche se scriverò principalmente on inglese, visto che, da quello che mi dicevano gli organizzatori stamattina, i miei cinguettii saranno ritrasmessi in diretta sugli schemi di Melbourne per ICHEP 2012. Potrei usare anche Facebook, ma è decisamente meno comodo.

E dunque: domani leggete i tweet (gli ultimi sono anche qui sulla colonna di destra), portate pazienza, e tentate di capire. Prometto che almeno in serata, sbollita la sbornia (e comunque dopo la cena di fine anno all'asilo di Giulia!), scriverò un pezzo più succoso con le debite spiegazioni di quelli che vi piacciono tanto, e metterò su il resto materiale che ho raccolto. Tanto per i titoloni e le analisi superficiali ci sono sempre i giornali italiani, no? 🙂

E adesso, se non vi spiace, porto Irene a cena fuori, ché oggi, Higgs o non Higgs, fanno 8 anni che siamo sposati. A domani, in qualche modo.

Questo inserimento è stato pubblicato in Fisica, Mezzi e messaggi. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

8 Commenti

  1. Pubblicato il 3 luglio 2012 alle 20:33 | Permalink

    Auguri per l'anniversario. Per domani che la forza sia con te!

  2. delo
    Pubblicato il 3 luglio 2012 alle 20:51 | Permalink

    conosco gente che si mettera' in coda alle 4 di mattina...
    molto dormiranno al CERN

  3. Nico
    Pubblicato il 3 luglio 2012 alle 21:02 | Permalink

    Tantissimi auguri per l'anniversario!

  4. Tommybond
    Pubblicato il 3 luglio 2012 alle 22:04 | Permalink

    Auguroni Caro Marco....compreso domani spero che gli auguri siano doppi...per la cena di fine anno all'asilo si intende 😉

  5. angela
    Pubblicato il 3 luglio 2012 alle 23:14 | Permalink

    buon anniversario

  6. Pubblicato il 4 luglio 2012 alle 00:04 | Permalink

    Felice anniversario... e che il bosone sia con voi 🙂

    Saluti,

    Mauro.

  7. Pubblicato il 4 luglio 2012 alle 08:19 | Permalink

    Intanto, (con un po' di ritardo) buon anniversario 🙂

  8. chiara
    Pubblicato il 4 luglio 2012 alle 11:57 | Permalink

    arrghhh.....otto anni?????????????????
    vi facevo sposini un po' più novelli......sono un po' smemorata ultimamente!!

    augurissimi!

    un abbraccio e un po' di nostalgia per la festa sul prato (a piedi nudi da un certo punto in poi)

2 Trackback

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii