In partenza per ICHEP

Domani mattina salto sul TGV e vado a Parigi per ICHEP.

Nei prossimi giorni probabilmente mi troverò a scrivere parecchio, e penso che incollerò i post che scriverò per quel blog anche da queste parti. Quello di cui non sono sicuro è di riuscire a trovare il tempo di tradurre i post dall'inglese all'italiano per i lettori di Borborigmi non anglofoni. Pensate di poter sopravvivere?

Questo inserimento è stato pubblicato in Fisica e il tag . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

15 Commenti

  1. Stefano
    Pubblicato il 21 luglio 2010 alle 11:37 | Permalink

    Si dai... credo di si! 😉 Buon lavoro/divertimento!

  2. juhan
    Pubblicato il 21 luglio 2010 alle 11:45 | Permalink

    Buon Ichep 😀

  3. Giovanni
    Pubblicato il 21 luglio 2010 alle 12:14 | Permalink

    Se proprio devi solo in inglese ci accontentiamo 😉
    Magari si trova qualche volontario che nei commenti inserisce la traduzione, altrimenti via di google translator.
    Io attenderò il post-ICHEP; credo che cose interessanti ce ne saranno da raccontare.

  4. GIGI
    Pubblicato il 21 luglio 2010 alle 12:35 | Permalink

    mi sento già poco bene... 😉
    buon lavoro!

  5. Pubblicato il 21 luglio 2010 alle 12:56 | Permalink

    @Giovanni: no, dai, le traduzioni automatiche postate nei commenti no! Un po' di dignità... 🙂

    @Gigi: coraggio! 😛

  6. Giovanni
    Pubblicato il 21 luglio 2010 alle 13:40 | Permalink

    Il google translator è l'ultima risorsa disponibile, ma non mi sognerei mai di metterla nei commenti. La considererebbero una traduzione fatta da me e ti immagini che figura.... 🙂
    Porti la famigliola con te?

  7. Chiara
    Pubblicato il 21 luglio 2010 alle 15:11 | Permalink

    buon viaggio!!!
    ma sempre in giro per lavoro? a quando le meritate vacanze?
    non assicuro di leggere i post non tradotti (ah che famiglia!! 😉 ) magari con google translator!

    ciauzzzzzz

  8. Pubblicato il 21 luglio 2010 alle 16:15 | Permalink

    @Giovanni: no, la famigliola resta a casa, la signora lavora e la pupa è ancora all'asilo.

    @Chiara: cerco di viaggiare fino a quando avrò un lavoro che me lo permetterà 🙂 (non essere pigra, il mio inglese non è così complesso).

  9. GIGI
    Pubblicato il 21 luglio 2010 alle 18:37 | Permalink

    Vai SOLO a Parigi ?
    Ma se lo sapevo prima...
    tutt'altri indirizzi !!!
    🙂

  10. Gigio
    Pubblicato il 22 luglio 2010 alle 00:22 | Permalink

    @Marco
    Tentativo di traduzione di "Parallel sessions" nella tua Inbox

  11. Ettore
    Pubblicato il 22 luglio 2010 alle 00:26 | Permalink

    Da domani metto nei segnalibri il link del blog ICHEP 😀
    Credo si inizierà a scrivere parecchio 😀

  12. Pubblicato il 22 luglio 2010 alle 17:47 | Permalink

    @ Marcò
    Oh le stress! Neanche un giro nel Bois de Boulogne con un vélolib?

  13. Jonathan
    Pubblicato il 1 agosto 2010 alle 08:13 | Permalink

    Quanta roba ! ... Marco se trovassi il tempo per tradurre i post in italiano non mi dispiacerebbe affatto... tranqui fai pure con calma 😀

  14. Pubblicato il 9 agosto 2010 alle 21:52 | Permalink

    Temo che la traduzione dei post scritti a Parigi non ci sarà. Desolato, ma il tempo scarseggia e farlo tra mesi non avrebbe molto senso. Certo, se qualcuno si vuole cimentare e postare delle traduzioni nei commenti, ben venga!

  15. GIGI
    Pubblicato il 11 agosto 2010 alle 18:35 | Permalink

    BUON FERRAGOSTO, MARCO. BUON FERRAGOSTO OVUNQUE TU SIA ! 🙂

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii