Summer Student: quest'anno niente mezzogiorno di fuoco

Vi ricordate? Fino all'anno passato la selezione del proprio Summer Student avveniva con una simpatica procedura degna del miglior film western. A partire da una data ora (tipicamente le 14) di un dato giorno (nella prima metà di Marzo) i supervisori dovevano cliccare sul nome del proprio prescelto su un sito web con l'elenco di tutti i candidati. Dovevano cliccare immediatamente, perché altre decine di supervisori alla stessa ora stavano cliccando altrettanto freneticamente, potenzialmente sullo stesso candidato. Il risultato? Troppo spesso, per lentezza della falangi o orologio mal sincronizzato, la maggior parte non riusciva a ottenere la persona che diligentemente aveva selezionato nei giorni precedenti sciroppandosi decine di CV e lettere di motivazione e raccomandazione. O perlomeno, io non ci sono mai riuscito.

Apparentemente non sono l'unico a aver trovato questa procedura un po' ridicola, e certamente poco adatta a selezionale il migliore candidato da associare a un dato progetto. Quest'anno si cambia. Invece della giornata del clic frenetico, quest'anno la selezione sarà in qualche modo automatizzata. A ogni progetto per Summer Student sia stato approvato (cosa non automatica: quest'anno verranno approvati un numero definito di progetti per ogni area del CERN, con un sistema di quote che lasci spazio a tutti, non solo LHC) verrà assegnata una priorità nell'insieme dei progetti della stessa area. Ogni supervisore dovrà poi indicare per il suo progetto una lista di cinque candidati studenti, ordinati per preferenza. Un algoritmo (e non chiedetemi quale algoritmo, e come verrà implementato: non ne ho idea) analizzerà tutte le liste dei progetti approvati per una certa area, assegnando automaticamente i candidati in funzione della priorità del progetto, e ricorrendo al sorteggio in caso di conflitto. Secondo chi sta mettendo in piedi il sistema, se un progetto ha una priorità alta,il supervisore ha quasi la certezza di vedersi assegnato il primo o il secondo studente della lista.

Non ho idea di che priorità avrà il mio progetto, ma tenendo conto che nel passato con il sistema del clic selvaggio di solito non ho mai ottenuto un candidato che fosse prima del decimo posto della mia short-list, potrebbe persino andarmi meglio. Vi farò sapere.

Questo inserimento è stato pubblicato in Fisica, Scienza e dintorni e il tag , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

8 Commenti

  1. Felice
    Pubblicato il 29 gennaio 2010 alle 20:07 | Permalink

    Mezzogiorno di fuoco è tuttavia il metodo di selezione più divertente.

    Colgo l'occasione per complimentarmi per il blog, davvero ben riuscito.

    Felice, uno dei tanti pezzi di carne nel macello 2010

  2. Gangun
    Pubblicato il 29 gennaio 2010 alle 20:29 | Permalink

    Beati i decimi perché saranno i primi 😀

  3. minimum bias
    Pubblicato il 2 febbraio 2010 alle 00:29 | Permalink

    Che progetto proponi?

  4. Pubblicato il 2 febbraio 2010 alle 08:55 | Permalink

    In due parole, calibrazione della scala elettromagnetica del calorimetro di ATLAS usando gli eventi Z\rightarrow ee nei (primi) dati a 7 TeV.

  5. Luigi
    Pubblicato il 17 marzo 2011 alle 20:35 | Permalink

    Ma per il summer student 2011 che si sa? Ho osato inviare l'application...ma non se ne è saputo più nulla...
    Che l'algoritmo nuovo mi abbia trombato? (Per me sarebbe la prima volta nel ricevere un "grazie, le faremo sapere" da un algoritmo)

    In altre parole : i giochi son chiusi?

  6. Pubblicato il 18 marzo 2011 alle 10:20 | Permalink

    Luigi, non ne so molto perché quest'anno, essendo in scadenza di contratto, non ho nessun progetto per Summer Student. E non so nemmeno dirti se i non-prescelti ricevano un "riprova, sarai più fortunato".

  7. Luigi
    Pubblicato il 21 marzo 2011 alle 17:42 | Permalink

    Che peccato! Ti ringrazio comunque...eri la mia residua speranza...
    Qualche suggerimento?

  8. Pubblicato il 21 marzo 2011 alle 17:46 | Permalink

    Riprova l'anno prossimo? 🙂

    P.S. io non ho mai fatto il Summer Student, non è mica l'unico modo per venire a lavorare qui.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii