Crammont

La Thuile 2006-06-24 (11)Irene è rientrata da Vienna, ho potuto recuperare le foto dalla macchina digitale. Ecco dunque le immagini prese a fine giugno dalla cima del Crammont.

Il Crammont è uno dei più importanti balconi sul Monte Bianco, forse un po' snobbato per il sentiero piuttosto ripido che lo sale partendo da Elevaz, una frazione poco sotto La Thuile. Si arriva a circa 2800 metri, per una visione a 360° sulla Valle d'Aosta. Peccato che quel giorno il tempo fosse piuttosto variabile, la panoramica sul bianco è un po' nuvolosa. La discesa è faticosa per via della pendenza, un paio di bastoncini sarebbero stati consigliati. Noi li abbiamo dimenticati in macchina, e abbiamo pagato con le gambe doloranti durante la settimana...

Era il 24 giugno, la sera ci hanno raggiunti Elisa e Fabrizio, lei appena reduce da un incidente motociclistico per fortuna non grave.

Panorama Crammont 3 FULL

Questo inserimento è stato pubblicato in Vita di frontiera. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

Un Commento

  1. robi
    Pubblicato il 17 luglio 2006 alle 15:29 | Permalink

    bravi. bravi. vedo che vi divertite...
    Noi, con un paio di amici, l'altra settimana abbiamo fatto un giretto sotto il Viso. Sabato nebbia e pioggia ci accompagnavano, ma domenica è spuntato il sole. Ho avuto anche modo di fare una piccola escursione, in solitario per un pezzo e poi con un gruppo molto simpatico che ho incontrato lungo la strada,
    sulla Punta Udine (via normale). Se non era per la nebbia mi sarei potuto anche godere il panorama!!! Sarà per la prossima.
    Ciao, robi

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  • Mi chiamo Marco Delmastro, sono un fisico delle particelle che lavora all'esperimento ATLAS al CERN di Ginevra.

    Su Borborigmi di un fisico renitente divago di vita all'estero lontani dall'Italia, fisica delle particelle e divulgazione scientifica, ricerca fondamentale, tecnologia e comunicazione nel mondo digitale, educazione, militanza quotidiana e altre amenità.

    Ho scritto un libro, Particelle familiari, che prova a raccontare cosa faccio di mestiere, e perché.

  • feed RSS articoli
  • feed RSS commenti
  • Cinguettii